Diablo arriva su next-gen con due nuovi capitoli: il male antico ritorna
fonte: https://www.coplanet.it/112943/news/annunciato-diablo-ii-resurrected.html

Per molto tempo alcune voci di corridoio hanno sussurrato alle orecchie dei fan di un ipotetico ritorno di Diablo 2 e a quanto pare il sogno di molti è diventato realtà.
Diablo 2 Resurrected ,la remastered del classico action-RPG del 2000 ritorna ad invadere il mondo pc e non solo: questa volta il tanto amato brand di Blizzard seguirà le orme del suo predecessore e verrà pubblicato su Playstation , Xbox Series X, Playstation 4, Xbox one e Nintendo Switch.

Diablo arriva su next-gen con due nuovi capitoli: il male antico ritorna
fonte:https://www.indozone.id/game/JMs4Evp/save-file-diablo-2-lama-ternyata-dapat-dimainkan-di-diablo-2-resurrected

Diablo 2 Resurrected includerà tutti i contenuti dell’espansione Lord Of Destruction che includerà anche le classi giocatore Assassino e Druido.
È stato l’annuncio più atteso della Blizzcon 2021, ribattezzata BlizzconOnline ovvero l’evento tenutosi online che riguardava gli annunci dei giochi dopo la cancellazione dell’evento dello scorso anni a causa dell’epidemia di Covid 19.
La grafica di gioco verrà completamente rimodernizzata con grafica e suono potenziati, luci dinamiche e una risoluzione sia su Pc che su console next-gen in 4K a 60fps (con una piccola eccezione su pc dove si potrà spingere fino ad 8K), inoltre sarà possibile con la pressione di un semplice tasto alternare tra la versione originale e la versione rimasterizzata rimanendo il gameplay invariato ma donando, ai più nostalgici, quel velo retrò che tanto manca ai fan della saga.
Anche i filmati verranno rifatti, visto che non sarebbe possibile upgradarli alla nuova generazione, di conseguenza Blizzard sta analizzando e rifacendo i filmati minuto per minuto, ammontando circa a 27 minuti di video pre-rendirizzato.

Diablo arriva su next-gen con due nuovi capitoli: il male antico ritorna
fonte:https://diablo2.blizzard.com/it-it/

Chris Amaral, membro interno della Blizzard e il suo team stanno lavorando duramente, recuperando anche elementi dagli stessi archivi di Diablo 2 per rimanere quanto più fedeli all’opera originale, ma allo stesso tempo aggiungendo nuovi particolari di cui i fan potranno godere sia per l’ambientazione che per i personaggi in termini di characters design, introducendo anche un sistema di zoom che permetterà ai giocatori di godere di tutte le aggiunte introdotte in questa remastered.
Tra le tanti novità introdotte nel comparto grafico, una che farà sicuramente la differenza nell’intera esperienza di gioco sarà la rivisitazione a livello cromatico di tutto il gioco, cosi da rendere più facile l’evidenziazione degli oggetti che si trovano sul suolo e il supporto a tutte le funzionalità grafiche che le moderne piattaforme di gioco possono offrire.
Un altro aspetto che rimarrà invariato sarà il multiplayer, infatti anche la remastered sarà inserita all’interno dell’infrastruttura moderna di Battle.net, ma ciò nonostante i vecchi server di Diablo 2 rimarranno online, lasciando cosi ai fan nostalgici di poter continuare a godere del gioco originale.
L’uscita della remastered è prevista per la fine del 2021 e il prezzo sarà di 39.99 euro.

Diablo arriva su next-gen con due nuovi capitoli: il male antico ritorna
fonte:https://diablo2.blizzard.com/it-it/

Diablo è una saga storica, che ha segnato in maniera particolare gli amanti degli action RPG, è considerata una delle saghe più rappresentative e di maggior successo appartenenti a questo genere.
Blizzard ha pubblicato nel corso degli anni ben tre capitoli con annessi contenuti aggiuntivi, tutti con un unico punto in comune: il male fa sempre il suo ritorno, presto o tardi che sia.
Ed è proprio con questo concetto, che quest’anno oltre alla remastered tanto attesa dai fan è stato annunciato il quarto capitolo ufficiale della saga : Diablo IV.
GdR d’azione open world sviluppato da Blizzard, questo capitolo ci riporta a Sanctuarium, ambientazione già conosciuta nello scorso capitolo ma sempre al centro di nuove dinamiche storiche, portando alla luce un antico male che non aspettava altro che essere risvegliato. Lilith, la figlia di Mephisto, sarà il male che invaderà Sanctuarium in questo nuovo capitolo mentre noi vestiremo i panni di colui che forse sarà destinato a trionfare oppure a cadere in preda ai deliri di una Sanctuarium oscura e perversa.
L’attesa per gli appassionati sembra destinata a continuare ancora a lungo visto che Diablo IV ancora non ha una data di uscita nè tanto meno è stata data un indicazione massima su quanto bisognerà attendere.
In compenso Blizzard rilascia spesso aggiornamenti sullo sviluppo del gioco e qualche anticipazione su alcuni elementi del gioco che vanno dalle ambientazioni, alla storia sino alle classi e al design di alcuni nemici.

