Bitcoin, un nuovo rialzo? Cosa possiamo aspettarci dal Bitcoin nei prossimi mesi

Nonostante l’enorme proliferazione di criptovalute sul mercato, il Bitcoin (BTC) sembra rimanere il token virtuale che gode ancora di maggiore popolarità tra chi investe nel settore.

Dal giorno in cui il mondo cominciò a sentire per la prima volta il termine “criptovaluta” in rete è passato, ormai, più di un decennio, il valore del Bitcoin rispetto al Dollaro è esploso dai pochi centesimi del 2011 all’attuale livello di $ 60.000, un percorso di crescita stupefacente che, escludendo alcune normali correzioni ribassiste, non sembra avere più limiti.

All’interno di questo articolo andremo a formulare alcuni ragionamenti in merito al rialzo della quotazione del Bitcoin osservato nell’ultimo trimestre, cercando di fornire importanti interpretazioni in merito e studiare meglio quali siano le aspettative del mercato relative all’andamento della quotazione di questo token nei prossimi mesi.

Come interpretare il recente rialzo della quotazione del Bitcoin

Rispetto ai minimi di giugno, quando la quotazione del Bitcoin scese fino a toccare i 34.000 dollari USA, il mercato ha assistito a un enorme rialzo che ha portato la criptovaluta più famosa del mondo a sfiorare ormai quota $ 60.000, dirigendosi sempre di più verso un impressionante incremento del 100% del proprio valore.

La correzione di fine primavera che aveva destato un po’ di preoccupazione in alcuni osservatori, preoccupati dal fatto che gli investitori stessero cominciando a perdere interesse nel Bitcoin a favore di altre criptovalute più moderne, appare ormai un lontano ricordo.

Questo calo – è bene ricordarlo – era stato innescato dalla presa di coscienza del mercato di fronte al fatto che la struttura informatica del Bitcoin fosse particolarmente costosa da mantenere da un punto di vista ambientale. I valori relativi al consumo di energia elettrica e alle emissioni di CO2 connessi all’operatività in BTC sono notoriamente piuttosto elevati, un aspetto che preoccupa una parte degli investitori in merito alla reale possibilità che il Bitcoin rappresenti un mezzo di pagamento futuristico.

La fortissima ripresa degli ultimi mesi, tuttavia, ha dimostrato come le preoccupazioni in questo senso appaiano, seppur giustificate, eccessivamente gonfiate dall’opinione pubblica. Ad un mercato così volatile e rapido come quello delle criptovalute può bastare poco tempo per bocciare un asset, cosa che in questo caso non è avvenuta. Il Bitcoin appare ancora forte e sano, un fattore che ci spinge ad interrogarci circa il suo futuro, almeno nel breve periodo.

Uno sguardo ai prossimi mesi

Sebbene prevedere l’andamento del prezzo di una criptovaluta sia davvero un’operazione complessa (e, a detta di molti, addirittura utopistica), è possibile fare dei ragionamenti in termini di trend.

La prima domanda che il mercato si pone in questo momento è se il Bitcoin abbia abbastanza slancio da poter proseguire il rialzo osservato negli ultimi mesi anche nel prossimo trimestre. Su questo punto possiamo trovare online opinioni veramente molto diverse tra di loro.

La presa di posizione prevalente, tuttavia, è che il trend possa continuare almeno fino a dicembre. Esistono analisti che si stanno spingendo fino a prevedere il superamento della tanto agognata soglia dei $100.000 entro la fine dell’anno in corso.

Non ci resta, a questo punto, che osservare se gli stessi analisti che hanno correttamente previsto il raggiungimento del traguardo dei 60.000 dollari USA nella seconda parte del 2021 dimostreranno di avere la medesima precisione anche nei mesi a venire.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui