Banksy in mostra a Parma
Madonna con pistola, Banksy, Napoli. Fonte immagine: www.flickr.com

Ha fatto parlare spesso di sé Banksy, l’artista dall’identità nascosta le cui opere saranno esposte al Palazzo Tarasconi di Parma in una mostra accompagnata da un palinsesto ricco di eventi ed iniziative per appassionati di street art di tutte le età. L’esposizione, Banksy. Building castles in the sky, è stata patrocinata dal Comune di Parma e dalla fondazione Antonio Ligabue; si terrà dal 18 settembre al 16 gennaio, nel totale rispetto delle normative vigenti contro la diffusione della pandemia da COVID-19.

Chi è Banksy?

Lo street artist di Bristol continua a tenere celata la sua vera identità e a segnare i muri di tutto il mondo con le sue opere antisistema. Provocatorio e dissacrante, è diventato uno dei massimi esponenti della sinistra intellettuale ed anticapitalista: con i suoi graffiti è in grado di dare voce e risonanza agli ultimi, agli emarginati e agli oppressi, mantenendo quello sguardo costante ed orientato sulla realtà e sull’attualità che gli conferiscono la meritata fama su scala globale. Consumismo, capitalismo, violenza, razzismo, povertà e disuguaglianze sono tra i bersagli delle sue invettive, che contribuiscono ad inserirlo a giusto titolo nel novero degli autori contemporanei in grado di esprimere le più aspre critiche alla società post-moderna. Sempre in giro per il mondo alla ricerca di muri spogli e vuoti da disegnare, lascia il proprio marchio in ogni luogo che visita. In Italia, sono poche le città toccate dalla bomboletta spray di Banksy: Napoli e Venezia infatti ne ospitano qualche opera, e adesso, grazie a Banksy. Building castles in the sky, Parma ne accoglierà un’intera esposizione.

A Parma, un palinsesto di iniziative per l’artista di strada

Per accogliere ed accompagnare la mostra, sono in programma diversi eventi mirati alla celebrazione della street art come forma di espressione artistica e culturale. “Muri puliti, popoli muti” recita il detto, e Parma non è certo una città che rimane in silenzio: con Around Banksy, dal 4 settembre è partita una rassegna interamente dedicata a Bansky e all’arte di strada. Tra murales, contest, esposizioni, live painting, tour, visite guidate, video e convegni, la capitale della cultura si trasforma in un covo di appassionati, esperti e neofiti del mondo dei graffiti. Numerose e di varia natura sono quindi le iniziative: da sabato 25 settembre, ad esempio, parte il live painting dedicato alla rievocazione di eventi profondamente radicati all’interno della memoria storica della città di Parma. Assediata dai nazisti, nel 1922 si difese attraverso la creazione di Barricate organizzate dal fronte di Resistenza, in lotta contro le deportazioni nei campi di sterminio di cittadini parmigiani adesso ricordati grazie alle Pietre di Inciampo. Grazie dunque all’opera di valorizzazione artistica del territorio portata avanti dagli street artist, il recupero e la riabilitazione di luoghi in stato di degrado si accompagneranno alla rievocazione di eventi storici fondamentali, la cui memoria sarà onorata da graffiti e rappresentazioni artistiche di strada che colgono a pieno in questo modo lo spirito creativo e l’intento artistico e programmatico portato avanti da un autore eclettico e anticonvenzionale come Banksy.

Giulia Imbimbo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui