Bunker Storia d'amore e crimine
Fonte immagine: https://primabergamo.it/

Esce per Caosfera Bunker – Storia d’amore e crimine, la nuova opera di Marco Caneva.

San Luca, Calabria. Da quando è nei Falchi, un reparto speciale creato per scovare i latitanti nascosti nei bunker, Giovanni Sala sa di essersi assunto una grande responsabilità ma nulla lo rende più appagato. Da vice questore aggiunto della D.I.A. (Direzione Investigativa Antimafia), sta dando tutto sé stesso per rendere onore al suo compito, per il quale, tra le altre cose, lascia Torino e anche Deborah. Fa un mestiere troppo pericoloso e non vuole mettere a rischio nessuno, tanto meno una donna, e poi forse di quella ragazza non era realmente innamorato. La decisione di concentrarsi solo sul lavoro però subisce una forte crisi quando conosce Laura Aloise, nientemeno che la moglie di Michele Forgione, noto boss della città, arrestato da lui e dalla sua squadra a inizio estate. Laura è bellissima, intelligente ma anche molto triste poiché non può avere la vita che desidera, dovendo assecondare le richieste del marito che dal carcere continua a impartirle ordini: chiedere il pizzo ai commercianti, tenere sotto controllo la cosca rivale, i Cosenza, o riportare informazioni al fratello Vittorio, anch’egli latitante.

Bunker - Storia d'amore e crimine
La copertina del romanzo

Non vuole più essere complice di tali reati Laura e l’occasione le si presenta quando, durante un sopralluogo della polizia in una lavanderia dove sta chiedendo il pizzo, conosce Giovanni il quale, nonostante abbia sospetti su di lei, rimane totalmente affascinato. Dopo una prima reticenza a confessare il suo ruolo nella vicenda, la ragazza decide di vuotare il sacco e passare dalla parte della giustizia. Complice anche il forte sentimento sbocciato tra i due che, nel corso delle settimane, si fa sempre più profondo ma anche più pericoloso.

In Bunker – Storia d’amore e crimine, il ruolo di Giovanni e la posizione di Laura sono bersagli facili per ritorsioni e vendette che infatti non tardano ad arrivare. Una situazione di tensione peggiorata anche dalla distanza, poiché Laura, essendo a tutti gli effetti una pentita tutelata dal programma di protezione, viene subito trasferita in Nord Italia, senza possibilità di fare ritorno in Calabria se non per testimoniare al processo. Il futuro della loro storia sarà dunque solo nelle mani di Giovanni che, a fine di tutto, dovrà decidere se raggiungerla oppure restare con i Falchi a combattere la criminalità. Una decisione non semplice da prendere soprattutto quando avverti sul collo il fiato della Mafia, una morsa pronta a distruggere senza alcuna morale la vita delle persone.

Tale clima di terrore, sospetti e omertà viene perfettamente descritto da Marco Caneva in Bunker – Storia d’amore e crimine, un romanzo in cui azioni mafiose e un’intensa storia d’amore coesistono, creando un vortice di emozioni contrastanti che inducono alla riflessione. La ricchezza della trama è inoltre supportata da un ritmo degli eventi ben dosato, da dialoghi incisivi e da una prosa in cui viene dato ampio spazio anche all’interiorità dei personaggi, figure tridimensionali e realistiche nelle quali ci si può facilmente immedesimare e di cui è difficile dimenticarsi.

BIOGRAFIA DELL’AUTORE. Marco Caneva è nato nel 1978 a Monza, e ha trascorso l’infanzia in Estremo e Medio Oriente, al seguito della famiglia. Vivendo in queste realtà lontane da quella italiana, impara a conoscere e ad apprezzare culture diverse. Da sempre appassionato di scrittura, negli ultimi anni ha cominciato a scrivere racconti, e alcuni di essi hanno partecipato con successo a concorsi nazionali e internazionali. Nel 2017 pubblica con la casa editrice Caosfera la raccolta di racconti Storie speciali di persone normali.

Recensione a cura dell’ufficio stampa Il Taccuino

5 x mille Survival
Quotidiano indipendente online di ispirazione ambientalista, femminista, non-violenta, antirazzista e antifascista.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui