infusi a freddo

Immaginiamo di tornare a casa dopo una lunga giornata di lavoro, da soli, con la famiglia o con gli amici, decidiamo di concederci 10 minuti per fare un break e rilassarci con una salutare tazza di tè delle migliori qualità. I benefici che gli infusi a freddo possono apportare all’organismo vanno dal distendere muscoli e nervi, alleviare il senso di fatica, apportare una notevole quantità di sali minerali, utili all’organismo per svolgere le normali funzioni e soprattutto garantire un minimo apporto di fibre, poiché è proprio nella buccia della frutta che è contenuta la maggiore quantità di queste sostanze oltre a vitamine e sali minerali.

Cosa sono gli infusi a freddo

Gli infusi sono delle bevande ottenute da un procedimento chiamato infusione, realizzato con le piante macerate e lasciate in acqua calda. Si possono utilizzare varie parti della stessa pianta, foglie, frutti e radici. Gli infusi sono un toccasana per il nostro corpo perché in quell’acqua vengono rilasciate molte sostanze utili come sali minerali, vitamine e fibre.

Ma quando arriva l’estate molte persone non riescono a concepire l’idea di dover bere una bevanda calda, altri invece vanno di fretta e non hanno il tempo di aspettare che questa diventi fredda. Infatti gli infusi migliori sono quelli che lasciano in infusione per alcune ore le parti della pianta, da cui estrarre la maggior parte dei nutrienti. Per questo esistono dei particolarissimi infusi a freddo, che hanno il beneficio di essere preparati con rapidità, senza perdere i benefici ottenuti col metodo classico.

L’importanza dell’agricoltura biologica

La regola tuttavia è sempre la stessa: bisogna accertarsi della serietà dell’azienda, dell’origine delle parti della pianta utilizzate per la realizzazione dell’infuso, che siano esse foglie oppure frutti, perché questi devono essere necessariamente di agricoltura biologica, dunque non devono recare nessun tipo di residuo di fertilizzanti e di fitofarmaci. Del resto una pianta che cresce naturalmente, in un ambiente sano e naturale, porterà con sé delle fragranze che le piante ottenute mediante l’agricoltura intensiva non hanno.

Le tisane a freddo sono pensate per poter dare gli stessi benefici di quelle ottenute mediante l’uso di acqua calda ma, in questo caso, si otterranno mediante un processo di lavorazione, che rispetti le qualità organolettiche del preparato e consenta di ottenere una solubilità immediata. In questo modo sarà possibile gustare tutte le proprietà di un infuso anche d’estate, semplicemente immergendolo in acqua fredda.

Il processo di lavorazione che consente di ottenere infusi solubili anche a freddo, è pensato per accontentare ogni tipo di palato: si va infatti da un infuso a freddo con ribes nero ed echinacea, ottenuto con cannella, radice di liquirizia, ribes nero, sambuco al gusto fresco dell’infuso a base di limone, zenzero e curcuma. Con questo tipo di infuso infatti sarà possibile sostenere il proprio organismo con le proprietà anticancerogene del ribes nero, utile anche alla vista perché sono noti i suoi benefici anche contro le malattie croniche, come il glaucoma, oltre ad arricchire il corpo di antiossidanti, che apportano benefici a tutte le cellule e sono da sempre i nemici giurati dell’invecchiamento precoce.

Quotidiano indipendente online di ispirazione ambientalista, femminista, non-violenta, antirazzista e antifascista.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui