Tutankhamon Real Experience
Tutankhamon Real Experience, Fonte: SamplePage

Tutankhamon Real Experience; il celebre faraone egizio del Nuovo Regno, approda in Italia con una mostra multisensoriale in suo onore. È così che il post Covid 19 ci riserva un vero e proprio “viaggio oltre le tenebre” all’insegna del distanziamento sociale, mascherine ed igienizzanti.

La mostra è stata inaugurata a partire dall’8 Settembre e prosegue fino al 18 Ottobre 2020 presso il Palazzo Reale di Milano. Essa è stata promossa dal Comune di Milano|Cultura, Civita Mostre e Musei, Palazzo Reale, Laboratoriorosso ed è collegata all’importante mostra “Sotto il cielo di Nut. Egitto divino.” allestita nel Civico Museo Archeologico. La Tutankhamon Real Experience riprende lo spirito della mostra di Belzoni e lo adatta alle tecnologie audiovisive multimediali del mondo contemporaneo con musiche originali, video immersivi e animazioni.

Il mondo dell’arte riparte in Italia con tutte le accortenze necessarie, permettendo al pubblico di partecipare agli eventi e alle mostre in totale sicurezza. Molteplici sono le novità post Covid19: in primis non è più possibile acquistare i biglietti in loco ma è necessario farlo online, grazie alla collaborazione con Ticketone ove sarà possibile scegliere la tipologia di biglietto più idonea al visitatore, con o senza eventuali riduzioni in base all’età o ai gruppi di appartenenza. È indispensabile scegliere, al momento dell’acquisto, l’orario in cui si prevede di prendere parte alla mostra poiché è necessario limitare gli assembramenti e all’entrata, prima di effetturare il controllo biglietti, è necessario sottoporsi alla rilevazione della temperatura. I visitatori che riporteranno una temperatura pari o superiore a 37.5 non potranno entrare. Inoltre, durante tutta la durata della mostra, è necessario indossare la mascherina ed igienizzarsi le mani frequentemente. Gran parte delle location hanno installato delle postazioni apposite per il pubblico e solo per acquistare al bookstore sarà necessario l’utilizzo dei guanti.

Papiro Busca 2, Fonte Immagine Tutankhamon Real Experience: Civita Arta, Stampa

Tutankhamon Real Experience rappresenta un vero e proprio viaggio esperienziale suggestivo e coinvolgente tra le memorie dell’antico Egitto. La mostra dà il benvenuto ai suoi partecipanti con un video introduttivo ove si spiega brevemente la storia del faraone e le caratteristiche del regno in cui viveva. Successivamente, si avanza nella sezione archeologica ove è possibile visionare interni ed esterni delle tombe, i papiri (tra cui emerge il Giornale della Necropoli), statue di faraoni (come quella del dio Amon), sculture (come la testa figurina funeraria di Akhenaton) e gran parte degli oggetti ritenuti necessari per la sopravvivenza ultraterrena. Per gli antichi Egizi, infatti, la morte non rappresentava altro che il continuo della vita in una dimensione differente, per cui era indispensabile riporre nei sarcofagi tutto ciò di cui potevano necessitare.

Terminata questa sezione, si procede in altre sale caratterizzate da proiezioni immersive che catapultano il visitatore in un vero e proprio percorso narrativo in cui si evidenziano i tratti distintivi della civiltà egiziana, il suo legame con le rive dei Nilo fino alla Valle dei Re. Un iter fatto di predecessori e successori. Lo spettatore viene guidato da Howard Carter alla scoperta della tomba di Tutankhamon e del suo corredo funerario. Nell’ultimo ambiente invece, contrariamente alle aspettative, è lo stesso Tutankhamon che guida i suoi ospiti alla conquista dell’immortalità; “un obbligo per il sovrano che sacrificava la propria resurrezione per salire sulla barca solare in modo da consentire all’alba di ripetersi perpetuo giorno dopo giorno”. Nell’aldilà, infatti, il sovrano continuava a svolgere la sua funzione da garante dell’ordine e trascorreva l’eternità sulla barca di Ra.

Una mostra coinvolgente e ricca di suggestioni continue, dall’inizio alla fine. Per alcuni troppo breve poiché quando ci si immerge nel mondo antico il tempo vola e non se ne ha più la percezione.

Sabrina Mautone

Sabrina Mautone
Sabrina Mautone nasce a Napoli il 18 Maggio 1996 e vive a Milano. Giornalista pubblicista. Laureata in Lingue Moderne presso la Federico II di Napoli e specializzata in Comunicazione e Cooperazione Internazionale per Istituzioni ed Imprese presso l'Università Statale di Milano. Con un master post-lauream in Comunicazione, attualmente studia Giornalismo Radio-Televisivo a Roma.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui