Amazon

Un’ascesa che sembra non conoscere confini per quello che è identificato in tutto il mondo come il gigante dei marketplace: Amazon, l’azienda di Jeff Bezos, quotata in Borsa, che quest’anno ha festeggiato i 25 anni dalla nascita.
Inizialmente Amazon era un punto di riferimento per chi intendeva acquistare libri: un ecommerce focalizzato su questo settore e che poi, anno dopo anno, si è aperto a tutti gli altri comparti. Oggi ci si rivolge ad Amazon per qualsiasi prodotto e per ogni necessità; il tutto corroborato da una serie di servizi affini che il gigante degli ecommerce ha messo a disposizione degli utenti, come ad esempio Amazon Fresh (vendita e spedizione di prodotti alimentari freschi), Amazon Prime, la garanzia Amazon sui prodotti.

I vantaggi di Amazon

Nel tempo il marchio è cresciuto enormemente facendo affidamento su alcuni caposaldi, su tutti il servizio clienti: il customer care sembra essere uno dei punti di forza maggiormente apprezzati dagli utenti. Il numero verde Amazon ed i servizi di assistenza sulle pagine social garantiscono agli acquirenti un sostegno a 360 gradi. Infatti, da sempre il customer care è l’aspetto principale, quello in grado di fare la differenza, quando si parla di acquisti, tanto in rete quanto nei negozi fisici.
Anno dopo anno, Amazon si è andato a ritagliare un ruolo preminente nelle abitudini dei consumatori, sempre più orientati oggi a rivolgersi alla rete per i prorpi acquisti; a discapito di una diffidenza iniziale verso il mondo del commercio online.

La fiducia degli italiani per gli acquisti in rete

In Italia agli albori degli ecommerce non si nutriva eccessiva fiducia circa l’opportunità di portare a termine acquisti online inserendo dati personali quali riferimenti della propria carta di credito: il merito di Amazon è stato anche quello di aver contribuito a cambiare questa filosofia.
Oggi il brand del colosso di Bezos è una garanzia di sicurezza ed affidabilità: portare a termine acquisti sul noto portale è un’operazione nella quale tutti, almeno una volta, si sono imbattuti e verso la quale in pochi nutrirebbero ormai dubbi o sospetti se si parla di sicurezza.
Si è così assistito al cambiamento del profilo dell’acquirente tipico 2.0 che si muove in rete per cercare prodotti e servizi di varia natura.