Mutuo prima casa

Coma si calcola il mutuo sulla prima casa? Una delle domande più ricercate in rete anche se una risposta univoca, ovviamente, non esiste. In linea generale la rata e i relativi interessi da pagare cambiano a seconda del capitale che si va a finanziare oltre che al tasso di interesse che l’istituto di credito scelto stabilisce.
Di base il mutuo sulla prima casa può essere di due diverse tipologie: a tasso fisso o a tasso variabile. La differenza risiede nella cifra da rimborsare, ovvero nella tipologia di tasso applicato. Parlando di tasso fisso la banca che eroga si baserà sul valore dell’Eurisis, quindi un valore oggettivo; viceversa, nel caso di tasso variabile, i parametri di riferimento sono Euribor e BCE.

Come scegliere il mutuo più adatto

Prima di scegliere il mutuo da sottoscrivere è bene informarsi ed effettuare alcune simulazioni per capire a cosa si va incontro. In linea di massima il consiglio che si tende a dare in questi casi è di optare per una rata mensile che non dovrebbe essere maggiore di 1/3 dello stipendio.
Parlando in termini generali, optare per il tasso fisso è consigliabile nel caso in cui i redditi siano costanti nel tempo e si sottoscriva un contratto a lungo termine; nel caso invece di mutuo a stretto giro, come ad esempio 10 anni, è più vantaggioso il mutuo a tasso variabile. Il tasso fisso garantisce una rata costante nel tempo mentre il variabile si adegua alle variazioni del mercato.

Come si calcola la rata del mutuo prima casa

Come si calcola la rata del mutuo sulla prima casa? In rete ci sono diversi simulatori online per calcolare la rata, come nel caso del sito del notaio Padova, Notaiotassitani.it. Importante, per calcolare la rata, è conoscere quali sono i parametri che influenzano la rata finale.
Ogni singola rata del mutuo sulla prima casa viene calcolata a seguito di un conteggio apposito che si basa su algoritmi matematici e che comprendono il piano di ammortamento. Si tratta, per l’appunto, del programma di restituzione del capitale totale quando si richiede un prestito a una banca per pagare il mutuo.
Il piano di ammortamento per il mutuo sull’acquisto della prima casa si calcola scomponendo le varie rate in quote capitale e quote interessi: in questo modo si va a conoscere il capitale residuo dovuto a seguito del pagamento di ciascuna rata.
Da ricordare infine che in fase di valutazione del mutuo per la prima casa si deve tenere conto di fattori quali spese di istruttoria e imposta sostitutiva: le prime cambiano in base all’istituto di credito scelto, l’imposta sostitutiva varia in una forbice tra lo 0,25% e il 2%.

Giornalista, web writer e consulente Seo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui