Prime Minister-politica

Sin da quando iniziamo a sviluppare uno spirito d’osservazione ci poniamo delle domande sulla realtà che ci circonda, iniziamo a chiederci perché le cose abbiano una determinata funzione o come siano state progettate, con spirito critico individuiamo anche ciò che non ci entusiasma e che vorremmo cambiare. Attraverso l’immaginazione creiamo luoghi, persone e situazioni che di fatto non esistono ma che nella nostra mente sembrano così reali e giusti. Questo è ciò che è successo a Carmela Manco, una donna che vive in uno dei quartieri periferici di Napoli est: San Giovanni a Teduccio.

Carmela Manco, Figli in Famiglia onlus
La fondatrice di “Figli in Famiglia onlus” Carmela Manco che racconta alle studentesse di Prime Minister Napoli la sua storia- credits:c-Pixel photo

Carmela ha sedici anni e vive in un palazzo che affaccia di fronte una fabbrica della Cirio che produce pomodori in scatola, e in questo non sembrerebbe esserci nulla di entusiasmante: una giovane ragazza di sedici anni, un quartiere di Napoli industriale e un’industria conserviera. Eppure, Carmela non vede solo questo quando si affaccia al balcone, per lei quella non è solo una fabbrica. Carmela cresce e la fabbrica, nel frattempo, chiude i battenti, ma ancora quella non è solo una struttura vuota e fatiscente ai suoi occhi. Allora immagina, sogna e progetta ciò che avrebbe potuto creare in quello spazio che in qualche modo ha fatto parte della sua infanzia. Ci riesce. Nel 2005 dà vita a un centro sociale che negli anni cambierà l’esistenza di molti bambini e adulti del quartiere altrimenti destinati a un futuro fatto di sbagli e sofferenza: Figli in Famiglia Onlus.

L’ultima lezione di Prime Minister “Divento Sindaca” dedicata alla politica locale si è tenuta proprio nel luogo fondato da Carmela Manco a San Giovanni a Teduccio, e grazie al meraviglioso gruppo di Prime Minister abbiamo avuto l’onore di conoscere questa fantastica donna, simbolo di forza e speranza, che ci ha aperto le porte del suo centro accogliente le cui pareti trasudano resilienza, sofferenza e amore. In sede ha dunque avuto luogo la quarta lezione di questa edizione di Prime in cui abbiamo avuto modo di conoscere e confrontarci con il super team de Lo Spiegone, associazione e testata giornalistica, attraverso un workshop sull’empowerment femminile e in particolare sul ruolo della donna in politica. Con loro abbiamo creato tavoli di confronto in cui si è dibattuto di figure femminili nel mondo e di come queste abbiano ispirato milioni di persone e simulato scene che ritraevano episodi di sessismo in ambito professionale e privato realmente esistite finalizzate a farci interrogare sulla nostra società.  Con gli attivisti de Lo Spiegone presenti ci siamo ulteriormente confrontati riguardo a quali siano i  mezzi di informazione usati ad oggi dalle persone più giovani e non solo.

Dopo aver pranzato tutti insieme in stile Prime dei piatti squisiti preparati da un fedele amico della signora Carmela e sua moglie, abbiamo avuto il privilegio di incontrare Chiara Marciani, assessora alle politiche giovanili e del lavoro al Comune di Napoli che ci ha raccontato la sua storia lavorativa e politica.

Quello con l’assessora è stato un confronto arricchente da cui sono emersi dei punti molto importanti da approfondire quali il rapporto tra i giovani e le istituzioni e di come quest’ultime possano migliorare la comunicazione con la nostra generazione affinché si crei una connessione solida e un coinvolgimento ampio riguardo temi sociali e politici.

Abbiamo inoltre ragionato sulla realtà scolastica e sulla creazione di spazi che permettano ai giovani pregni di volontà di sfruttare al massimo la loro potenza ideativa. Dal dialogo con l’assessora Marciani è scaturita in aggiunta un’altra significativa consapevolezza: non possiamo aspettarci che qualcosa cambi se noi per prime non facciamo nulla di concreto: «È la persona a fare la differenza».

Annachiara Barbuto, studentessa di Prime Minister Napoli

5 x mille Survival
Prime Minister è una scuola di politica per giovani donne di un’età compresa fra i 14 e i 19 anni. La scuola ha l’obiettivo di formare giovani ragazzə su temi politici e sociali attraverso incontri e workshop con personalità della politica, dell’attivismo civico e della società civile. Prime Minister scommette sulle giovani leader affinché diventino agenti di cambiamento nelle proprie comunità, città e nazioni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui