“Essere Cilentani è meraviglioso”. Prendendo in prestito la dicitura partenopea, e cambiando di poco le coordinate, introduciamo una nuova stella nell’universo culturale che anima il Cilento nelle notti estive. Stella un po’ diversa dalle altre, perché SPAZIALE, festival che al suo secondo anno sta facendo molto parlare di sé, ha tanto da offrire, con la sua scuderia di artisti tra musica, visual arts e mostre fotografiche.  

Con l’importante patrocinio del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, oltre che di Legambiente, SPAZIALE è, sin dalla prima edizione, un festival completamente plastic free, sensibilmente attento alla tematica ambientale. Ci troviamo inoltre nella meravigliosa Villa Matarazzo, Santa Maria Cte., villa che ospita un ampio parco, sede dell’acquario virtuale di recente inaugurazione, acquario primo nel suo genere realizzato in Italia, che offre l’opportunità di conoscere flora e fauna dell’Area Marina Protetta del comune suddetto. Il Festival nelle due serate, dalle h 19.30 si fa teatro di due dibattiti aperti: il 27 agosto ‘Dov’è finita la crisi climatica? – Richieste e proposte dei giovani cilentani per combattere il riscaldamento globale’ a cura del direttivo di Legambiente Campania, e del circolo di Legambiente Torchiara – Alto Cilento, interverranno Adriano Guida (Direttivo Legambiente Campiania) e Carmine Palimento ( Presidente del Circolo Legambiente Torchiara – Alto Cilento; il 28 agosto ‘Botanica della Rivoluzione’ a cura del botanico Emanuele Cavaiolo.

SPAZIALE 2022 conferma le date che salutano l’estate del 27 e 28 agosto, già sue dall’edizione precedente, e presenta una rinnovata e fresca offerta musicale, tra artisti del territorio e ospiti fuori zona. Tra questi, cavallo di punta per le due serate in arrivo, la recente collaborazione Cor Veleno & Tre Allegri Ragazzi Morti (28 agosto): gruppi storici dell’hip-hop e indie-rock nostrani; ma anche il napoletano Tommaso Primo (27 agosto), cantautore e cantastorie con il suo ultimo lavoro ‘Favola Nera’, Primo trascinerà con sé sul palco anche Roberto Colella del gruppo ‘La Maschera’ e un altro artista a sorpresa. Con questi nomi SPAZIALE porta il suo pubblico in un viaggio musicale interplanetario, tra generi e colori, il cui spettro è ampliato da: Antunzmask, Officina Partenopea (27 agosto); Blindur e FL0R4 (28 agosto).

Peculiarità di SPAZIALE è il suo Cantiere Visivo, Cantiere Visivo è una realtà che già collaborava con il noto Meeting del Mare di Marina di Camerota, al festival ha realizzato nella passata edizione la parete visiva più lunga d’Italia, 80 metri tra street artist, painter live e mostre fotografiche. Quest’anno il Cantiere ospiterà per la street art: il noto Biodpi alias di Fabio della Ratta, Urka, Cinaski, NuruB; le artiste: Rose Romano, Elisa Montone, Emily Colangelo. Fiore all’occhiello i reportage fotografici, ospiti i progetti vincitori di ‘Closer, dentro il reportage’ premio di fotografia sociale e documentaria promossa da QR Photogallery, Witness Journal, Associazione TerzoTropico, l’Associazione Fotografica Tempo e Diaframma APS, in collaborazione con Arci Bologna.

SPAZIALE, com’è evidente, cerca di guadagnarsi a pieno il nome che si è scelto, per regalare ai giovani del Cilento, una realtà che possano sentire propria, viva ed eclettica, un’offerta che mancava, non il semplice concerto, non una festa di paese, ma un’esplosione di colori, arte, musica; una realtà che ha a cuore il territorio e non vuole distaccarsene. Non è facile creare eventi del genere, soprattutto in un periodo come il 2021 tra le varie restrizioni causate dal Covid-19, nonostante ciò la crew di SPAZIALE non ha perso anzi, la prossima edizione in arrivo, si preannuncia ancora più luminosa e piena di “Gioia… ‘E chi ce crede ancora”…

SPAZIALE FESTIVAL 2022 ti aspetta a Santa Maria di Cte., Villa Matarazzo, il 27 e 28 agosto. I biglietti del festival sono disponibili online e sulle pagine social del festival.

Ivana Rizzo

Femminista, laureata all'Orientale di Napoli, appassionata di linguistica e di musica, osservo come queste due influiscono sulla vita di tutti i giorni. Amo i giochi di parole e il sarcasmo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui