ll 27 gennaio 1945 è una data storica nella quale si ricorda il momento in cui le truppe dell’Armata Rossa liberarono il campo di concentramento di Auschwitz: l’apertura dei cancelli ha segnato, indubbiamente, la rottura delle catene, fisiche ed emotive e il raggiungimento dell’ambita e amata libertà, ma tutto ciò che è rimasto, uno scempio umano anzi disumano non potrò mai essere cancellato. La memoria è come uno specchio dentro la quale si riflette il passato.

Come ogni anno, saranno organizzati diversi eventi per commemorare le vittime dell’Olocausto e non solo: quest’anno questa data è stata scelta, non a caso, anche per trattare un tema scottante che, da sempre, dà filo da torcere e attanaglia tutta l’area e la popolazione campana, in cui sono implicate tante persone, in cui s’intrecciano tante storie, situazioni, in cui la corruzione è il collante di tutto e nel quale ci si chiede lo Stato che ruolo abbia: la Terra dei Fuochi. La città di Portici ospiterà, per l’occasione, il giornalista napoletano Sandro Ruotolo che terrà un dibattito sulla Terra dei Fuochi e i problemi legati all’area campana. L’evento, organizzato dal comitato cittadino “Portici Città Ribelle”, si terrà presso la libreria Mondadori della città di Portici, alle ore 18. Un momento di riflessione, condivisione e soprattutto un incontro utile per tutti coloro che vogliono approfondire l’argomento e porre domande, sciogliere dubbi e confrontarsi. La memoria, in questo caso, aiuta a far luce sui fatti accaduti, a riviverli, a farli venire allo scoperto. E il confronto, la parola, spesso, possono essere delle armi potenti.

Ospiti dell’evento, oltre a Ruotolo, saranno l’attivista Enzo Tosti di Progetto Veritas e i giornalisti Antonio Musella (di Fanpage) e Dario Striano (di L’Ora Vesuviana).

Incontro alla Mondadori
Incontro alla Mondadori

Per ulteriori informazioni, seguire l’evento su Facebook.

Valentina Coppola

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui