Arredamento del soggiorno

All’inizio di ogni anno gli appassionati di interior design si pongono una sola domanda: quali saranno le tendenze per l’arredamento che andranno per la maggiore? Il 2022 è senza dubbio un anno particolare, che arriva dopo un periodo che ha messo tutti a dura prova a causa dell’emergenza sanitaria. La pandemia ha avuto delle conseguenze su ogni aspetto della nostra vita, e il mondo dell’interior design non fa certo eccezione. In un momento storico così significativo, nel quale è aumentata in maniera esponenziale la quantità di tempo trascorso in casa, gli spazi in cui viviamo hanno assunto ancora più importanza. È aumentato il bisogno di percepire la casa come un luogo sicuro e rispondente alla nostra personalità: questo si è tradotto in un’attenzione sempre maggiore al mondo dell’arredamento e del design. In questo quadro, uno spazio al quale è stata dedicata una cura particolare è il soggiorno: area living per eccellenza, è l’ambiente in cui le famiglie si ritrovano e consolidano i propri rapporti. Ed è questo lo spazio privilegiato in cui si accolgono e si sperimentano gli ultimi trend dell’arredamento, che in questo 2022 si prospettano brillanti e originali: vediamone alcuni.

Minimalismo e forme arrotondate

Gli esperti suggeriscono che nel 2022 la tendenza minimal spopolerà nei soggiorni. Le regole di questo stile sono molto elementari: forme semplici ed eleganti, oggetti funzionali e poliedrici, palette di colori delicate ed evitare irregolarità e contrasti eccessivi. Le forme arrotondate sono un must per quanto riguarda i mobili e gli elementi decorativi: molto di moda sono divani, pouf e poltroncine di forma semicircolare, perfette per dare un tocco di armonia alla stanza. È bene prestare una certa attenzione anche alle sedie: sono da evitare le strutture spigolose e i materiali freddi come la pelle, meglio orientarsi su sedie da soggiorno moderne con contorni e rivestimenti morbidi: l’armonia e la duttilità sono le regole d’oro per l’arredamento del soggiorno 2022. A differenza della cucina, le cui priorità per quest’anno sembrano essere quelle della tecnologia e dell’innovazione, i soggiorni si aprono sempre di più al mondo del soffice, che abbraccia la morbidezza nei tessuti e nei rivestimenti.

La scelta di materiali riciclati

Il tema della natura e dell’ecosostenibilità è la colonna portante delle tendenze dell’arredamento nel 2022. Probabilmente, il tempo trascorso in casa ha favorito l’insorgere di una nuova sensibilità nei confronti del mondo naturale, perlomeno nell’arredamento: per questo nel 2022 si prediligono i soggiorni arricchiti da dettagli in materiali riciclati e a basso impatto ambientale. Gli stili d’arredo che si sposano con una scelta di questo tipo sono principalmente i seguenti:

  • Stile nordico. Questo stile si distingue per le linee armoniose, sobrie ed essenziali. Il materiale prevalente è il legno, rigorosamente al naturale e ancora meglio se tipico del Nord Europa (betulla, quercia, noce ecc.). Inoltre, lo stile nordico predilige le forme lineari e geometriche capaci di donare purezza e semplicità agli arredi.
  • Stile rustico. Questo stile richiama case di campagna, fattorie e cottage. Possiamo distinguere tra stile rustico autentico e arredamento rustico contemporaneo. Nel primo caso, si utilizzano mobili realizzati dagli artigiani nelle falegnamerie, dall’aspetto autentico e vissuto che può manifestarsi anche con la presenza di imperfezioni come fessure, nodi e nervature. L’arredamento rustico contemporaneo, invece, predilige mobili in abete, acacia o pino massiccio, che possono essere abbinati a laminati plastici di vario genere.

In entrambi i casi, come abbiamo visto, è evidente la prevalenza del legno come materiale privilegiato per l’arredo. Lo ritroviamo ovunque: la naturalezza del faggio, dell’abete o del frassino rendono accogliente ogni spazio e conquistano il design.

A questo si affiancano altri due materiali di tendenza per il 2022, ossia il vetro e il marmo. Il vetro consente di creare dei suggestivi giochi di luce e trasmette un senso di pulizia e luminosità, con cui si possono creare trasparenze che permettono di giocare con lo spazio. Il marmo, grazie alla sua lavorazione, non richiede un consumo energetico eccessivo. Insomma, la parola d’ordine è ecosostenibilità: largo a tessili in cotone e lino e soprattutto a prodotti da fonti sostenibili, come rattan, alluminio e metalli riciclati, ma anche altre soluzioni d’avanguardia segnalate dagli esperti costruire con materiali sempre più ecosostenibili.

I colori per il soggiorno

Come si è detto, il 2022 è l’anno del minimal 2.0, che prevede l’uso di colori sobri e non eccessivi. Ma questo non significa che i colori non possano diventare lo specchio di nuove tendenze: proprio l’attenzione alla natura e all’ecosostenibilità si traduce nella scelta di tonalità che si ispirano ai paesaggi naturali, come boschi e deserti.

Largo quindi ai colori confortevoli come l’ocra, che può sfumare nel bronzo o nel cannella, oppure essere selezionato nel bellissimo accostamento con il grigio scuro o il verde bosco.

Ma il 2022 è soprattutto l’anno del blu: una delle tendenze più in voga sarà proprio l’accostamento tra il blu scuro e il legno, meglio ancora se ad arricchire l’ambiente sono presenti dettagli color oro.

Un altro colore di tendenza è il verde oliva. Adatto anch’esso a sposarsi con il legno, il verde oliva favorisce la connessione con la natura ed è perfetto per donare alla casa un effetto country chic.

Quotidiano indipendente online di ispirazione ambientalista, femminista, non-violenta, antirazzista e antifascista.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui