Piastrelle di ceramica
Fonte immagine: it.wikipedia.org

Uno degli elementi più diffusi da sempre nelle case di mezzo mondo sono le piastrelle. Si tratta di un elemento sottile, di diverse forme e materiali, ma solitamente rettangolari e di ceramica, che viene utilizzato per ricoprire le pareti e i pavimenti.

L’utilità delle piastrelle

Le piastrelle risultano particolarmente utili in quegli spazi dove c’è più rischio di usura della parete, in particolare quando una parete entra abitualmente a contatto con l’acqua. Infatti bagni e cucine sono i luoghi più comuni dove posare delle piastrelle. La loro caratteristica idrorepellente, data dal materiale ceramico, marmoreo o di cemento, consente all’acqua di non infiltrarsi all’interno della porosità dell’intonaco, andando a formare zone umide, ma la farà scivolare lungo tutta la superfice. In questo modo la parete verrà preservata, ma verrà anche valorizzata da un punto di vista estetico. Infatti le piastrelle sono da sempre anche elementi decorativi delle nostre abitazioni.

La decorazione della ceramica

La ceramica è un materiale molto duttile composto da diverse sostanze naturali ricavate soprattutto dal terreno. Una volta cotta ad alte temperature, la ceramica diventa molto dura e resistente. È da sempre stata utilizzata dall’uomo per la creazione di decorazioni, statuette, vasi, utensili di ogni tipo; è quindi sempre stato un elemento a metà tra l’arte e l’utilità, andando spesso a sposare queste due caratteristiche. Anche per quanto riguarda le piastrelle in ceramica, esse possono essere decorate in infiniti modi diversi. Dai disegni più semplici, stampati in maniera industriale, a quelli più preziosi ed elaborati, realizzati a mano da veri e propri artigiani. Una volta cotto, il disegno rimarrà impresso nella ceramica e manterrà la sua lucidità per molto tempo.

Esistono in Italia diverse città in cui la lavorazione e la decorazione della ceramica fa parte della tradizione e che vantano i migliori artigiani del mondo. Tra queste possiamo citare Faenza e la zona intorno a Modena.

Caratteristiche delle piastrelle

Le piastrelle possono essere di diverse dimensioni e fatture, per esempio possiamo trovare il grès, che è formato da una miscela speciale di sostanze argillose, cotte poi ad altissime temperature. Le dimensioni standard più comuni di una piastrella sono 15×15 cm o 15×20 cm, ma possiamo trovarle anche molto più grandi e addirittura di forme irregolari. Chiaramente il prezzo di ogni piastrella varia a seconda della sua lavorazione, della sua decorazione e finitura.

Posa delle piastrelle

Quando decidiamo di rifare una parete e di utilizzare delle piastrelle, il primo compito è quello di scegliere che tipo di piastrelle vogliamo. La scelta dovrà essere fatta considerando l’utilizzo di quella parete, i nostri gusti estetici e il budget a disposizione. A questo punto dovremo contattare una ditta di piastrellisti, artigiani esperti nella posa delle piastrelle. Questa infatti è una procedura piuttosto complessa, che necessita dell’intervento di persone esperte che sappiano sia come posare le piastrelle nel migliore dei modi, sia come tagliarle per dargli la forma necessaria a riempire angoli e zone del muro o del pavimento. Esistono numerosi schemi di posa delle piastrelle ed ognuno di questi porterà ad uno schema geometrico differente, mentre anche le tecniche per incollare la piastrella al muro sono di diversi tipi; varieranno a seconda del supporto, del tipo di piastrella e della sua dimensione.

Le piastrelle sono un elemento architettonico decorativo diffuso in molte parti del mondo e spesso caratterizzano proprio una cultura o una specifica architettura. La prossima volta che guarderai le piastrelle del tuo bagno, pensa alla storia che c’è dietro ognuna di esse!

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here