Clamoroso: la Nobilio lascia il PD per il M5S, non era mai accaduto

1
300
nobilio pd m5s

“La conversione sulla via di Albano Laziale”, così è stato ribattezzato l’ingresso nel Movimento Cinque Stelle di Federica Nobilio, coordinatrice del PD di Albano fino al 2012.

Sono noti a tutti i passaggi di deputati pentastellati ad altri gruppi parlamentari, gruppo misto e PD in primis, ma non si era mai verificato prima d’ora l’esatto contrario, ovvero che un militante della fazione di maggioranza mollasse tutto per perseguire gli ideali del Movimento.

La sorpresa dell’ambiente laziale per tale decisione è stata evidenziata dalle parole di Luigi Agliocchi, che della Nobilio fu collega, prima di lasciare anch’egli il partito ormai deluso dalla recente politica abbracciata: «Sì, fa un certo effetto. All’inizio, poi, Nobilio era candidata vice-sindaco dei 5 Stelle. Poi, per una questione di regole interne al Movimento, è subentrata al candidato sindaco Emiliano Bombardieri, quindi ora ce la ritroviamo in corsa per il Comune. Anch’io ho lasciato il PD, ormai sono disilluso… Del resto, come non esserlo».

La Nobilio ora, come sottolineato da Agliocchi, sarà la candidata pentastellata per il Comune, dove sarà in competizione proprio con i suoi ex compagni di partito. Insomma, oltre al danno la beffa.

Ma se ci si poteva aspettare una tale reazione da personaggi in orbita dem, sicuramente meno prevista è stata quella di alcuni attivisti del Movimento Cinque Stelle. Scriveranno a Grillo e Casaleggio, assicurano, poichè temono un nuovo Patto del Nazareno con un partito con il quale non vogliono avere niente a che fare.

A tali accuse ha risposto quindi la parlamentare M5S Roberta Lombardi, che ha ribadito più volte che l’interpretazione da dare a questo nuovo ingresso a suo avviso è proprio quanto di più vicino alla conversione dell’apostolo Paolo contenuta negli Atti degli Apostoli: «È la prova che anche per il Partito Democratico c’è possibilità di redenzione, se solo volessero… Veniamo spesso descritti come il Movimento delle espulsioni, in realtà siamo il Movimento dell’accoglienza se le persone antepongono il bene comune. Lo ha fatto Nobilio, compiendo tutta una serie di passi che l’hanno condotta anche a perdere il lavoro. Se ne è fregata ed è andata avanti per il bene della comunità. Il messaggio che arriva da Albano Laziale è un bellissimo messaggio, altro che metamorfosi del Movimento».

Valerio Santori

1 COMMENTO

Comments are closed.