Amazon

Un 2020 turbolento non sembra aver cambiato troppo le abitudini finanziarie dei molti investitori fai-da-te che popolano la penisola.

Secondo una statistica di un famoso sito americano, a dominare la top ten delle azioni più richieste dai trader italiani ci sarebbe proprio il colosso di Seattle.

La fiducia in questo titolo è molto alta anche nel resto del mondo, dove però c’è un’attenzione maggiore per aziende più “in movimento” nei prossimi mesi.

Le domande che si sono posti gli specialisti di tradingcenter.it sono due: perché gli italiani preferiscono proprio investire su Amazon e in che modo operano con questa società.

Perché gli italiani preferiscono investire in Amazon

Amazon non è certo una scoperta tricolore quando parliamo di investimenti: tutti i grandi trader al mondo conservano nel proprio portafoglio le azioni della creatura di Bezos. Eppure, proprio qui da noi c’è stata un’impennata considerevole di operazioni circa questo titolo.

Il motivo sembra abbastanza semplice. Amazon è un colosso dell’e-commerce e non solo, con previsioni che nemmeno nei casi più pessimistici diventano davvero negative.

Sembra quindi uno degli investimenti più sicuri che si possano fare al momento, tuttavia ci sono anche altre ragioni.

Amazon ha da poco lanciato un nuovo servizio per la sua piattaforma di streaming, che permetterà di collegare contemporaneamente ben 100 persone, a patto che ognuna possegga un account Amazon Prime.

Un piccolo cambiamento forse, ma che ancora una volta mostra le intenzioni di Bezos, totalmente rivolte ad un’espansione continua in ogni settore e servizio che possa migliorare l’ecosistema societario.

Investimenti continui e perenne espansione sembrerebbero le carte vincenti che hanno convinto tanti italiani ad affidarsi a questa azienda, nonostante Amazon non rilasci neppure dividendi, e nemmeno sembra che possa farlo in futuro.

Tutto ciò non sembra interessare più di tanto agli investitori, anche perché la grandissima parte di essi sfrutta il trading online per queste operazioni.

Come sappiamo questo settore utilizza, tranne che per determinate eccezioni, lo strumento derivato detto CFD, con cui non sarebbe comunque possibile ottenere i dividendi.

Allora perché così tante persone in Italia fanno trading online?

Investire in Amazon con il trading online: una scelta italiana

Rispondere alla precedente domanda non è affatto difficile: come abbiamo accennato, Amazon è ben restia a staccare una cedola per i propri investitori, in linea con molte delle società comprese nell’indice NASDAQ.

Fare trading su azioni Amazon, quindi, non sarà affatto penalizzante. Inoltre, i contratti per differenza permettono di sfruttare sia i trend positivi di un titolo, sia quelli negativi.

In questo modo ci si può sicuramente cautelare in maniera attiva da eventuali sconvolgimenti di mercato, crisi o recessioni.

Oltre a ciò, il settore del trading online è caratterizzato da spese minime se confrontate ad altre forme di investimento.

Investire, ad esempio, in azioni Amazon attraverso la propria banca può essere di certo una buona idea, poiché ci si sta affidando comunque a enti molto affidabili. Tuttavia, le commissioni richieste sarebbero molto alte, mentre fare trading il più delle volte non richiederà il pagamento di nessuna commissione.

I broker di questo settore, spesso, chiedono anche depositi minimi molto bassi. In questo modo riescono di certo ad attirare una clientela più ampia e variegata.

Oggigiorno sono tantissimi coloro che si dilettano con gli investimenti finanziari, e non solo, come qualche decennio fa, le persone facoltose.

Questo ha aperto le vie del mercato un po’ a tutti, ma non va dimenticato che non è certo semplice ottenere profitti investendo in Borsa.

Non stiamo dicendo che sia un settore impossibile da approcciare, ma sicuramente richiederà alcune conoscenze di base: la fortuna qui non può aiutare, dunque inutile tuffarsi in questa esperienza se non si ha nessuna voglia di capire le dinamiche interne dei mercati e di compiere le giuste analisi.

Imparare non è affatto impossibile, comunque. A questo proposito, può essere molto utile costruirsi una base iniziando a leggere gli approfondimenti finanziari di redazioni quali tradingcenter.it, uno dei migliori siti in lingua italiana sull’argomento.

Greenpeace

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui