Investimenti online, trading online, forex

Le piattaforme di trading online continuano a macinare un record dopo l’altro, grazie alla continua crescita degli utenti iscritti. Se fino a qualche anno fa questo andamento poteva apparire come parte di un trend del momento, oggi le cose sono cambiate in maniera significativa.

I servizi altamente professionali e sicuri messi a disposizione dai broker hanno comportato un vero e proprio cambiamento nelle modalità di investimento di moltissime persone.

I broker di riferimento nel mondo del trading online permettono infatti di investire in assenza di commissioni e questo ha influito molto sull’abbassamento dei costi di gestione degli investimenti e ha quindi portato molte persone a optare per la cosiddetta finanza personale.

Le operazioni condotte in completa autonomia sono inoltre poi state rese accessibili anche con importi contenuti e questo aspetto ha comportato un ampliamento dell’accessibilità degli investimenti, diversamente da quanto avveniva con gli intermediari postali e bancari.

Come scegliere la piattaforma di trading

Per scegliere la piattaforma di trading con cui iniziare a operare sui mercati è importante tenere conto di una serie di fattori ben precisi.

Senza dubbio, in fase iniziale è importante circoscrivere la ricerca limitatamente ai broker autorizzati, vale a dire tutti quelli che hanno ricevuto la licenza da parte di autorità di vigilanza europee come la Consob.

Per orientarsi esclusivamente verso intermediari legali, allora, è possibile consultare la lista di piattaforme di trading su tradingonline.it, portale di approfondimento dedicato al mondo degli investimenti online, che propone una panoramica costantemente aggiornata dei migliori siti del momento.

A questo proposito, attualmente, tra le piattaforme di riferimento per investitori esperti e aspiranti trader spiccano per esempio:

  • eToro;
  • Capital.com;
  • Plus 500;
  • LiquidityX;
  • IQ Option;
  • Ava Trade.

Tutte queste piattaforme hanno un livello di sicurezza elevatissimo che prevede la separazione dei fondi investiti dagli utenti dagli utili prodotti dal broker e sono equiparabili al riguardo a delle vere e proprie banche online. EToro è sicuramente la più gettonata in assoluto, tanto da essere leader del settore. Si contraddistingue per delle grafiche intuitive e per dei servizi completi, fatti di tantissime funzionalità importanti, come ad esempio: la modalità demo per simulare gli investimenti, il copytrading per replicare le operazioni di altri, il social trading per ottenere informazioni utili e molto altro.

Capital.com è uno dei broker maggiormente scelto dai trader professionisti, in quanto può essere utilizzato anche in abbinamento alla piattaforma MetaTrader 4. Permette di avere accesso a delle funzionalità molto avanzate, soprattutto in materia di analisi tecnica e nel complesso offre quindi dei servizi decisamente interessanti.

Inoltre Capital.com presenta anche degli spread molto concorrenziali e dei corsi di formazione gratuiti rivolti agli utenti, con differenti gradi di competenze iniziali richieste.

Da Plus500 ad AvaTrade: le altre piattaforme di riferimento per chi investe oggi

Plus 500 è un altro broker molto affermato, conosciuto per aver realizzato una piattaforma intuitiva. Permette ai propri iscritti di operare sui CFD, ovvero sui contratti per differenza, e richiede un deposito minimo di almeno 100 euro. Anche Plus 500, come moltissimi broker, presenta una buona modalità demo, utile per simulare degli investimenti e valutare gli effetti che questi avrebbero prodotto nel corso del tempo.

LiquidityX è invece una piattaforma meno conosciuta e un po’ più settoriale, ovvero rivolta ad un target abbastanza specializzato. Prevede un deposito minimo di 250 euro e il suo fiore all’occhiello è la concessione gratuita ai propri iscritti di diversi segnali per il trading online. Di conseguenza si tratta di un broker che offre delle funzionalità importanti a chi richiede un sostegno per l’elaborazione della propria strategia di investimento.

IQ Option è invece conosciuto per la semplicità di navigazione che lo caratterizza e per essere il broker con il più basso deposito minimo, pari soltanto a pochi euro, ed è quindi una piattaforma ottima per chi intende realizzare dei test con denaro reale ma con importi molto contenuti. Infine, AvaTrade è conosciuta per essere anch’essa integrabile con il Metatrader 4 o 5 e per avere degli spread contenuti ma al tempo stesso ha una navigabilità meno immediata che richiede di solito un po’ più di tempo, rispetto ad altre piattaforme, per prendere confidenza con lo strumento.

Quotidiano indipendente online di ispirazione ambientalista, femminista, non-violenta, antirazzista e antifascista.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui