trucco permanente

Che sia per un’uscita serale o un appuntamento di lavoro, il trucco è uno degli alleati migliori delle donne – ma anche degli uomini! – per valorizzare il proprio volto e comunicare al mondo la propria personalità. Ma in questi tempi così frenetici, anche lo spazio dedicato alla cura di sé e del proprio corpo si è ristretto. Per le occasioni speciali ci affidiamo a professionisti del settore, ma nella vita di tutti i giorni servono modi efficaci e rapidi per truccarsi da soli.

Fortunatamente, con le nuove tecniche di trucco permanente, è possibile avere un make-up sempre luminoso e aggraziato, senza doversi preoccupare di sistemarlo continuamente. La resistenza del trucco, inoltre, non preclude l’effetto naturale sul viso.

Come funziona il permanent make up?

Se siete incuriositi da questa nuova tecnica, potete trovare tutte le spiegazioni su www.truccopermanente.it.

Il metodo alla base è quello della dermopigmentazione, molto simile a quello usato per i tatuaggi: vengono inseriti dei pigmenti di colore sotto la pelle, in questo caso senza farli penetrare in profondità, ma limitandosi agli strati più superficiali. Si tratta di pigmenti minerali e quindi naturali – ed è importante che la loro naturalità sia certificata e approvata dalle norme in vigore – per evitare conseguenze spiacevoli sulla pelle, come infezioni o intolleranze.

Questo tipo di make-up, come detto, è a lunga permanenza, ma può anche essere tolto facilmente con il laser, risultando una tecnica efficace per coprire le piccole imperfezioni del viso ma non invasiva. Quanto sia la durata effettiva è soggettivo: dipende dal ricambio cellulare, dalla profondità dell’incisione, dalla sua qualità. La media è di due o tre anni, ma per mantenere il suo effetto pulito e luminoso è bene ravvivarlo ogni 12/18 mesi.

Ma quali sono le parti del viso dove il trucco permanente risulta particolarmente utile? Basti pensare alle zone che, seppure in modo leggero, ci ritocchiamo tutti i giorni, anche per le occasioni più informali: le sopracciglia, le labbra e il contorno occhi – pensate all’eyeliner! È vero, nulla rimane sempre uguale a se stesso, e anche nel breve periodo le forme del nostro viso possono cambiare. Ma la fortuna di questo tipo di make-up è che può essere rimodellato in base ai cambiamenti del viso e all’inesorabile processo di invecchiamento.

Tuttavia, è bene sottolinearlo, proprio come i tatuaggi, nemmeno il trucco permanente è da prendere alla leggera, perché anche se in modo non invasivo va a intervenire sul corpo e su una parte così delicata e sempre esposta come il viso. Per questo è importante non affidarsi al primo centro che capita sotto mano, ma ricercare solo professionisti del settore che siano in grado di fornirvi tutte le spiegazioni e le garanzie necessarie.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here