i bambini degli altri (fonte immagine: napolidavivere.it
i bambini degli altri (fonte immagine: napolidavivere.it)

Un viaggio lungo quelli che sono i percorsi dell’accoglienza: al PAN di Napoli 3 giorni – 3 seminari tematici, un evento che porta il nome di una pubblicazione che sul territorio campano sta introducendo, ormai da anni, le nuove forme di accoglienza e di genitorialità.

fonte immagine: comune.napoli.it

L’iniziativa è stata inaugurata il 17 maggio 2022 con il seminario “BAMBINI E ADOLESCENTI:STORIE DI ADOZIONE E AFFIDI MOLTO SPECIALI”: un percorso introdotto da Giuseppe Bonino, coordinatore dell’Ambito sociale N23, e Franco Arborino, coordinatore dell’Ambito sociale N26. Numerosi interventi, con la partecipazione di esperti ed esperte del settore, dall’area psicologica all’area sociale, per attraversare e capire i meccanismi dell’affido e dell’adozione, i comportamenti dei soggetti coinvolti e il superamento dei pregiudizi e dei limiti.

La seconda data di questi seminar, il 21 giugno, ha avuto come tema “IL BAMBINO, L’ADOLESCENTE, LA SUA STORIA L’ESPERIENZA SFAVOREVOLE NEL PERCORSO ISTITUZIONALE”. Una serie di lezioni dove si è posto al centro dell’attenzione il percorso dell’adozione e dell’affidamento dal punto di vista dell’accettazione, con uno sguardo al tema dell’accoglienza, al senso di comunità, alla necessità di creare un clima favorevole per i casi più complessi, attraverso le esperienze di chi lavora in ambito psicologico e sociale.

L’ultimo seminario si terrà il 20 settembre. Come per le altre lezioni l’orario sarà dalle 8 e 30 del mattino fino alle 17 e 30. Il tema di questo incontro sarà “IL BAMBINO, L’ADOLESCENTE, IL GENERE. TUTTI I COLORI DELL’ACCOGLIENZA E DELL’ADOZIONE”: parteciperanno lavoratori e lavoratrici in ambito sociale, psicologico, moderatori e consulenti familiari, per parlare senza pregiudizi dell’identità di genere.

L’intera iniziativa gode, tra l’altro, del patrocinio del Comune di Napoli e del Comune di Nola, del Pan, del Tribunale per i minorenni di Napoli, dell’Asl Napoli 3Sud, dell’Ambito sociale N23, dell’Ordine degli Psicologi della Campania e dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”.

Gli eventi recano, secondo coerenza, il titolo di una pubblicazione tra i cui autori spicca anche il nome di Anna Esposito che, come pediatra e direttore del dipartimento materno-infantile dell’Asl Na3sud, oggi in pensione, diede il via ad una storia di professionalità destinata a crescere e a proseguire per lungo tempo.  

fonte immagine: ibs.it

“I bambini degli altri. Il percorso adottivo tra clinica e ricerca nell’area materno infantile” scritto non solo da Anna Esposito, ma anche da Michela Di Fratta – Dirigente psicologo psicoterapeuta U.O.C. Prevenzione e Cura delle Patologie della Donna e del Bambino – Referente Percorso Abuso e Maltrattamento Minori per il Dipartimento Integrato Materno Infantile Asl Na3sud, Responsabile G.I.L.1 Area Vesuvio Est, Coord. Equipe Integrata Adozioni Ambiti N23/N26, e da Paolo Valerio – Professore ordinario di Psicologia Clinica presso l’Università di Napoli Federico II, direttore del Centro di Ateneo SInAPSi, presidente della Fondazione Genere Identità e Cultura e dell’Osservatorio Nazionale sull’Identità di Genere, è un testo utilissimo: compito dei professionisti della trasversalità è di promuovere un’adozione che tenga conto della vulnerabilità evolutiva del minore e che ne rispetti le competenze preesistenti all’atto adottivo, garantendo una continuità esistenziale che non sia dimentica della storia pregressa di ogni bambino. Questo volume descrive nei dettagli la possibilità di seguire nei servizi territoriali questo percorso.

Valentina Cimino

Volevo studiare lettere e alla fine mi sono iscritta a giurisprudenza. Appassionata di libri, poesie e balletto. Proud to be nerd. Lavoro, scrivo, leggo, mangio. Dormo poco.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui