Dante 700 Festival
Fonte: https://www.avvenire.it/agora/pagine/il-dante-di-alessandro-barbero-libro-recensione

In occasione della celebrazione dei 700 anni dalla scomparsa di Dante Alighieri, sono stati organizzati in Italia 41 festival che si collegheranno tra loro in rete grazie all’iniziativa “Piazza Dante“. “Piazza Dante” è un progetto volto alla celebrazione del sommo poeta e, dell’importante ed essenziale contributo che ha apportato alla letteratura e alla cultura italiane, rendendole celebri in tutto il mondo. Esattamente 700 anni dopo la sua morte (1321-2021), Dante Alighieri sarà ancora protagonista della contemporaneità e, attraverso numerose iniziative, che si svolgeranno nell’arco dell’intero anno, si tratterà di lui analizzando le diverse sfaccettature che hanno avuto la sua vita e le sue opere, prima fra tutte la Divina Commedia. La complessità della sua opera e la sua vita ricca di viaggi attraverso il nostro paese, permettono agli organizzatori dei festival di avere a disposizione un cospicuo quantitativo di materiale che vede protagonista il sommo poeta, tenendo in considerazione le tracce che questa importante figura ha lasciato sul suolo di alcune città italiane. In questo viaggio geografico e culturale sarà possibile assaporare l’eco della letteratura dantesca, onorando la figura di Dante attraverso una narrazione tutta italiana, di cui sarà possibile la fruizione nel sito web dedicato all’iniziativa. L’iniziativa vuole mettere in luce proprio attraverso file multimediali, dibattiti, contributi scientifici e narrativi, la pregnanza di valore che il sommo poeta ha per l’Italia intera.

Il comitato nazionale per la Celebrazione dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, istituito per il MiBACT dal ministro Dario Franceschini, ha dato il via libera a questa importantissima proposta culturale, che acquista una importanza straordinaria non solo per la speciale occasione, ma anche per la fitta rete di contatti e coinvolgimenti che la riguardano. Si sono mobilitati, infatti, in tutta Italia, scrittori, intellettuali studiosi di Dante, nonché artisti e figure di un grande spessore culturale, per lodare appieno il sommo poeta. L’iniziativa fa da spalla a un’altra simile che si svolge annualmente, ovvero il Dantedì, una giornata culturale interamente dedicata al maestro della letteratura italiana, promossa sia dal MiBACT, che dalle varie istituzioni culturali cittadine e dalle scuole. Nonostante le limitazioni, entrambi i progetti saranno realizzati tramite Web e, grazie ai festival, che hanno contribuito all’iniziativa “Piazza Dante“, sarà possibile fruire delle attività svolte tranquillamente da casa. Già a partire da fine Gennaio, infatti, il Festival della scienza di Vasto, tra i 41 scelti per il Dante 700, si affiancherà al progetto del museo degli uffizi di Firenze nella sua manifestazione, partita con lo scoccare del nuovo anno, “A riveder le stelle“; tramite il collegamento dei #Festivalinrete e verrà poi seguito da innumerevoli altri progetti.

Sebbene l’organizzazione di un festival interamente sul web sia un’impresa sicuramente molto complessa, gli organizzatori delle 41 rassegne per il Dante 700 hanno accolto volentieri questa complessa sfida, dando la disponibilità di poter trattare, attraverso un multiforme contributo, dell’estrema importanza del sommo poeta. Per il Dante 700, infatti, anche Poietika, il festival letterario molisano che si tiene annualmente, è stato scelto nel novero dei 41, soprattutto per lo spessore culturale che la rassegna ha acquisito nel tempo. Il festival annuale indetto dalla Fondazione Molise Cultura, ha, per l’appunto, in progetto di coinvolgere le migliore figure culturali per poter garantire, attraverso “Piazza Dante“,che è una grande piazza virtuale dove si potrà assistere a video, interviste di autori e contributi; la scelta di contenuti adatti a rilanciare la programmazione nell’ottica dell’attuale situazione pandemica.

Il comunicato stampa nazionale ha indicato i nomi di tutte le rassegne che prenderanno parte all’iniziativa, tenendo conto della presenza di esse su tutto il patrimonio culturale e nel corso dell’intero 2021. Infatti, mentre Poietika si terrà in ottobre; tra i primi festival che si terranno per il Dante 700 individuiamo lo Scrittura Festival di Ravenna; per poi passare da Procida (Capitale della Cultura 2022) con la rassegna Procida e da Roma con il noto Festival Dantesco; e infine ritornare verso la fine dell’anno a Milano con il Bookcity e a Cuneo con Scrittoriincittà. Un’iniziativa senza precedenti, insomma, che vedrà l’Italia tutta unita dal Nord al Sud, per celebrare il padre della lingua italiana, fornendo dei contribuiti e dei contenuti su Dante Alighieri e sul suo eclettismo geniale.

Nonostante le difficoltà sopraggiunte durante questo periodo in tutto il mondo, il messaggio che l’Italia intera vuole trasmettere è che «la cultura resiste», resiste nella speranza di tenere sempre accesa la sua luce sul futuro, guardando costantemente oltre le difficoltà. L’Italia stessa, grazie a questa importane iniziativa potrà vedere diffuso sempre più il suo valore culturale nel mondo, con l’auspicio di fornire non solo al genio di Dante Alighieri, ma all’interezza del patrimonio culturale nazionale, un contributo di lode. Nell’attesa di uscire «a riveder le stelle», l’invito è quello di godere di queste straordinarie possibilità che ci vengono fornite dai promotori della cultura italiana e di tenere alta la bandiera del nostro ricco patrimonio.

Francesca Scola

Francesca Scola

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui