rilasciare un preventivo

Chiunque operi liberamente in ambito lavorativo, ad esempio tutti i liberi professionisti, riceve con una certa frequenza la richiesta di rilasciare un preventivo per la prestazione al cliente. Richiesta che dovrebbe essere evasa nel miglior modo possibile, cercando di lasciare l’idea di avere a che fare con professionisti di livello.

Ovviamente, non esiste uno standard uniforme per preventivi, un modello da seguire a prescindere. Dipende sempre tutto dalle richieste, ed è un discorso profondamente soggettivo. Eppure, pur non esistendo un preventivo perfetto, ci sono alcuni accorgimenti che devono essere comuni e che non possono essere tralasciati.

Vediamo, in linea generale, un modello di preventivo che possa essere efficace e vincente.
Il primo aspetto da tenere a mente è che a fare la differenza non è soltanto il prezzo finale proposto (che ovviamente avrà un peso enorme nella scelta definitiva del cliente), ma anche il modo in cui ci si pone nei confronti del cliente. In questo campo, purtroppo o per fortuna, anche l’abito fa il monaco.

Paradossalmente, poi, non è detto che presentare una cifra molto conveniente possa essere da stimolo per il cliente; il rischio potrebbe essere quello di generare l’effetto opposto, dando l’idea di un servizio poco professionale o comunque non troppo di qualità.

Un preventivo efficace deve essere corredato da:

  • una data (tanto a quella di emissione della proposta, quanto alla data di consegna dei lavori);
  • i dati delle parti;
  • l’elenco dettagliato dei servizi e dei prodotti che si andranno ad acquistare;
  • la cifra richiesta per il lavoro

Un preventivo altro non è che un calcolo dei costi previsti per un lavoro. Di conseguenza, non c’è la necessità di essere eccessivamente prolissi, ma, sempre entrando nel dettaglio preciso dei servizi che si stanno offrendo, si può cercare di andare dritti al punto ed essere il più possibile sintetici.

Un preventivo è il modo in cui ci presentiamo a un potenziale cliente. Un documento che, se stilato in modo corretto ed efficace, può determinare l’inizio di un rapporto di lavoro con un cliente. Una sorta di biglietto da visita dei servizi che dobbiamo andare a fornire a un potenziale cliente. E visto che, come si dice in questi casi, non c’è una seconda opportunità di fare una buona prima impressione, meglio inviare un preventivo chiaro, preciso, dettagliato e il più possibile efficace.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui