Spremuta d'arancia

È una delle bevande più consumate in tutto il mondo, grazie alle sue proprietà benefiche per l’organismo che la rendono un vero e proprio elisir per la nostra salute. Stiamo parlando della spremuta d’arancia, succo che anche in Italia rappresenta la bibita ideale per dissetarsi e rinfrescarsi e allo stesso tempo conferire al proprio fisico i nutrienti per la sua buona funzionalità.

Il succo di arancia, così come le altre spremute di agrumi in generale, è particolarmente bevuto a colazione, portando quell’energia necessaria per iniziare al meglio la giornata e rafforzare le difese immunitarie.

Grazie alla presenza della vitamina C, infatti, la spremuta d’arancia è un rimedio naturale contro gli stati influenzali, le infiammazioni e l’insorgere dei radicali liberi, anche per il suo contenuto di antiossidanti che rallentano l’invecchiamento cellulare e riducono il rischio di tumori, ai quali si aggiunge la vitamina A, responsabile della riproduzione cellulare, e la vitamina B9 (acido folico) per la sintesi delle proteine.

Per questo, le spremute sono particolarmente indicate anche per chi fa sport o è attento alla linea, avendo una bassa quantità di calorie e la sua funzione di reidratazione dopo la perdita di sali minerali di cui è ricca, con potassio, calcio, zinco, rame e fosforo.

Perché utilizzare una spremiagrumi

Per poter beneficiare pienamente delle proprietà della spremuta d’arancia è necessario però che il succo sia estratto da agrumi freschi, preferendolo a quelli di realizzazione industriale che durante il processo di produzione perdono grandi quantità delle sostanze nutritive, oltre all’aggiunta di coloranti, addensanti, conservanti e aromi che possono essere nocivi per il nostro organismo o non indicati in presenza di talune allergie o intolleranze.

Al riguardo, quindi, per venire incontro alle esigenze della propria clientela, le attività di ristorazione, in particolare i bar, sono dotati di macchine spremiagrumi, che da una parte lasciano intatte le caratteristiche nutrizionali della spremuta, e dall’altra permettono un rilevante risparmio di tempo grazie alla loro automazione, ma anche di denaro, avendo queste attrezzature una resa massima in termini di estrazione, offrendo un prodotto finale fresco e dal sapore naturale rispetto a quelli confezionati.

I momenti della giornata migliori per poter consumare questa bevanda sono metà mattinata o nel pomeriggio, possibilmente lontano dai pasti. Il successo della spremuta è testimoniato anche dal fatto che sono state create delle diete ad hoc che hanno messo al centro l’aranciata, non solo per motivi legati al dimagrimento ma anche per la sua azione detox per il nostro fisico.

Oltre all’arancia è possibile estrarre il succo anche di altri agrumi, sempre con risvolti positivi per il benessere del nostro organismo. Le più diffuse sono le spremute di mandarino, di pompelmo, ma anche di limone o cedro.

Le spremiagrumi di QOrange

Tra le società leader nel settore della fornitura di spremiagrumi troviamo Italian Slow Food, che con il suo marchio dedicato QOrange propone macchine di assoluta qualità grazie alle loro caratteristiche a livello di materiali utilizzati, funzionalità, praticità e resa.

I vantaggi delle macchine QOrange risiedono nella possibilità per i gestori dei locali di ristorazione di poter disporre di macchine interamente prodotte di Italia, con materiali che rispondono agli alti standard di sicurezza e qualità richiesti dal settore, in conformità con la normativa europea. La facilità nell’utilizzo e la semplicità di installazione e il mino ingombro rendono queste spremiagrumi ideali per i bar, le caffetterie e piccole attività di ristorazione, potendo azionarle semplicemente con un pulsante, senza la necessità di un’esperienza specifica in questo senso, evitando attese e il bisogno di dover continuamente pulire il piano di lavoro.

I diversi modelli disponibili permettono di scegliere quello più coerente con le proprie esigenze di somministrazione, mentre la grande capacità di estrazione del succo consente di ridurre al minimo gli sprechi e risparmiare sulle quantità di arance o di agrumi da dover utilizzare per ogni singola ordinazione, senza contare la velocità con la quale è possibile realizzare la bevanda.

In pochissimi secondi, infatti, i clienti potranno gustare la propria spremuta, sicuri di poter contare su un prodotto di qualità e sempre fresco.

Giornalista, web writer e consulente Seo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui