FONDERIE SALERNO. DE CRISTOFARO E CASCIELLO(SI): URGENTE APRIRE TAVOLO DI CONFRONTO TRA MINISTERI, REGIONE E PARTI SOCIALI

“Le Fonderie Pisano è una fabbrica altamente inquinante, che ha già devastato il territorio circostante e, come è stato provato, ha causato anche decessi di persone che vivono nella zona di Fratte”.

1934961_10206361280094307_6825802241405660135_nLo affermano in una nota Peppe De Cristofaro senatore di SI-SEL e Raffaella Casciello, entrambi membri del comitato promotore di Sinistra Italiana.

Sulla vicenda il senatore campano ha presentato un’interrogazione ai ministri dell’ambiente e del lavoro: “Occorre che i ministeri competenti convochino con urgenza un tavolo di confronto con le istituzioni campane e le parti sociali interessate per affrontare e risolvere il problema delle Fonderie, salvaguardando i posti di lavoro”.

“L’obiettivo primario del tavolo – aggiunge De Cristofaro- deve essere quello di trovare soluzioni al problema dell’inquinamento provocato dalle fonderie, salvaguardando la tutela dell’ambiente e dei posti di lavoro”.

“Fratte non può diventare la nuova Bagnoli. Bisogna dare ascolto – conclude Casciello- al grido di chi lotta per la propria vita e quella della propria terra. Proprio per questo la politica deve prendersi ora e subito la responsabilità di scelte coraggiose e occorre ragionare sulla bonifica di Fratte. Occorre uno sforzo delle istituzioni per giungere ad una decisione partecipata e condivisa dai cittadini e dalle cittadine di Salerno e della provincia. Abbiamo il dovere di farci promotori di questa prospettiva di codecisione.”.

Comunicato Stampa Sinistra Italiana

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui