La ristrutturazione di una casa richiede tempo, energie e un investimento economico importante. Per affrontare al meglio ogni fase dell’intervento è fondamentale conoscere tutti i passaggi da effettuare e avere una stima di costi e tempi per poter programmare le spese e la durata dei lavori.
Per le ristrutturazioni edilizie ci sono inoltre diverse agevolazioni fiscali che permettono di rientrare di alcuni costi e questo aiuta molto nella decisione di intraprendere un progetto di ammodernamento dell’abitazione. Bisogna però affidarsi a professionisti specializzati per produrre in modo corretto la documentazione richiesta e per ottenere senza problemi i bonus previsti dalla legge. Prima di iniziare concretamente i lavori, è necessario fare una lista degli interventi da effettuare, richiedere un preventivo accurato dei costi e pianificare un timing per la realizzazione del progetto. Vediamo insieme cosa sapere di queste fasi preliminari e come è meglio agire.

Valutazione dei lavori

Il primo passaggio è quello che riguarda il sopralluogo per capire quali sono i lavori da intraprendere. Il consiglio è di classificare gli interventi in base all’urgenza per avere ben chiaro quelli da effettuare per primi. I servizi di consulenza per progetti di ristrutturazione, come quello offerto da Bassetti Home Innovation, prevedono un incontro preliminare per stabilire le priorità dell’intervento e per realizzare un preventivo accurato di ciò che occorre. Il computo metrico in vista di una ristrutturazione è un documento che contiene l’elenco dei lavori da realizzare e il loro costo, e rappresenta uno degli strumenti più efficaci per avere un’idea generale dell’impegno economico da affrontare. Costituisce una prima fotografia reale di ciò che si intende realizzare ed è uno strumento prezioso per quantificare la portata dell’investimento.

Costi medi

Ogni ristrutturazione ha delle proprie peculiarità e quindi è molto difficile stimare dei costi medi validi per tutte le tipologie di intervento. Si può fare una stima in base ai metri quadri della casa e agli interventi da realizzare. Una ristrutturazione con materiali economici parte da 500€ al metro quadro. Se si scelgono materiali di alta qualità o con particolari caratteristiche si arriva fino a 1.200€ al metro quadro. Ulteriori costi riguardano le spese burocratiche, il costo degli impianti e i diversi elementi d’arredo, oltre al costo di professionisti come architetti e ingegneri che supervisionano il lavoro e che certificano il rispetto delle norme di legge. In linea di massima quindi si può affermare che la ristrutturazione completa di una casa di 30 mq ha un costo che va dai 15.000 ai 36.000 euro; una ristrutturazione completa di una casa di 60 mq va dai 30.000 ai 72.000 euro e una ristrutturazione completa di una casa di 120 mq va dai 60.000 ai 140.000 euro. Con le agevolazioni edilizie previste dallo stato si può ridurre notevolmente l’investimento con sconti immediati in fattura o con rimborsi Irpef.

Bonus da sfruttare

Nella Legge di Bilancio 2022 lo Stato ha prorogato numerose agevolazioni per la ristrutturazione della casa fino al 2024. Rientrano in questo pacchetto di interventi i bonus per l’efficientamento energetico, il bonus per rendere le abitazioni antisismiche e anche una serie di bonus “accessori” per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici, per la ristrutturazione degli interni e per la realizzazione di impianti di domotica. Per capire quali bonus è possibile utilizzare, il consiglio è quello di consultare le guide e le informazioni sui canali istituzionali e di richiedere una consulenza specializzata da parte di professionisti del settore, in grado di affiancare gli utenti nella compilazione di una serie di documenti necessari per ottenere il riconoscimento dell’agevolazione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.