Margot Robbie

Meravigliosa, bravissima e stupenda. Al pari con le attrici più belle di Hollywood. Lei è Margot Robbie, classe ’90, nata nel Queensland, in Australia. Origini un po’ turbolente – padre separato dalla madre – praticamente assente con una voglia matta di diventare famosa.

E ci è riuscita alla grande, spaccando lo schermo. Al cinema la ricordiamo in moltissimi ruoli, più o meno da protagonista, tra i quali l’indimenticabile interpretazione nel film “The Wolf of Wall Street”, accanto a un altro bello del cinema americano, tale Leonardo DiCaprio.

Scopriamo qui la sua storia e i suoi successi sul piccolo schermo.

Gli inizi di Margot Robbie

Diplomata nel 2007 al Somerset College di Gold Coast, Margot Robbie inizia a studiare legge ma il suo sogno è diventare un’attrice riconosciuta in tutto il mondo. Sospende gli studi per lavorare e poter andare nella patria del sogno: Hollywood.

Nel 2007 c’è già il suo primo ingaggio in Vigilante di Aash Aaron e I.C.U..Si fa subito notare per la sua bravura e bellezza, tanto che l’anno dopo comincia a girare anche spot pubblicitari e ad apparire nella televisione australiana. Inoltre, sempre nel 2008, interpreta un ruolo non proprio da protagonista nella soap opera del suo paese Neighbours ma, con il tempo, acquisisce sempre più importanza.

Siamo agli albori del suo successo.

Arriva il successo per Margot Robbie

Nel 2009 ci sono i primi segnali di un’artista pronta al decollo professionale. Collabora con alcuni personaggi famosi nel canale australiano Network Ten. Nel 2010 abbandona l’Australia per andare a Hollywood. L’inizio, però, è in salita: partecipa alla serie Pan Am ma gli ascolti sono bassi.

Nel 2012 fa parte della commedia Questione di tempo di Richard Curtis, al fianco di personaggi di rilievo. Nel 2013 però fa il boom, partecipando al film “The Wolf of Wall Street”.

Il ‘boom’ di Margot Robbie in The Wolf of Wall Street

Come detto, qui recita con Leonardo DiCaprio e interpreta Naomi Lapaglia, la seconda sposa di Jordan Belfort. Successo per tutti: il film in generale e di lei stessa. Apprezzata da chiunque, a tal punto da ricevere una candidatura agli MTV Movie Awards come miglior performance rivelazione femminile e un Empire Award nella medesima categoria. E qui, ormai va tutto in discesa.

Nel 2015 lavora anche con Will Smith in ‘Focus – Niente è come sembra’ e ottiene un altro riconoscimento: nomination ai BAFTA come migliore stella emergente. Continua a raccogliere prestazioni ottimali, tanto che viene, sempre nel 2015, inserita di diritto tra le giovani emergenti nel campo del cinema. Partecipa, con una breve parte, anche alla commedia ‘La grande scommessa’, pellicola che è stata anche candidata all’Oscar.

Margot Robbie dopo il successo con Leonardo DiCaprio

Continua per Robbie il successo. Prima lavora con Tina Fey in ‘Whiskey Tango Foxtrot’, per parlare della guerra in Afghanistan nel 2014 con gli occhi di una giornalista e, poi, nel 2016, interpreta la parte di Jane Porter in The Legend of Tarzan.

Sempre nel 2016, in Suicide Squad interpreta una ex psichiatra e ottiene il plauso della critica. L’anno dopo il Times la inserisce tra i 100 personaggi più influenti.

Inevitabile la candidatura come migliore attrice all’Oscar, arrivata nel 2018. Inoltre, Chanel la sceglie come nuovo volto e, nello stesso anno, ha il privilegio di interpretare la regina Elisabetta I d’Inghilterra. Interpretando la Tudor, riceve sia la candidatura al SAG Award sia al BAFTA per miglior attrice non protagonista.

Nel 2018 ha il privilegio anche di lavorare con Quentin Tarantino nella pellicola C’era una volta a… Hollywood.

Il cast? Leonardo DiCaprio, Al Pacino e Brad Pitt. Non certamente gli ultimi arrivati. Il film arriva nel 2019 e ottiene il plauso della critica. Diventa nel frattempo, secondo Forbes, l’ottava attrice più pagata.

Nel 2019 ottiene varie candidature, ma da segnalare ci sono anche alcuni flop. L’annus orribilus è il 2020 quando sia con Birds of Prey che con The Suicide Squad – Missione suicida, ottiene qualche critica e gli incassi sono inferiori a ciò che ci si aspettava. Da segnalare che, comunque, il 2020 è stato l’anno della pandemia. In ogni caso, però, nel 2021 ottiene la candidatura in veste di produttrice per il film ‘Una donna promettente’. 

Per quanto riguarda la vita privata, è sposata dal 2016 con Tom Ackerley. Il matrimonio è avvenuto in Australia.

Quotidiano indipendente online di ispirazione ambientalista, femminista, non-violenta, antirazzista e antifascista.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui