arredo bagno

Molto spesso le abitazioni con meno metri quadrati mettono a disposizione un bagno piccolissimo: scopriamo come ottimizzare quest’ambiente per avere tutto.

Gli elementi fondamentali per avere un bagno comodo

In generale, quando si pensa all’arredamento di un bagno piccolo, ci si preoccupa molto, poiché in quest’ambiente casalingo devono essere inseriti diversi oggetti che possono aiutarci a sfruttare al meglio la nostra abitazione e questo locale. Se avete già scrutato con attenzione Pinterest, dove potete trovare grande ispirazione anche per installare il porta rotolo per il bagno, ora è arrivato il momento di mettersi in azione per creare una stanza accogliente – anche se piccola – ed allo stesso tempo piacevole per l’arredamento.
Nonostante il bagno possa essere piccolo, in realtà, ci sono tanti modi per cercare di creare degli ambienti agevoli, dove è possibile muoversi senza inciampare in qualcosa. Ad esempio, si possono sfruttare le altezze, inserendo delle mensole su cui posizionare i prodotti dedicati al bagno, ma anche per l’ambiente come una bella candela, un diffusore o, perché no, uno spray profumatore automatico.
Un trucchetto che ti permetterà comunque di far sembrare il tuo bagno più grande della realtà vede protagonista lo specchio: infatti, se non lo sapevi, questo elemento d’arredo è in grado di giocare un ruolo fondamentale, poiché anche ricoprendo un’intera parete, creerà un’illusione ottica che farà sembrare più ampio lo spazio.
Ricordatevi, peraltro, che tanti mobili da bagno sono realizzati proprio con ante completamente specchiate e che, quindi, potrete approfittarne pure per avere uno spazio dove sistemare tutto ciò che è più ingombrante per una mensola, come l’asciugacapelli, l’arriccia capelli e il rasoio.

Ecco come disporre i sanitari in un bagno di dimensioni ridotte

Se state eseguendo una ristrutturazione, dovrete sapere che in commercio esistono tanti tipi di sanitari e che alcuni sono anche più piccoli di quelli tradizionali: in tal senso, sarà utile consultare le schede tecniche dei produttori così da potersi fare un’idea e capire quali ceramiche siano migliori per il proprio bagno.
Ricordatevi, poi, che ci sono delle distanze da rispettare per quanto riguarda la collocazione dei sanitari: ad esempio, il gabinetto deve essere ad almeno 15 centimetri dalla parete accanto e il bidet 20 centimetri almeno, mentre tra di loro deve esserci una distanza di 20-25 centimetri.
Ad ogni modo, se il bagno è molto piccolo e volete ottimizzare al massimo le dimensioni, vi suggeriamo di installare una doccia poiché quest’ultima potrà essere notevolmente più funzionale rispetto a una classica vasca da bagno che occupa certamente molto più spazio.

Come disporre le luci in un bagno piccolo?

Passiamo a un altro elemento fondamentale, cioè la luce: in un piccolo bagno è fondamentale mettere la giusta illuminazione e, se si può sfruttare la luce naturale, è sicuramente meglio. A volte, però, questi spazi rischiano di avere una finestra davvero molto piccola – se non ne sono addirittura sprovvisti – e quindi è fondamentale trovare una soluzione. Dei faretti a led oppure una plafoniera potrebbero senz’altro esservi di aiuto in questa circostanza: il nostro suggerimento è di collocare la luce proprio sopra al lavabo, così da potervi sistemare con la giusta luce.
Se, poi, avete la possibilità di aggiungere qualche punto luce in più potrete metterlo anche nell’area della doccia per creare un divertente gioco di luci e acqua. Ricordatevi infine di scegliere dei rivestimenti omogenei, così da non creare confusione visiva all’interno del vostro bagno: se non lo farete, l’effetto finale sarà proprio di una stanza più stretta, e il nostro scopo non è questo.
Nel complesso, quindi, si può dire che il minimalismo è ben consigliato, anche se non dovrete limitare il vostro gusto per la realizzazione di una stanza confortevole e accogliente.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui