Torta al limone
Fonte immagine: pexels.com

Tra i frutti più in voga e freschi dell’estate, il limone è il più gradito. Adatto a dare profumo all’acqua, a creare granite o a condire la verdura, il limone è perfetto anche per realizzare dolci. Ecco perché in questa occasione ti vogliamo proporre la ricetta della torta al limone, proprio come tradizione della nonna vuole. Si tratta di un dessert fresco, soffice e delicato, che non richiede particolari procedure di preparazione. Fa ingolosire grandi e piccini, che ne mangiano ghiotte fette a merenda o a colazione.

Si appresta a essere preparata in ogni modo possibile: per rendere ancora più golosa la torta puoi decorarla con crema al limone, o con crema pasticciera e fragoline. Ma andiamo per ordine e vediamo come si prepara questa facile ricetta che richiede davvero poco più di venti minuti, tanta passione e soprattutto pochi ingredienti.

La ricetta

Partiamo con l’analisi di dosi e ingredienti utili per la torta a limone. Per preparare questa torta al limone avrai bisogno di:

  • 200 grammi di farina 00
  • 100 grammi di fecola di patate
  • 5 cucchiai di olio di semi
  • 250 grammi di zucchero semolato
  • 5 uova
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 2 limoni (di cui userai sia succo che scorza)
  • 1 bicchiere di latte
  • 1 pizzico di sale
  • zucchero a velo per decorare qb

Per quanto concerne I tempi di preparazione ci vogliono circa 25 Minuti, mentre per i tempi di Cottura poco più di un’ora. Se invece preferisci la variante delle crostate, prendi spunto dalla ricetta di Lettoquotidiano.it.

Procedimento di preparazione della torta al limone

Prendi un pentolino, versa le uova e lo zucchero. Tieni sul fornello a fuoco lento, e amalgama il tutto. Prendi un termometro da cucina e controlla finché non avrai raggiunto i 45 gradi di temperatura. A questo punto trasferisci in una planetaria. Usa una frusta e lavora il composto per una decina di minuti. Devi ottenere una consistenza chiara e spumosa (in pratica devi ottenere la consistenza a nastro). Questa fase di preriscaldamento serve per permettere al composto di incorporare a sé più aria. Se però non hai tempo o preferisci evitare certi passaggi particolari, metti tutto immediatamente in planetaria, ovviamente ricordando di usare le uova calde, nel senso a temperatura ambiente, e non fredde da frigo.

Comunque passiamo di nuovo alla lavorazione. Dopo aver attenuto il composto a nastro, adagio aggiungi la farina setacciata, la fecola e il lievito. Non dimenticare il pizzico di sale, e lavora sempre con la frusta. Le farine si aggiungono adagio e delicatamente magari aiutandosi con delle palette di silicone, che vanno usate dal basso verso l’alto.

Aggiungi poco alla volta le farine alla montata di uova. Amalgama delicatamente con l’aiuto di una paletta di silicone da muovere dal basso verso l’alto. Dopo aver aggiunto le farine, versa i cucchiai di olio al composto (usane uno delicato). Amalgama finché non sarà del tutto assorbito dal composto, poi aggiungi anche il latte. Anche in questo caso amalgama per bene. Ora gratta le bucce del limone e spremine anche il succo nel composto, gira con energia e infine il composto è pronto da cuocere.

Prendi una teglia con cerniera, meglio se dal diametro di 22 cm. Imburrare e infarinare, quindi versare il composto, facendo attenzione a renderlo uniforme, ovviamente puoi livellare con una spatola. Si cuoce in forno preriscaldato a 150 gradi per circa una settantina di minuti. Non aumentare mai la temperatura, altrimenti il composto rischia di rompersi in superficie. Sforna solo dopo i settanta minuti e solo dopo aver fatto la prova dello stecchino. Prima di servire fai raffreddare, per poi fare una bella spolverata di zucchero a velo.

Quotidiano indipendente online di ispirazione ambientalista, femminista, non-violenta, antirazzista e antifascista.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui