Come la pandemia ha “distrutto” la nostra forma fisica e quali sono gli effetti

Fonte immagine: lamponerosso.it

La pandemia ci ha visti oziare sulle nostre poltrone e sui nostri divani e rimanere a casa più che mai. Mentre le palestre chiudevano, i nostri livelli di esercizio quotidiano diminuivano, e così anche i nostri livelli di esercizio: non siamo più andati al lavoro e abbiamo lavorato da casa, non siamo più andati in ufficio, dove ci spostavamo per le riunioni o anche solo per andare a prendere un caffè. Senza contare che prima magari uscivamo di più per fare una passeggiata in centro con gli amici e i colleghi, mentre in questo periodo siamo stati costretti a rimanere a casa per troppo tempo.

Ed è per questo che per alcuni di noi, la condizione fisica ha subito un brusco peggioramento. I nostri corpi subiscono un declino della funzione fisica a causa del mancato movimento, i nostri muscoli perdono forza e volume, con conseguenze anche per il nostro cuore.

Questo problema può influire sulle funzionalità fisiche delle persone, rendendo più difficile per loro completare le normali attività quotidiane. Altri segni che la tua condizione fisica è precaria possono essere: aumento della difficoltà respiratoria con l’attività e mentre si è riposo, battiti cardiaci più veloci a riposo e durante l’attività fisica, perdita di flessibilità e compromissione dell’equilibrio e della coordinazione.

La buona notizia per voi è che la condizione fisica può essere assolutamente recuperata, ma non aspettatevi di riprendervi rapidamente, ci vorrà il suo tempo e soprattutto ci vorrà impegno. Il miglior consiglio è continuare a muoversi.  Per coloro che potrebbero essere notevolmente fuori forma, l’aerobica su sedia (alzarsi e abbassarsi sulle sedie usando la forza del core) così come accovacciarsi e usare pesi leggeri sarà utile, scale e sedie sono ottimi strumenti per la riabilitazione di base.

Iniziate a camminare a ritmo sostenuto, in collina e poi a fare pesi più pesanti, ripetizioni più lunghe ed esercizi a corpo libero più vari. Si tratta di coinvolgere nuovamente il cuore in modo da non dover affrontare un cambiamento così brusco per mantenere il tuo corpo in funzione, ma anche di rafforzare il resto dei muscoli. Stabilite alcuni obiettivi e promemoria del calendario, prendete le scale invece dell’ascensore, scendete dall’autobus una fermata prima, se possibile non prendete la macchina e andate a piedi, oppure in bici.

E se vi accorgete di soffrire dopo aver fatto più di quanto fareste normalmente, non lasciatevi scoraggiare. L’inattività a lungo termine è stata collegata a un aumento del rischio di mortalità e problemi come malattie cardiovascolari e cattiva salute metabolica, quindi invertire gli effetti causati dal lockdown dovrebbe essere in cima alla lista delle vostre priorità.

Adesso, con l’arrivare della bella stagione, potrete finalmente (speriamo) iscrivervi nuovamente in palestra, le attività sportive outdoor diventeranno più piacevoli per chiunque e si ricomincerà a giocare a calcetto e agli altri sport di squadra. Quindi non perdete l’occasione per rimettervi in forma, corpo e mente vi ringrazieranno!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui