Utilizzata dai Sumeri già 6 mila anni fa, la birra è una delle bevande più famose e amate in tutte le culture del mondo: fresca, dissetante, leggera, piacevole al palato. Nella stagione estiva averla a disposizione in ogni momento diventa quasi indispensabile. Grazie alle sue componenti organolettiche, berla con moderazione porta anche benefici all’organismo in virtù delle sue preziosissime proprietà nutrizionali.

Antiossidanti, vitamine, minerali, composta per il 94% di acqua, la birra è molto di più di una semplice bevanda: secondo alcuni rinforzerebbe addirittura la salute, allontanando il rischio di infezioni e aumentando l’aspettativa di vita. E non ha nemmeno molte calorie! Una cosa, però, è certa: oltre alla moderazione – quella è valida per ogni cosa – per la salute del nostro corpo la qualità di quello che beviamo è di fondamentale importanza.

Di solito le persone tendono a diffidare della grande distribuzione bevande, associandola alla quantità più che alla qualità. Ma non è così, soprattutto quando l’azienda punta prima di tutto alla soddisfazione e al benessere dei suoi clienti.

La provenienza dei prodotti è la prima garanzia di qualità. E in questo alcune aziende di distribuzione bevande all’ingrosso si distinguono meglio di molte altre. È importante quindi puntare su aziende che hanno una filosofia basata sulla competenza, sulla trasparenza delle scelte di mercato e sulla ricerca dei prodotti migliori. Se poi si tratta di una rete di vendita strutturata sul territorio italiano, affidarvisi significa anche dare fiducia al made in Italy e alle potenzialità uniche della nostra penisola.

E i consumi di birra in Italia di certo non sono in calo, anzi: gli ultimi dati ci dicono che c’è una crescita importante di acquisto della bevanda sia in volume sia in valore. Rispetto all’anno precedente, nel 2017 le vendite sono aumentate del 10,6% in quantità e del 9,6% a valore, con un ammontare di ricavi pari a un miliardo e 309 milioni di euro. La crescita più importante è quella delle birre speciali, Guardando ai diversi comparti, la crescita più significativa è quella della birre Speciali, con un +16,2% in valore e un +19,8% in quantità, raggiungendo i 316 milioni di euro.

L’aspetto positivo della distribuzione bevande è che potrete trovare una scelta amplissima di prodotti differenti per esigenze diverse in un unico catalogo – virtuale o reale. Dopo aver esplorato il panorama italiano di birre, si passa facilmente alla vetrina europea e a scoprire tutto il meglio del Vecchio Continente. In questo ragionamento non rientra solo la birra, ma anche un altro classico della tradizione che fa brillare l’Italia nel panorama internazionale: il vino. Potrete andare a spasso per le Regioni italiane, con le migliori etichette vinicole più o meno conosciute.

Senza dimenticare lo spazio per gli intenditori: una ricca selezione di prodotti di tendenza per aperitivi di classe, fino a bevande selezionate ad hoc per i professionisti più esigenti e desiderosi di trovare nuovi abbinamenti. Insomma, per privati e aziende, appassionati e professionisti, avere un punto di riferimento a cui chiedere consiglio e da cui ricevere prodotti attentamente selezionati è sempre una garanzia per avere successo con amici, conoscenti e clienti.

Quotidiano indipendente online di ispirazione ambientalista, femminista, non-violenta, antirazzista e antifascista.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui