Napoli: L’ATN contro la trans-fobia

0
186
trans

Napoli – In città è ATN, Associazione Trans Napoli, a schierarsi al fianco delle persone transessuali.  

L’Atn accompagna centinaia di persone nel proprio percorso di transizione sessuale: fornisce uno sportello di ascolto e supporto medico e legale (in collaborazione con Feder Consumatori Campania e la cooperativa Daedalus) nella sede aperta a via Palmieri, all’Arenaccia.

Alcuni recenti passi avanti sono stati fatti dal punto di vista legale sul tema: la Cassazione ha dichiarato che non è più necessario essersi sottoposti all’intervento chirurgico per ottenere il cambio di sesso all’anagrafe. Vittoria che permetterà ai soggetti interessati di poter realizzare il sogno di sposarsi in Chiesa.

Ma nonostante la conquista, dopo anni di lotte, di alcuni diritti fondamentali, in Italia è ancora frequente un forte sentimento trans-fobico.

É l’Italia, infatti, a detenere il “record” in Europa di omicidi di persone transessuali e transgender: 30 negli ultimi otto anni secondo il rapporto mondiale 2016 sulle vittime di violenza transfobica. A fornire i dati il Trans Murder Monitoring project (Tmm) del Consiglio Europeo Transgender che li ha resi noti  proprio in vista della Giornata in memoria delle persone trans, che si svolgerà il 20 novembre (il Trans Day of Remembrance).

Non solo violenza fisica, discriminazioni e violenza psicologica ai danni dei transessuali sono ancora troppo frequenti: spesso hanno difficoltà a trovare un lavoro, per cui si ripiega sulla prostituzione; e risulta difficile persino trovare un alloggio. 

Su questo punto ATN sceglie di intervenire sul territorio partenopeo, presentando al Comune un progetto per creare a Napoli la prima casa di accoglienza per trans d’Italia. 

transE oltre al nuovo progetto in cantiere e l’attività quotidiana, l’Associazione è attiva per ricordare e celebrare le vittime transessuali di violenza e sensibilizzare l’opinione pubblica sull’argomento. A tale scopo sono già in programma una serie di iniziative in occasione del Trans Day of Remembrance. Si comincia in anticipo, venerdì 18 Novembre alle 18.00 al Palazzetto Urban per ricordare le vittime della violenza transfobica con la visione del docu-film “Napoli in Trans” e  poi alle 19,30 con una fiaccolata in Via Toledo, dal Banco di Napoli a P.tta Berlinguer.

Per seguire e sostenere la lotta di ATN : https://www.facebook.com/Atn-Associazione-transessuale-Napoli-441952239329535/

Lucia Ciruzzi

CONDIVIDI
Articolo precedenteDe Luca shock: “Bindi? Da uccidere”
Articolo successivoNapoli, apre una nuova isola ecologica
Lucia Ciruzzi, classe '94. Convinzione cardine della mia vita è che alla base di ogni cosa debba esserci la curiosità, motore di tutto che spinge l'individuo in territori inesplorati e in cui mai si sarebbe immaginato di entrare. Proprio addentrandomi in questi territori nuovi ho scoperto la passione per la giocoleria e il mondo degli artisti di strada; da qui è nato l'hobby delle bolas, con cui ogni giorno mi esercito nel disperato tentativo di imparare qualcosa. La mia ambizione più grande è quella di diventare una giornalista; in particolar modo sogno di girare il mondo, zaino in spalla e all'avventura, e di scrivere di luoghi, culture e popoli. Da questo desiderio, naturalmente, la mia collaborazione al periodico Libero Pensiero, per il quale scrivo nelle sezioni "Napoli e aree locali" e "Cultura".

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO