Panna montata
Foto di aqvdesign da PxHere

La panna montata è uno degli ingredienti più utilizzati in pasticceria, grazie al suo gusto dolce e alla sua consistenza cremosa che la rendono perfetta anche come guarnizione di ogni dessert, che sia una torta, un gelato o delle crepes.

Non è un caso infatti che sempre più persone vogliano cimentarsi a casa nella preparazione di questa pietanza, facile da realizzare e dal risultato garantito, che farà contenti tutti i componenti della propria famiglia, dai bambini agli adulti, per dare un tocco in più ai propri dolci in pochi piccoli passi.

La preparazione della panna montata

La panna, definita anche come crema di latte, è il risultato della separazione tramite centrifugazione o decantazione dei grassi del latte, che dopo questi processi affiorano spontaneamente in superficie sotto forma appunto di una sostanza vellutata e cremosa. La versione montata da pasticceria ha una percentuale di grassi del 30%, ed è ovviamente zuccherata. La sua preparazione non richiede grande esperienza ma necessita di attenzione così da evitare che risulti stracciata e quindi poco gradevole.
Per prima cosa, dobbiamo mettere in frigo la ciotola in cui monteremo la panna e le fruste che utilizzeremo, così da raggiungere basse temperature e non compromettere il risultato finale. Anche la panna deve essere tenuto al freddo per lo stesso motivo.

Una volta che gli utensili sono abbastanza freddi, circa 15 minuti in frigorifero, possiamo procedere con la montatura. Nella ciotola mettere una quantità a scelta di panna liquida fresca, cominciandola a montare a una velocità bassa per poi passare successivamente a una media. Questa è una fase fondamentale perché è qui che immettiamo aria nel composto che la renderà morbida e spumosa. A seconda del proprio gusto, possiamo quindi incorporare lo zucchero a velo o semolato, la cui presenza e quantità dipende anche dall’uso che ne dobbiamo fare, come ingrediente di un dolce o semplice guarnizione/decorazione.

Qualora la panna montata risultasse troppo morbida e poco stabile possiamo aggiungere un cucchiaio di mascarpone che la renderà più densa. Allo stesso modo, in alternativa al mascarpone si possono utilizzare fogli di gelatina alimentare (colla di pesce). In questo caso, i fogli vanno prima messi in ammollo nell’acqua fredda e poi, una volta strizzati, fatti sciogliere in un pentolino di acqua calda a fuoco bassissimo e messi a riposare. Quando sarà a temperatura ambiente, la gelatina deve essere incorporata alla panna che risulterà più soda e più facilmente lavorabile.

Tutti vogliono la panna montata!

Come dicevamo, la panna montata ha infinite applicazioni nel mondo della pasticceria e dei dessert in generale. Oltre ad essere una guarnizione perfetta per il gelato, viene richiesta anche su crepes, dolci, semifreddi e frutta fresca. Per questo, chiunque abbia un esercizio commerciale nel settore food conserva sempre una quantità sufficiente di questa crema così da poterla offrire ai propri clienti.

Pur avendo, come abbiamo visto, una preparazione molto semplice che non necessita di molto tempo, vista la mole di lavoro, non tutti gli esercizi di ristorazione riescono a produrla in modo artigianale, affidandosi a macchine montapanna automatiche che erogano istantaneamente il prodotto, con un risultato a livello di gusto e consistenza identico al metodo tradizionale di preparazione, grazie al piccolo ingombro e la semplicità di pulizia e manutenzione rappresenta la soluzione ideale per poter offrire a tutti questa nuvola dolce, alla quale possono poi essere aggiunti topping al gusto di cioccolato, caramello o frutta e guarnizioni di ogni tipo (frutta fresca o secca, caramelle e zuccherini) per dare un ulteriore tocco di dolcezza al proprio dessert.

Giornalista, web writer e consulente Seo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui