Anche quest’ anno è terminato il Primetime Emmy Awards, il più importante riconoscimento per un lavoro televisivo (equivalente al premio Oscar per il cinema, per intenderci) che premia attori, registi, sceneggiatori e serie tv degli Stati Uniti.

La cerimonia di premiazione si è tenuta il 20 settembre 2015 a Los Angeles, al Microsoft Theatre di Hollywood, ed è stata presentata da Andy Samberg, membro della compagnia di comici “The lonely Island”, conosciuta per singoli memorabili e dal significato molto profondo come questo, senonchè attore e doppiatore. Le candidature erano invece state annunciate da Uzo Aduba, attrice di “Orange is the new black”, e “Cat Deeley”, presentatrice per la rete televisiva FOX del reality show “So you think you can dance” il 16 luglio 2015.

emmy
Andy Samberg, il presentatore della serata

I premi assegnati al Primetime Emmy Award sono stati  i seguenti:

  • Miglior serie drammatica:  Il Trono di Spade
  • Miglior serie tv commedia: Veep – Vicepresidente incompetente
  • Miglior attore protagonista in una serie drammatica: Jon Hamm in Mad Men
  • Miglior attore protagonista in una serie commedia: Jeffrey Tambor in Transparent
  • Miglior attore non protagonista in una serie drammatica: Peter Dinklage in Il Trono di Spade
  • Miglior attrice non protagonista in una serie drammatica: Uzo Aduba in Orange Is the New Black
  • Migliore attrice protagonista in una serie drammatica: Viola Davis in Le regole del delitto perfetto
  • Miglior attrice protagonista in una serie commedia: Julia Louis-Dreyfus in Veep – Vicepresidente incompetente
  • Miglior attrice protagonista in una miniserie o film: Frances McDormand – Olive Kitteridge
  • Miglior attore non protagonista in una serie commedia: Tony Hale in Veep – Vicepresidente incompetente
  • Miglior attrice non protagonista in una serie commedia: Allison Janney in Mom
  • Miglior sceneggiatura per un programma varietà: The Daily Show
  • Miglior sceneggiatura per una serie tv commedia: Simon Blackwell in Veep – Vicepresidente incompetente
  • Miglior sceneggiatura per una serie tv commedia: Tony Roche in Veep – Vicepresidente incompetente
  • Miglior reality show-competizione: The Voice
  • Miglior attore protagonista in una miniserie o film: Richard Jenkins  – Olive Kitteridge
  • Miglior sceneggiatura per una serie tv drammatica: D.B. Weiss per Il Trono di Spade
  • Miglior sceneggiatura per una serie tv drammatica: David Benioff per Il Trono di Spade
  • Miglior regia per una serie tv commedia: Jill Soloway per Transparent
  • Miglior regia per una serie televisiva drammatica: David Nutter  per Il Trono di Spade

È evidente il successo riscosso da Il trono di Spade, di certo non una sorpresa data la grande influenza mediatica e le cifre dello share, oltre alle 24 candidature. Anche Trasparent e Veep – Vicepresidente incompetente guadagnano molti riconoscimenti, mentre la serie che “delude” è American Horror Story, con 19 candidature ma nessuna vittoria.

L’ assegnazione dei premi non è però ancora finita, il prossimo imperdibile appuntamento è il 23 novembre 2015 per gli International Emmy Awards, la cui assegnazione dei premi si terrà all’ Hilton di New York.

Maria Pia Napoletano

Greenpeace

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui