PolitixLab Campania 4 marzo

Eccoci giunti al secondo appuntamento di PolitixLab Campania, la rubrica di Libero Pensiero che vi terrà aggiornati ogni settimana sulle proiezioni di voto dei collegi uninominali alla Camera nella Regione Campania.

Grazie ai dati ricevuti da Duetredue, piattaforma online che mette a disposizione mappe interattive le quali fotografano l’andamento del consenso in tutti collegi nazionali, vediamo insieme cosa è cambiato dalla settimana scorsa nei collegi campani.

Ricordiamo che i dati vengono raccolti ed elaborati da Duetredue secondo tale schema:
– un collegio in cui una formazione politica è in vantaggio di più del 15% è “sicuro” che la veda vincitrice;
– un collegio in cui una formazione politica è in vantaggio di più del 5% è “probabile che la veda vincitrice”;
– un collegio in cui una formazione politica è in vantaggio fino al 5% è “in bilico”.

La Campania ospita un totale di 22 collegi uninominali e lo scenario di voto dopo una settimana si prospetta in questo modo:

collegi uninominali Campania 2
Fonte: Duetredue

Continua, dunque, l’ascesa del centrodestra (colore blu nel grafico in alto) in Campania. Il vantaggio più ampio della coalizione si registra nel collegio di Nola (30 punti sul M5S). Quello minimo, invece, si ha nel collegio di Napoli Fuorigrotta (1 punto di vantaggio sempre sui pentastellati).

Nello specifico:

  • Liberi e Uguali ha il consenso maggiore nei collegi di Napoli San Carlo all’Arena, Napoli San Lorenzo, Napoli Fuorigrotta (9%). È meno votato, invece, nei collegi di Giugliano in Campania, Nola, Casoria e Agropoli (5%);
  • Il centrosinistra ha il consenso maggiore nel collegio di Avellino (29%). Mentre il consenso minore è registrato nel collegio di Aversa (18%).
  • Il Movimento 5 Stelle gode del maggior consenso a Napoli Fuorigrotta (31%). Per i pentastellati il più basso consenso è ad Agropoli (21%).
  • Il centrodestra conferma il dato del collegio di Nola, dove è votato da più della metà degli elettori (52%). Il consenso più basso si registra a Napoli Fuorigrotta (32%), dove ha comunque la maggioranza relativa.

Il confronto tra le medie nazionali e quelle regionali conferma la stessa situazione della settimana precedente: il consenso alla coalizione di Berlusconi, Salvini e Meloni è addirittura più alto rispetto allo scenario nazionale.

collegi uninominali Campania
La media nazionale è stata elaborata da Duetredue. Quella regionale, invece, è stata ottenuta da Libero Pensiero dai dati offerti dal gruppo genovese.

Ma non solo: analizzando il trend del consenso delle varie forze in Campania, si nota la crescita costante del centrodestra (+0.7%) a cui risponde un centrosinistra sempre più debole (-0.5%).

collegi uninominali campania
Con “I settimana” si intende il periodo che va dall’8 al 14 gennaio.
Con “II settimana” il periodo che va dal 15 al 21 gennaio.

Secondo lo schema che vi abbiamo mostrato prima, quindi, su un totale di 22 collegi, il centrodestra vincerà sicuramente in 7 di essi in cui ha un vantaggio percentuale di oltre 15 punti (Nola, Castellammare di Stabia, Caserta, Santa Maria Capua Vetere, Aversa, Scafati, Agropoli). La coalizione guidata da Berlusconi, Salvini e Meloni, probabilmente vincerà anche in ulteriori 12 collegi (Giugliano in Campania, Acerra, Casoria, Napoli San Lorenzo, Pozzuoli, Portici, Torre del Greco, Benevento, Ariano Irpino, Avellino, Salerno, Battipaglia), in cui per ora il distacco è compreso dai 5 ai 15 punti percentuali. In bilico sono invece i collegi di Napoli San Carlo, Napoli Ponticelli e Napoli Fuorigrotta: in ognuno di essi in centrodestra è sempre in vantaggio, seppur con un distacco di pochissimi punti percentuali.

Collegi uninominali campania

Collegi uninominali campania

Collegi uninominali campania

In sintesi: non cambia molto rispetto alla scorsa settimana. Cresce di quasi un punto il centrodestra, crescono anche LeU e M5S, mentre va giù il centrosinistra. Inoltre, il centrodestra resta in vantaggio in ogni collegio, anche in quelli in bilico, dove comunque si decideranno le sorti fino all’ultimo voto.

Per concludere, ecco uno schema semplificato sulla lotta ai collegi uninominali tra le varie coalizioni:

Per concludere, ecco uno schema semplificato sulla lotta ai collegi tra le varie coalizioni:

La domanda della settimana è: sarà davvero una disfatta così clamorosa per il Partito Democratico del governatore De Luca?

Ci aggiorniamo martedì prossimo!

 

Andrea Palumbo
(Seguitemi su Twitter: and_palumbo)

La scorsa puntata:
– Elezioni 2018: chi è in vantaggio nei collegi uninominali?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui