Home Politica Scotto: ”L’Università tema centrale del programma mio e di LeU”

Scotto: ”L’Università tema centrale del programma mio e di LeU”

Il prossimo 4 Marzo tutti i cittadini italiani saranno chiamati alle urne per rinnovare il Parlamento. Arturo Scotto, parlamentare uscente è ricandidato alla Camera, al collegio plurinominale circoscrizione Campania1 con Liberi e Uguali di Pietro Grasso.

Arturo Scotto, parlamentare uscente è ricandidato alla Camera, al collegio plurinominale circoscrizione Campania1 con Liberi e Uguali di Pietro Grasso.
La redazione di Libero pensiero News ha intervistato l’On.Scotto.

La premessa del vostro programma recita ”Il progetto di Liberi e Uguali nasce per restituire speranza nella democrazia a milioni di cittadine e cittadini che oggi non si sentono più rappresentati da nessuno”. Ci spiega in concreto cosa volete fare?
Ci troviamo davanti ad una grande questione di diseguaglianze e la sinistra nasce proprio per superare le stesse e ridurre le distanze tra generazioni, aree geografiche, tra chi ha possibilità di studiare e chi no, chi ha un lavoro e chi l’ha perso.
I dati dell’Okfam ci raccontano che negli ultimi 30 anni c’è stato uno spostamento clamoroso dal salario alla rendita, il quale ha prodotto che un manager può guadagnare mille volte di più, rispetto ad un proprio dipendente. 

Nel vostro programma un tema centrale è l’istruzione
Siamo molto al di sotto della media europea degli obbiettivi stabiliti a Lisbona. Spendiamo meno dello 0,7% del nostro prodotto interno lordo in ricerca scientifica. Il CNR che è un istituzione fondamentale del nostro paese è in una condizione difficilissima, basti pensare che investimenti aggiuntivi non sono stati fatti e c’è è il rischio di accorpamento. Inoltre, abbiamo un precariato diffuso che non è stato sanato da questo governo e i livelli salariali dei ricercatori universitari sono una vergogna. Bisogna assolutamente scommettere sulla società della conoscenza che è l’unico argine rispetto alla concorrenza sleale di presidi che scommettono tutto sulla contrazione dei costi. Vogliamo lanciare un messaggio chiaro ovvero che l’università deve diventare un diritto universale.

Sul lavoro il vostro programma dice di superare il Jobs Act e tutte le forme contrattuali di sfruttamento ..
Il Governo ha fallito sulle politiche attive del lavoro. I centri per l’impiego nel nostro paese sono sottoutilizzati e non sono adeguatamente finanziati. Serve, infatti ricostruire il collocamento pubblico, poichè i centri per l’impiego in italia occupano 7000 persone, mentre in Germania 120.000 persone.
Occorre superare il Jobs Act. Assurdo è stato cancellare l’Articolo 18. Bisogna ripristinarlo ed allargarlo. La strategia del Jobs Act è stata fallimentare e i dati lo dimostrano 8 contratti a termine su 10 nell’ultimo anno. Le imprese finito il doping delle incentivi riprendono a licenziare e delocalizzano. Non sgravi e incentivi, ma investimenti.

Sul tema dei trasporti il Governo come può intervenire?
Siamo contro la privatizzazione dell’Anm, poichè pensiamo vada riqualificata e dotata di mezzi. Nel corso degli ultimi anni i tagli al trasporto pubblico locale nel mezzogiorno e nelle grandi città sono valsi il doppio. Contemporaneamente occorre fare una riflessione sulle linee dei pendolari che hanno vissuto un disinvestimento incredibile e i dati di Legambiente dicono che la metà delle linee fragili e pericolose sono del mezzogiorno e tra le stesse ”fragili” ci sono la Cumana e la Circumvesuviana di Napoli. Serve mettere mano qui perchè i trasporti fanno parte del Welfare. Bisogna fare una politica di incentivo all’abbonamento e la possibilità di scaricarlo con la dichiarazione dei redditi.

Il partito unico di sinistra si farà?
Nei giorni scorsi, Pietro Grasso ha annunciato che dopo il 5 Marzo nascerà un partito della sinistra. Noi scommettiamo che il 5 Marzo ci sarà una forza politica in grado di rappresentare il lavoro, le marginalità le donne e gli uomini che in questi ultimi anni non hanno visto valorizzare adeguatamente il loro talento e la loro voglia di emergere e lavorare in condizioni sicure e con diritti e tutele. In campo per ridare la sinistra a questo paese.

Perchè votare LeU?
C’è troppa corruzione, diseguaglianze, una generazione e imprenditori abbandonati a se stessi. Insomma in questa Regione serve un’alternativa di Governo rispetto ad un sistema di potere che in questi anni ha espresso familismo e clientelismo. Oggi al cinema Modernissimo, a Napoli, insieme a Pietro Grasso faremo una grande manifestazione contro le mafie e la corruzione.

Pasquale De Laurentis

Nasce a Napoli. Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli. E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009. È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”. Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli. Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell'Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell'Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Napoli l’Orientale. Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli. Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di GENERAZIONE X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo. Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna. Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l'incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia. Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato. Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ''GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE'' organizzato dalla Testata Giornalistica Libero Pensiero, insieme all'Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell'Università degli studi di Napoli Federico II. Dal 16 Aprile 2018 entra nel team di Onda Web Radio, la radio patrocinata ufficialmente dal Comune di Napoli dove torna a condurre GENERAZIONE X.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version