siti archeologici (fonte immagine: corrieredellasera.it)

Otto serate, dal 2 ottobre fino al 24, tutti i venerdì e i sabati dalle ore 20,00 alle ore 23,00 (ultimo ingresso alle ore 22,00) nei siti di Pompei, alla Reggia di Quisisana a Castellammare di Stabia Museo archeologico di Stabiae “Libero D’Orsi”, alla Villa di Poppea a Oplontis e a Villa Regina a Boscoreale. A queste aperture serali si aggiunge anche la Notte dei Musei il 14 novembre.

Siti archeologici
Reggia di Quisisana (fonte immagine: napoli.repubblica.it)

Stabia partecipa alle aperture serali dando la possibilità di accedere al Museo archeologico di Stabiae “Libero D’Orsi”, un nuovo spazio museale recentemente inaugurato negli ambienti della Reggia di Quisisana, dedicato all’esposizione di prestigiosi e numerosi reperti del territorio stabiano- alcuni di questi mai esposti in Italia – come affreschi, pavimenti in opus sectile, stucchi, sculture, terracotte, vasellame, oggetti in ferro e bronzo. Il Parco Archeologico di Pompei ha curato l’intero progetto scientifico, e il percorso espositivo del museo si propone di fornire un quadro completo sia di Stabiae che dell’Ager Stabianus dall’età arcaica fino all’eruzione del 79 d.C. Il biglietto di ingresso a uni dei più belli tra i siti archeologici vesuviani è di 3 euro (2 euro il ridotto) e sarà acquistabile esclusivamente online tramite il sito di TicketOne (con un costo di prevendita di 1 euro e 50). Gli ingressi sono scaglionati, ogni mezz’ora: 20.00; 20.30; 21.00; 21.30; 22.00. Le sale del museo sono accessibili a persone con difficoltà motoria.

Siti archeologici
fonte immagine: napolidavivere.it)

Le passeggiate notturne a Pompei interesseranno l’area del Foro, uno dei luoghi più suggestivi dei siti archeologici, sede della vita politica, religiosa ed economica della città antica, attraverso un percorso di suoni e di luci a cura di Enel Sole. Si parte da porta Marina e si conclude il percorso con una proiezione alla Basilica, l’antico palazzo di Giustizia e con l’uscita dal Tempio di Venere su piazza Esedra. Il biglietto di ingresso per Pompei, di 6€ – 2€ il ridotto (gratuità come da normativa) è acquistabile online su ticketone.it  (+ 1,50 € di prevendita) oppure alla biglietteria di Porta Marina. Gli ingressi sono scaglionati ogni mezz’ora secondo i seguenti turni: 20.00; 20.30; 21.00; 21.30; 22.00. A Pompei sarà consentito ingresso per massimo 300 persone per turno. Accesso disabili garantito a Pompei con ascensore dell’Antiquarium.

La villa di Poppea a Oplontis, illuminata per l’occasione, uno degli esempi più belli di villa dell’aristocrazia romana, di grandi dimensioni, di pregevoli qualità negli affreschi e nelle sculture, venne costruita intorno alla metà del I sec. a.c. e poi ampliata in età claudia, e la sua costruzione è attribuita alla seconda moglie dell’imperatore Nerone Poppea Sabina.

siti archeologici
Villa di Poppea (fonte: pinterest.it)

Il biglietto di ingresso di 3€ – 2€ il ridotto (gratuità come da normativa) è acquistabile online su ticketone.it (+ 1,50 € di prevendita) oppure presso la biglietteria del sito. Gli ingressi sono scaglionati ogni mezz’ora con i seguenti turni: 20.00; 20.30; 21.00; 21.30; 22.00. Alla Villa di Poppea sarà consentito ingresso per massimo 40 persone per turno. Sono previste anche alcune iniziative a cura dell’Archeoclub di Torre Annunziata. Accesso disabili con accompagnatore.

A Boscoreale si potrà accedere a Villa Regina, unica villa rustica interamente visitabile tra le numerose fattorie specializzate nella produzione agricola presenti sul territorio pompeiano. Composta da vari ambienti disposti sui tre lati di un cortile scoperto che ospita la cella vinaria con diciotto dolia (orci per la conservazione del vino). L’attività principale era infatti la produzione del vino. Il biglietto di ingresso di 3€ – 2€ il ridotto (gratuità come da normativa) è acquistabile online su ticketone.it (+ 1,50 € di prevendita) oppure presso la biglietteria di Oplontis. Gli ingressi sono scaglionati ogni mezz’ora con i seguenti turni: 20.00; 20.30; 21.00; 21.30; 22.00. A Villa Regina sarà consentito ingresso per massimo 15 persone per turno. Sono previste iniziative a cura della Pro Loco Villa Regina. L’accesso disabili con accompagnatore.

siti archeologici
Villa Regina (credits C. Abbate)

Il 31 ottobre è prevista una ulteriore apertura serale di Pompei, Oplontis e Villa Regina a recupero della serata del 26 settembre scorso nell’ambito delle Giornate Europee del Patrimonio. L’apertura sarà dalle ore 20,00 alle ore 23,00 e il biglietto sarà venduto al prezzo simbolico di 1 euro.

Valentina Cimino

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui