Home Ambiente

Ambiente

Nel parlare di ambiente, la prima cosa che va riconosciuta è che la crisi climatica è la questione prima e fondamentale dei nostri tempi, ma non potrà essere risolta finché non la tratteremo come tale. Eppure il negazionismo e gli interessi economici continuano a trascinare l'umanità verso il baratro della catastrofe. È uno scenario drammatico, quello che ci si presenta: il continuo innalzamento delle emissioni di gas serra, la devastazione degli ecosistemi naturali che causa la perdita di biodiversità, la mancanza di una visione sistemica in grado di indirizzarci verso fonti di energia rinnovabili e sostenibili sono la più grande minaccia per la tutela dell'ambiente. A questo va aggiunta una classe politica non all'altezza, e spesso collusa con i grandi potentati petroliferi e carboniferi, le cui promesse sono poco più che trovate elettorali propagandistiche: gli stessi accordi per il clima risultano perlopiù un insieme confuso di buone intenzioni più che una vera strategia energetica e climatica. Ma il terzo millennio ci ha regalato anche l'insorgere di un poderoso movimento per la giustizia climatica, che dalle esperienze locali e internazionali sembra aver trovato nella giovane Greta Thunberg la sua rappresentante di spicco. L'attivismo per l'ambiente e l'operato di gruppi, collettivi, associazioni fra i quali si annoverano Fridays for Future, Extinction Rebellion, Greenpeace dimostrano che la questione ambientale è viva e al cuore della sensibilità pubblica, sebbene ancora lontana dal centro delle agende politiche. La sezione del sito dedicata all'ambiente si propone quindi di raccontare le responsabilità del modello estrattivista e le opportunità di un cambiamento fondato sulla cooperazione, sulla sostenibilità e sulla sensibilità ambientale come unica opzione percorribile per la salvaguardia del pianeta e della stessa civiltà umana.

Oleodotti in North Dakota, Trump sblocca i progetti

Il neopresidente americano Donald Trump ha firmato due ordini esecutivi che autorizzano i lavori per la costruzione del gasdotto Dakota Access e dell’oleodotto Keystone. Numerose le critiche da parte di oppositori, attivisti e nativi Sioux.

“L’isola di plastica” non è un libro

"L'isola di plastica": no, non è il titolo di un libro di Barricco, Calvino o Pasolini. E' una realtà, o meglio, una sconfitta per...

Antartide, riparte la ricerca italiana

Nelle scorse settimane è ripartita la Campagna italiana in Antartide, che trova almeno tre poli fondamentali tra mare e terraferma, oltre ad avere un ruolo fondamentale nella ricerca in diversi campi scientifici.
Incendio San Vitaliano, i comitati al Ministro costa: "Non bastano i proclami, servono misure concrete"

San Vitaliano, i comitati al Ministro Costa: “Servono misure concrete”

Il caso dell’incendio a San Vitaliano, che ha visto andare in fiamme un deposito di smaltimento di rifiuti, ha riportato gli abitanti del nolano...

Addio Isidro Baldenegro, premio Goldman 2005

Messico: ucciso il noto attivista per l’ambiente Isidro Baldenegro López, premio Goldman 2005.

Regione Campania, al via il progetto Carta della natura

L'ARPAC ha completato l’elaborazione della Carta della natura della Campania, essenziale per monitorare gli habitat naturali, seminaturali e antropici della regione.

La più grande mobilitazione per il clima di sempre

Il 29 novembre in tutto il mondo si è marciato per il clima: Roma, Londra, Tokyo, Pechino, Sana'a, Napoli. 785 mila persone ora non vanno ignorate.
Citizen Science

Citizen science, una riflessione nell’anniversario della sua nascita

Ancora pochi giorni e si rinnoverà l’appuntamento con il censimento ornitologico annuale organizzato dalla National Audubon Society, iniziativa con la quale si...
Arredare in modo ecosostenibile

Arredare in modo ecosostenibile

Ormai tutti sanno che il mondo intorno a noi soffre a causa delle nostre azioni malsane, inquinamento, uso eccessivo delle risorse e molte altre...

MCGlade: ”La bioplastica non si degrada in mare”

Il capo dei ricercatori dell'Unep Jacqueline McGlade in una recente intervista ha spiegato che la bioplastica si dissolve soltanto a temperature di 50 gradi. Negli oceani, la plastica biodegradabile fa gli stessi danni di quella tradizionale.