È arrivata la felicità su Rai Uno

0
25
È arrivata la felicità

È arrivata la felicità e spazza via ogni pensiero.

Magari potesse essere così. In realtà questo è il titolo della nuova fiction di Rai Uno in onda per 12 puntante, chissà che non sia un rischio partire con questi numeri, da Giovedì 8 ottobre, salvo cambi di programma dell’ultimo momento, ma tanto i telespettatori di Rai Uno, visti i recenti balletti di palinsesto, sono abituati.

È arrivata la felicità è una serie prodotta da Publispei, la famosa casa di produzione di Bixio, scomparso prematuramente qualche anno fa. Sceneggiatore di È arrivata la felicità, il grande Ivan Cotroneo già autore di fiction come Una grande Famiglia e Tutti pazzi per amore insieme a Stefano Bises e Monica Rametta.

Protagonisti di è arrivata la felicità sono Claudia Pandolfi e Claudio Santamaria. Un uomo, una donna, una grande storia d’amore. Questa volta, però, sembra essere finita proprio male. Perchè quella che appariva una storia di felicità, come la definiscono Orlando e Angelica, è stata il più grande abbaglio della loro vita. La peggiore disgrazia che potesse capitargli in sorte. Così ne parlano i due protagonisti all’inizio, quando tra loro tutto sembra essere finito. Angelica e Orlando, amareggiati per aver creduto che la felicità fosse arrivata nelle loro vite, si interrogano e cercano di capire perchè tra loro non abbia funzionato.

Parte così questa complessa storia, degna delle più intricate puntate di Un medico in famiglia, non a caso la casa di produzione è la medesima e anche qualche attore. Tutto comincia da una separazione attraverso la quale viene raccontata un’altra separazione. Ma andiamo con ordine. Da un lato lui, persona equilibrata, almeno fino a quando l’amatissima moglie Claudia non lo ha lasciato per andare a vivere ad Amburgo con Gustav, suo collega dell’università. Da allora Orlando ha perso tutta la sua lucidità, si è scoperto gelosissimo, sofferente, incapace di badare ai figli, furioso, ossessionato dal ricordo della moglie. Ha iniziato a odiare tutto il genere femminile e a incolpare Claudia di tutte le sue disgrazie. Insomma è un uomo veramente bisognoso d’aiuto. Compulsivo, incline agli slanci improvvisi, Orlando ha bisogno non solo di aiuto, ma anche di regole e disciplina per riprendere in mano la sua vita e dimenticare Claudia. In altre parole, quello che gli serve è una vera e propria educazione sentimentale. E di questo si farà carico Angelica Camilli.

Dall’altro lato lei Angelica è una madre meravigliosa. Nel corso della sua esistenza ha faticato e non poco. Rimasta vedova molto giovane si è costruita una professione e ha cresciuto le sue figlie da sola. Ma Angelica è anche una donna passionale e intrigante. Questo suo lato si esprime al meglio quando balla il tango e si fa chiamare Paloma, un nome in codice che serve a proteggere il suo segreto. È efficiente, organizzata, intelligente, bravissima nel dare consigli, perfino assennata quando si tratta delle vite degli altri. È affidabile fino al momento in cui non si ricorda di essere quello che in effetti è: una mina vagante, capace di buttare tutto all’aria se si accorge che sta percorrendo la strada sbagliata. Del resto, fa tanto quella che dà consigli agli altri, ma se lei stessa ha bisogno dei consigli di Gianluca, interpretato da Ettore Bassi, il suo marito defunto, qualcosa che non va in questa ragazza deve esserci per forza.

Non ci sono solo questi protagonisti in È arrivata la felicità.

C’è la storia di due genitori che faticano ad accettare l’omosessualità di una figlia che li farà anche diventare nonni, la difficoltà di due ragazze di crescere senza un padre, e quella di due bambini di essere abbandonati dalla propria madre. È arrivata la felicità vuole raccontare un percorso, perché non sempre, come nella vita reale, le cose vanno a buon fine al primo colpo. È un percorso che porterà addirittura chi prima si amava, a diventare amico, ad aiutarsi a vicenda perché questa benedetta felicità prima o poi dovrà arrivare.

Che sia un prodotto nuovo ed innovativo questo ancora non è dato a sapersi. A parlare sarà l’affezione del pubblico.

Quello che è certo è che È arrivata la felicità sicuramente scombussolerà la tranquillità del pubblico di Rai Uno, che avrà a che fare con talmente tanti personaggi, che forse qualcuno se lo potrà pure perdere per strada.

Per scoprire qualcosa in più su È arrivata la felicità, clicca qui

Enrica Leone  

CONDIVIDI
Articolo precedenteMasters 1000: chi entra e chi esce
Articolo successivoL’Aspirina, ieri e oggi
Mi chiamo Enrica Leone, sono nata a Lecco. Diplomata con maturità scientifica, ho intrapreso la carriera universitaria presso la facoltà di Giurisprudenza. Entusiasmo, iniziativa e dinamismo mi hanno da sempre spinto ad andare avanti nel lavoro così come nello studio. Adoro scrivere e questa passione mi ha portata ad intraprendere avventure di ogni genere per poter portare a casa interviste ed acquisire il giusto grado di esperienza, per rendere i miei articoli ancora più miei. Una passione che mi ha portata a pubblicare pochi mesi fa il mio primo romanzo: Basta avere coraggio, presso la casa editrice Arduino Sacco Editore. Non smetto mai di rincorrere i miei sogni ed il più delle volte questi diventano i miei obiettivi che cerco in tutti i modo di raggiungere. Alla scrittura, da poco tempo ho affiancato il lavoro di organizzatrice di eventi di beneficenza ed assistenza alla comunicazione. Mi piace il contatto con il pubblico. A detta di chi collabora con me, sono una persona estremamente precisa, metodica e puntuale. Attenta affinchè il compito affidatomi possa venir portato a termine nel miglior modo possibile e nel tempo necessario. Amo il cinema, la televisione (quella di qualità) e tutto ciò che ha a che fare con lo spettacolo ed è questo ciò di cui mi occupo.

NESSUN COMMENTO