Pergola

La pergola rappresenta una soluzione ideale in un giardino o in uno spazio aperto dove si voglia ricreare un ambiente protetto dalle intemperie. Risulta perfetta per dare vita a un’area relax o a un vero e proprio angolo di convivialità tanto in estate così come nei mesi più freddi dell’anno, grazie alle diverse opzioni attualmente disponibili sul mercato.

Tra queste, una delle più interessanti è senza dubbio la pergola con tetto fisso proposta da AKENA, una vera e propria opera di design in grado di adattarsi in qualsiasi ambiente che può essere personalizzata per quello che riguarda moltissimi elementi, così da soddisfare ogni specifica necessità.

Caratteristiche di base della pergola con tetto fisso

Il tetto di una pergola con copertura fissa e non avvolgibile con tende in PVC la rende quindi quasi un ibrido con una veranda, ma con l’opportunità di modulare in modo diverso luminosità e isolamento acustico. AKENA propone versioni in diversi materiali, tutti estremamente validi a seconda del tipo di esigenza e con grondaia laterale integrata per far defluire l’acqua piovana. I materiali per i supporti sono tutti in robusto alluminio termolaccato, perfetto per resistere a tutte le condizioni atmosferiche senza risentire del tempo.

C’è la possibilità di prediligere dimensioni e colori personalizzati, mentre per la copertura vera e propria si va dal vetro al pannello. Il vetro, in particolare, rappresenta un compromesso per chi desideri una protezione senza rinunciare alla luce naturale, che riesce a filtrare anche all’interno dell’abitazione. La protezione dai raggi UV può essere potenziata con trattamenti specifici.

La via di mezzo ideale è il policarbonato, che comunque presenta caratteristiche similari al vetro ma con effetto visivo leggermente diverso, mentre il pannello pieno si rivela la soluzione per esigenze che non prevedono il passaggio di luce dall’alto ma garantiscono un ottimo isolamento acustico.

Come rifinire una pergola con tetto fisso

Una pergola con tetto fisso si può rifinire e personalizzare per esempio con delle luci integrate, che consentono di avere un’ottima visibilità anche di sera o nelle giornate meno luminose.

Naturalmente deve trattarsi di luci al LED, che non solo garantiscono il risparmio energetico, ma forniscono una luce forte e calda, nonché durevole nel tempo. Devono anche essere lampade resistenti all’acqua, che non riportino danni qualora una pioggia forte le colpisca. Se lo si desidera, poi, si può usufruire di un telecomando per accensione e spegnimento a distanza ed anche di dimmer per regolare l’intensità della luce e averla più soffusa o più forte.

Infine, se si desidera avvicinarsi ancora di più all’idea di veranda, è possibile optare per delle vetrate anche solo su due lati, magari per avere un riparo maggiore dal vento o dalla pioggia, riprendendo materiali e colorazione del tetto oppure unendo le varie soluzioni per avere un risultato personalizzato. In ogni caso, le ante possono essere di tipo scorrevole al fine di risultare più versatili e, così come il tetto, constare per esempio di vetro doppio per una resistenza e una coibentazione maggiori.

Il tetto di una pergola avrà inclinazioni diverse secondo la struttura che s’intende far installare: di certo, la pendenza è da prediligersi qualora ci si trovi a latitudini dove le piogge sono frequenti o abbondanti, così da lavorare in sinergia con la grondaia per far defluire l’acqua in eccesso.

Non solo, ma l’inclinazione idonea potrebbe anche consentire un’ottimale installazione di eventuali pannelli solari. Ovviamente, sono da considerarsi anche le tettoie parallele al terreno, che si possono anche abbinare a quelle inclinate se la lunghezza della struttura lo consente.

Quotidiano indipendente online di ispirazione ambientalista, femminista, non-violenta, antirazzista e antifascista.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui