tombola vajassa (fonte immagine: napolitoday.it)

Anche per questo Natale si rinnova l’appuntamento con la Tombola Vajassa Napoletana che quest’anno – causa forza maggiore – si giocherà online, permettendo così a tutte e tutti di partecipare in totale sicurezza.

La Tombola Vajassa: origini e rituali

La tombola è un gioco nato nel 1734 quando, durante il periodo natalizio, il gioco del lotto era proibito per ragioni religiose. I napoletani quindi, senza perdersi d’animo, crearono un gioco con 90 numeri alternativo e soprattutto casalingo. Ed è grazie a questi 90 numeri che il gioco prende vita e cattura l’attenzione di chi partecipa.

Questa evoluzione prevede un “femminiello” napoletano che sia capace, attraverso la magica estrazione dei numeri, di raccontare storie e situazioni tali, da coinvolgere i partecipanti nella più verace atmosfera della tombola napoletana.

La Tombola Vajassa è la spettacolarizzazione della classica tombola, così come viene giocata nei “bassi” napoletani esclusivamente da donne e “femminielli” (anche se agli uomini è data la possibilità di partecipare). Il femminiello estrae il numero dal panaro proclamando ad alta voce il suo significato secondo la smorfia napoletana: man mano che estrae i numeri il femminiello li associa inventando su due piedi una storia che nasce dalla casualità del sorteggio e dalla sua fantasia. Il linguaggio è colorito, non ci sono limiti, è volgare e molto divertente ed esplicito, e sdogana molti tabù.

La Tombola Vajassa è un’idea dell’associazione culturale Insolitaguida e prima della pandemia di quest’anno era un evento che si svolgeva al Teatro Cabaret Portalba: si partiva con una cena servita ai tavoli che serviva a introdurre la tombola. La tombola, così come da tradizione, veniva condotta da “o femminiello” che iniziava il gioco con la frase “Jammo, numeri e ffore”.

Il fine di questa tombola speciale non è quello di vincere: si gioca per divertirsi, non ci sono scommesse né vincite, ma solo premi scherzosi.

Come giocare quest’anno alla Tombola?

Quest’anno per giocare alla tombola è necessario uno smartphone, un tablet o un computer (non è necessaria la webcam) e acquistare l’ingresso online a questo “teatro virtuale”. Tramite email o tramite WhatsApp si riceveranno le cartelle e tutte le informazioni e le istruzioni per partecipare al gioco. A dicembre, l’ultima tombola vajassa sarà il 31 dicembre alle ore 22.00, a gennaio gli appuntamenti saranno invece venerdì 1 alle ore 17.00 e alle ore 19.00 e ancora il 6 gennaio alle ore 21.00. Il contributo di partecipazione è di 10 euro per una o due persone, più 5 euro per ciascuna persona extra.

Valentina Cimino

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui