Sanremo 2022 Brividi
fonte immagine: wired.it

Ieri sera si è conclusa la 72esima edizione del Festival di Sanremo. Mahmood e Blanco, con la canzone Brividi, sono i vincitori di Sanremo 2022. Al secondo posto Elisa con O forse sei tu, al terzo gradino del podio Gianni Morandi con Apri tutte le porte.

Ad affiancare Amadeus in questa ultima serata è stata una meravigliosa Sabrina Ferilli, ironica, diretta, che ha portato sul palco un meta-monologo che ci invita a riflettere e ad ascoltare chi “si sporca le mani” su argomenti importanti come razzismo, inclusione, schwa, mansplaining, femminismo, disabilità. Super ospite della serata Marco Mengoni. E un omaggio bellissimo – durato però troppo poco – a Raffaella Carrà.

Dopo quattro serate del Festival di Sanremo la finale è una carrellata di canzoni (giustamente), di saluti e ringraziamenti. Hanno vinto coloro i quali erano già stati decretati come vincitori alla prima apparizione: Mahmood e Blanco. Mahmood aveva già vinto Sanremo nel 2019, con la canzone Soldi – e forse qui in maniera del tutto inaspettata-; era da Peppino Di Capri (1973-1976) che un artista non faceva il bis entro un lasso di tempo così breve. Blanco, invece, con i suoi 18 anni, è l’artista maschile più giovane ad aver vinto Sanremo.

Sanremo 2022 Brividi
fonte immagine: ilfattoquotidiano.it

Al secondo posto Elisa, di bianco vestita (novella Galadriel, ma mora), con il brano O forse sei tu, tornata al Festival dopo più di 20 anni: era il 2001, per essere precisi, quando quel Festival lo vinse con Luce (Tramonti a Nord-Est). Benedetta da Raffaella Carrà, che quell’anno era la presentatrice.

Sanremo 2022 Brividi
fonte immagine: raiplay.it

Al terzo posto Gianni Morandi: Apri tutte le porte è un brano divertente, senza pretese, scritto con Jovanotti. Gianni Morandi vero outsider del Festival, un artista consapevole della sua carriera che non ha più alcunché da dimostrare. E che comunque sale sul podio (e poi chiede scusa a Irama perché è arrivato prima di lui).

Il Premio della critica – Mia Martini è stato assegnato a Massimo Ranieri. Premio della sala stampa Lucio Dalla a Gianni Morandi; Premio Sergio Bardotti assegnato dalla commissione musicale per il miglior testo a Fabrizio MoroPremio Bigazzi per la miglior composizione musicale assegnato dall’orchestra a Elisa.

È stata un’edizione da record di ascolti: tanto che si parla già di un quarto mandato da direttore artistico e conduttore per Amadeus. Sono stati 13,380 milioni gli spettatori che hanno seguito il festival, pari al 64 per cento di share.

Ed è stato un Festival anche all’insegna social, e di gioco, un Festival che unisce e riunisce vecchie e nuove generazioni. E a un certo punto la totale anarchia sul palco: Papalina, zia Mara, i bonus e i malus, saluti al pubblico, baci alla telecamera. Quest’anno un altro dei protagonisti ufficiosi di Sanremo è stato il FantaSanremo. FantaSanremo è il cugino pop del più famoso Fantacalcio: 100 Baudi a disposizione, 5 cantanti da scegliere per formare la propria squadra, un regolamento, le Leghe, i punti. Una classifica che si aggiorna di sera in sera. Un fenomeno in ascesa, sempre più.

Omaggio a Raffaella Carrà

Sanremo 2022 Brividi
fonte immagine: imperianews.it

Omaggiare Raffaella era cosa necessaria e dovuta. Una donna e un’artista straordinaria, un’avanguardista dei suoi tempi. Colei che ci ha insegnato la libertà di essere noi stessi sempre e comunque. Omaggio legato all’anteprima mondiale del musical a lei dedicato e da lei ispirato: Ballo Ballo, tratto dal film Explota Explota.

Sulle note dei brani portati al successo da Raffaella Carrà – Ballo Ballo, A far l’amore comincia tu, Rumore, Fiesta – e con l’ultimo cameo cinematografico dell’artista – apparso nel film di Nacho Alvarez, cui il musical Ballo Ballo si ispira – vanno così in scena le coreografie firmate per l’occasione da Laccio, uno dei giovani direttori artistici e coreografi italiani più eclettici e poliedrici, con l’amichevole coordinamento artistico di Sergio Iapino, presente in platea: una ballerina di spalle, che sembra un ologramma, con il caschetto biondo dell’indimenticabile Raffaella, un corpo di ballo scatenato, e alla fine lei che va via con la valigia. Grazie di tutto Raffaella, eri la più grande.

La classifica finale di Sanremo 2022

1. Mahmood e Blanco – Brividi
2. Elisa – O forse sei tu
3. Gianni Morandi – Apri tutte le porte
4. Irama – Ovunque sarai
5. Sangiovanni – Farfalle
6. Emma – Ogni volta è così
7. La Rappresentante di Lista – Ciao ciao
8. Massimo Ranieri – Lettera di là dal mare
9. Dargen D’Amico – Dove si balla
10. Michele Bravi – Inverno dei fiori
11. Matteo Romano – Virale
12. Fabrizio Moro – Sei tu
13. Aka7even – Perfetta così
14. Achille Lauro – Domenica
15. Noemi – Ti amo non lo so dire
16. DitonellaPiaga e Rettore – Chimica
17. Rkomi – Insuperabile

18. Iva Zanicchi – Voglio amarti
19. Giovanni Truppi – Tuo padre, mia madre, Lucia
20. Highsnob e Hu – Abbi cura di te
21. Yuman – Ora e qui
22. Le Vibrazioni – Tantissimo
23. Giusy Ferreri – Miele
24. Ana Mena – Duecentomila ore
25. Tananai – Sesso occasionale

Una classifica che lascia molti dubbi: alcune canzoni meritavano davvero un posizionamento più alto. Ma si sa, Sanremo è Sanremo e ci sono sempre troppe sorprese. Tranne, quest’anno, la vittoria di Brividi. Letteralmente “Cronaca di una vittoria annunciata” (semi cit.): vittoria meritatissima, e il prossimo obbiettivo è l’Eurovision. Dopo il trionfo dei Maneskin lo scorso anno ce la sentiamo di sperare nel bis? Chissà…

Nel dubbio, incrociamo le dita!

Valentina Cimino

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.