Home Varie Settore estetica in crescita, i dati in Italia

Settore estetica in crescita, i dati in Italia

215
Settore estetica in crescita
Fonte: kpcommunication.it

Continua a crescere il settore dell’estetica, un comparto che naviga a gonfie vele per una serie di motivi che lo hanno reso quasi del tutto impenetrabile dalla crisi economica. Si parla di un macrocosmo al cui interno trovano spazio realtà di ogni genere, dai trattamenti di chirurgia estetica, sempre molto richiesti, agli interventi più soft, meno invasivi.
Il tutto partendo sempre e comunque da una tendenza incontrovertibile: le donne italiane pongono la massima attenzione al proprio aspetto estetico, a prescindere dalla tipologia di approccio che si va a prevedere.

Chirurgia estetica o interventi soft

I numeri parlano chiaro: in tutto il mondo vengono spesi ogni anno oltre 8,5 miliardi di euro per le sostanze chimiche necessarie a praticare interventi di chirurgia estetica. Ed analizzando la classifica dei Paesi dove la richiesta è più pressante si trovano gli Stati Uniti al primo posto, poi il Brasile, il Giappone e, quindi, in quarta posizione, l’Italia. 
Una pulsione irrefrenabile, quella di apparire al top, al meglio delle proprie potenzialità e talvolta anche oltre. Alcuni sondaggi hanno evidenziato come, sempre in Italia, soltanto 1/3 delle donne esclude a priori il ricorso ad interventi con bisturi, quindi di chirurgia estetica. Glutei, pancia, seno e naso sono i più frequenti.
Accanto a questo approccio si è sviluppata poi la tendenza a ricorrere a trattamenti soft, che non abbiano necessità di ricorrere al bisturi ma che riescono ad essere, oggi, efficaci.

I trattamenti estetici più richiesti

Ne parliamo con il Centro Estetico Indaco, che è un riferimento su Roma per trattamenti di questo genere. E ci confermano che “i trattamenti di estetica soft, senza bisogno di approcci chirurgici, sono sempre più richiesti e si sono ormai affinati. Quindi, con interventi non invasivi né dolorosi o rischiosi è possibile raggiungere standard di bellezza non da poco”.
Un novero di trattamenti realmente ampio, che copre uno spettro enorme di necessità. Come ci confermano ancora dal Centro Indaco, “si parla di interventi di varia natura: dal trucco permanente per correggere inestetismi del viso passando per tutto ciò che è bellezza del corpo, in particolare contrasto alla cellulite. Una domanda sempre crescente e, possiamo aggiungere, trasversale, dato che comprende tanto le donne quanto gli uomini. Anche i maschi ormai investono soldi per trattamenti di natura estetica con l’obiettivo di migliorare il proprio aspetto”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui