Tutti i vincitori delle diverse categorie che hanno presieduto alla cerimonia degli Oscar 2018, la novantesima edizione messa in scena al Dolby Theater di Los Angeles
Tutti i vincitori delle diverse categorie che hanno presieduto alla cerimonia degli Oscar 2018, la novantesima edizione messa in scena al Dolby Theater di Los Angeles

Nella lunga nottata degli Oscar 2018 non sono mancati i colpi di scena, degni della novantesima edizione della più famosa celebrazione cinematografica internazionale. Dopo una intensa passerella che ha portato i protagonisti all’interno del Dolby Theater di Los Angeles, Jimmy Kimmel ha introdotto la cerimonia dei vincitori dopo una toccante presentazione in bianco e nero che risuonava come monito al tempo che inesorabile trascorre anche sulla passerella più famosa di Hollywood.

Passando alle premiazioni, la statuetta per miglior film è andata a The Shape of Water, che fa il bis con la statuetta vinta per la categoria di miglior regia, la quale viene concessa a Guillermo del Toro. Si porta a casa la statuetta come miglior attore protagonista Gary Oldman, che rappresenta Winston Churchill nel film “Darkest Hour”. Successivamente, Frances McDormand si è aggiudicata l’Oscar per la categoria miglior attrice protagonista, avendo sorpreso tutti con la sua memorabile prestazione nel film “Three bilboards outside Ebbing Missouri“.

Per le categorie miglior attore e miglior attrice non protagonista, si aggiudicano l’Oscar rispettivamente Sam Rockwell, attore quarantanovenne che ha recitato nel film “Three bilboards outside Ebbing Missouri“; ed a Allison Janney per il ruolo monumentale portato sul grande schermo dalla pellicola “I, Tonya“.

La statuetta come miglior film d’animazione è andato a Coco“, film della Disney Pixar, scritto e diretto da Lee Unkrich e Adrian Molina. Mentre per la categoria miglior film straniero l’Oscar se l’è aggiudicato la pellicola cilena “Una donna fantastica” (Una mujer fantástica), diretto da Sebastián Lelio; nella categoria miglior sceneggiatura originale trionfa “Get Out” del regista Jordan Peele; e la statuetta della categoria miglior sceneggiatura non originale è andata a “Call me by your name“, scritto da James Ivory e diretto da Luca Guadagnino.

Ecco infine, tutti i vincitori rimasti di questa novantesima edizione degli Oscar 2018:

-Miglior trucco e acconciature: Darkest Hour; Kazuhiro Tsuji, David Malinowski e Lucy Sibbick

-Migliori costumiPhantom Thread; Mark Bridges

-Miglior canzone: Coco; Remember Me (musica e testi di Kristen Anderson-Lopez e Robert Lopez)

-Miglior sonoroDunkirk; Mark Weingarten, Gregg Landaker e Gary A. Rizzo

-Miglior effetti speciali: Blade Runner 2049; John Nelson, Gerd Nefzer, Paul Lambert e Richard R. Hoover

-Miglior cortometraggio d’animazioneDear Basketball, regia di Glen Keane e Kobe Bryant

-Miglior colonna sonoraThe Shape of Water; Alexandre Desplat

-Miglior montaggio: Dunkirk; Lee smith

-Miglior scenografia: The Shape of Water; Mark Weingarten, Gregg Landaker e Gary A. Rizzo

-Miglior cortometraggioThe Silent Child, regia di Chris Overton e Rachel Shenton

-Miglior montaggio sonoro: Dunkirk; Richard King e Alex Gibson

-Miglior fotografia: Blade Runner 2049; Roger A. Deakins

-Miglior cortometraggio documentarioHeaven is a Traffic Jam on the 405, regia di Frank Stiefel

-Miglior documentario: Icarus, regia di Bryan Fogel

Niccolò Inturrisi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui