Giornate Europee del Patrimonio 2018: 10 attività da non perdere

Tornano anche quest’anno le Giornate Europee del Patrimonio, un’iniziativa che dal 1999 è coordinata dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione Europea. Lo scopo è quello di tessere una fitta rete di attività volte alla valorizzazione, alla riscoperta e alla diffusione del patrimonio culturale di tutta l’Europa.

La partecipazione attiva alle cosiddette GEP apre le porte di numerosissimi luoghi e siti (30000, secondo alcune stime) e favorisce la fruizione delle risorse culturali che sono alla base dell’identità europea, la quale può essere un veicolo di scoperta e dialogo tra i cittadini europei. L’edizione 2018 celebra l’ “Arte della condivisione” e nei Paesi partecipanti l’agenda sarà ricca di eventi imperdibili: mostre, laboratori artigianali, conferenze, visite guidate, festival, presentazioni, con uno sguardo che coniuga l’attenzione al passato comune e l’interesse per il futuro, con le nuove tecnologie digitali.

Libero Pensiero ha stilato una lista delle 10 attività da non farsi scappare per l’Agenda italiana.

1. XVI Festival della letteratura mediterranea

Si è aperto l’8 agosto a Lucera, in Puglia, e terminerà il 23 settembre. Il festival ruota intorno alla profonda traccia che il Mediterraneo ha lasciato nel volto della città ospite e dei suoi abitanti e diventa un crocevia di culture, linguaggi, sguardi. Il Manifesto recita: «È necessario conoscersi per riconoscersi».  Ed è proprio all’incontro con l’Altro (chi è poi, questo “Altro”?) che la vasta gamma di attività mira.

2. “LEONARDO. OPERA OMNIA”

Questa iniziativa dà la possibilità di vedere in un’unica sede l’intero corpus di opere di uno dei nostri maggiori artisti. I dipinti verranno riprodotti a dimensioni reali e alcuni esperti d’arte guideranno il pubblico alla scoperta dell’autore. L’iter si svolgerà a Fossano dal 21/09/2018 al 13/01/2019, presso il Castello degli Acaja, la chiesa barocca della Santissima Trinità e il Museo diocesano.

3. Firenze e la musica strumentale del secondo Ottocento

A Firenze dal 22 al 24 settembre il Conservatorio Luigi Cherubini renderà omaggio a tre rilevanti musicisti che operarono nella città nel XIX secolo: Abramo Basevi, Giulio Briccialdi, Cesare Ciardi. Per gli amanti della musica sono previste attività anche itineranti, quali concerti, presentazioni, incontri con studiosi e musicisti di rilievo: sullo sfondo, una delle più belle città d’Europa.

4. OperaLombardia

Ce n’è per tutti, anche per chi è interessato al teatro: quest’anno i cinque Teatri di tradizione della Lombardia offrono una stagione d’opera all’altezza della loro storia. Dal 27 settembre 2018 al 20 gennaio 2019 Bergamo, Como, Brescia e Cremona saranno protagoniste di una rete di attività teatrali che si distinguono ogni anno per qualità e importanza sia in termini formativi e culturali sia in termini economici.

5. “La Città Ideale…vista dai Ragazzi: form-azione”

Sotto un’insegna comune si contano varie iniziative supportate da Euforika Napoli, tra cui un progetto formativo con Andrea Lucisano ed Evelin Egner con la loro associazione italo-tedesca che tratterà problematiche legate all’ambiente, anch’esso da considerarsi nostro Patrimonio. In generale, il progetto volge la sua attenzione ai più giovani e vuole innescare in loro senso civico e di appartenenza a una collettività anche attraverso la scuola e lo sport.

6. Le città italiane come patrimonio culturale

L’Associazione Italiana di Storia Urbana (AISU) e l’Associazione Nazionale Centri Storico-Artistici (ANCSA) per le GEP2018 hanno pensato alla valorizzazione del patrimonio urbano della nostra penisola. Attraverso un ciclo di conferenze e tavole rotonde sul tema si potrà riflettere sul significato delle piccole e grandi città come luoghi di multiculturalità, storia, diversità, che arricchiscono notevolmente i nostri beni culturali. Sono coinvolte attualmente Siracusa, Brescia, Amalfi, Mondovì, Narni, Saluzzo, Padova, Gubbio.

7. Un metro di scienza

Pensato in occasione della Notte Europea dei Ricercatori (il 28 settembre), ha l’obiettivo di avvicinare il grande pubblico alla scienza. Dimostrazioni, esperimenti, presentazioni apriranno le porte ai non addetti ai lavori di un mondo interessante e straordinario che riguarda anche la vita di tutti i giorni. Si terrà a Catania tra il 28 e il 29 settembre 2018.

8. LET’S ENJOY OUR HERITAGE

Questo è il titolo del Partenariato Strategico tra Scuole che segue il Programma europeo Erasmus Plus KA219, di cui coordinatore in Italia è la Scuola Media “Andrea Velletrano” di Velletri. Abbraccia tutte le discipline e le collega tramite la lingua inglese e le tecnologie informatiche. In Italia (ci sono scuole partner anche in Spagna, Polonia, Lituania) ci concentreremo sui beni archeologici e artistici. Si può partecipare dall’01/09/2017 al 31/08/2019 presso Velletri (RM).

9. “Venice Time Machine”

Questo progetto sarà ospite a Venezia  fino al 31 dicembre 2018. Basato su dati storici e culturali offre una ricostruzione interattiva della città lagunare dal punto di vista sociale, economico e poiltico nei vari secoli. 

10. “Fai Ponte tra Culture”

Scopo del progetto, che si terrà a Milano presso la sede nazionale del FAI, è appunto creare un collegamento tra i cittadini stranieri residenti in Italia e il nostro patrimonio culturale. Prevede fino al 31 dicembre 2018 attività di coinvolgimento, formazione ed educazione che riproducono gli scambi culturali tra l’Italia e i Paesi stranieri.

Per scoprire tutti gli eventi delle Giornate Europee del Patrimonio e rimanere aggiornati è possibile consultare il sito del Mibact.

Arianna Saggio