Diablo arriva su next-gen con due nuovi capitoli: il male antico ritorna
fonte:https://diablo4.blizzard.com/it-it/


Ciò che sembra fare molto la differenza in Diablo IV è la formula open-world che il team sembra voler applicare, con al momento cinque regioni visitabili e un alternanza tra il giorno e la notte, oltre a una campagna che promette di essere il meno lineare possibile. Un cambio di genere da non sottovalutare, visto che i precedenti capitoli della saga hanno sempre mantenuto la struttura lineare delle quest con un interazione limitata con il mondo circostante e le sue ambientazioni.
Le classi annunciate al momento sono tre e in attesa di venire a conoscenza delle altre due, sappiamo che il gioco lascerà tantissimo spazio alla personalizzazione del proprio eroe, ma mantenendo comunque una la storica visuale isometrica tipica della serie. Per lo sviluppo di Diablo IV blizzard ha deciso di utilizzare un motore grafico proprietario, che permetterà di ottimizzare il gioco sia per Playstation 4 che per Xbox e PC. Visto che al momento non è prevista una data di uscita specifica e presumibilmente potrebbe mancare un anno e mezzo se non di più alla sua pubblicazione, il nuovo capitolo targato Blizzard arriverà sicuramente anche su Playstation 5 e Xbox Series X.
Ciò che non ha favorito lo sviluppo di Diablo IV, sicuramente allungandone anche i tempi di sviluppo e produzione è stato l’impatto della pandemia. Blizzard infatti ha preso alcuni provvedimenti per tamponare i disagi nel team e per il team. Gli sviluppatori hanno avuto la possibilità di portare i PC aziendali a casa e l’azienda ha coperto alcune delle spese relative all’attività professionale svolta da casa come quella per la connessione internet.
I risultati non sembrano essere venuti meno e il team ha mostrato un forte senso d’adattamento nonostante le difficoltà, infatti basta vedere che negli ultimi tempi sono state pubblicate due espansioni di Hearthstone ed è in arrivo una di World Of Warcraft.
Di recente il team ha avuto la possibilità di provare Diablo IV in una nuova area di gioco, chiamata Steppe Aride, con annesse missioni della campagna e tutti gli elementi open-world.

fonte:https://www.everyeye.it/notizie/diablo-iv-mostri-inquietanti-nuovi-artwork-informazioni-blizzard-430041.html

Diablo IV a tratti prende ispirazione da Diablo 2, per il suo tono molto più cupo e oscuro rispetto agli altri capitoli e a questo proposito Rod Fergusson dopo aver lasciato il team responsabile degli ultimi capitoli di Gears Of War, ha raccontato con una serie di messaggi su Twitter di aver apprezzato lo stile ” bellissimo ma allo stesso tempo inquietante” creato dal team che si occupa del design dei personaggi e delle ambientazioni.
In presenza dell’open world in Diablo IV porta con sè un elemento di spicco del genere, ovvero le cavalcature che potranno essere anch’esse personalizzabili.
Anche il multigiocatore sarà presente sia online che in co-op locale, rimanendo invariato anche per questo capitolo la possibilità di giocare la campagna in compagnia di un amico.
Essendo la pubblicazione molto lontana, ma con aggiornamenti frequenti, molte delle caratteristiche annunciate o storiche della saga potranno essere soggette e a cambiamenti o addirittura all’eliminazione delle stesse, per cui il nuovo capitolo di Blizzard rimane coperto dalla penombra con tiene i fan in bilico tra certezze e dubbi.
L’unica vera certezza che i fan hanno e che ben presto, saranno chiamati a lottare di nuovo per il bene dell’umanità.

Francesco Principe

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui