Monopattino elettrico

Il monopattino elettrico potrebbe essere davvero l’alternativa smart per la mobilità in pandemia. Una circolazione a misura di cittadino e a basso impatto ambientale è infatti l’obiettivo di molti comuni italiani. Anche alla luce di un inquinamento sempre più persistente che sta danneggiando la qualità della vita soprattutto nelle metropoli. La soluzione allora potrebbe essere la smart mobility, un nuovo concetto di mobilità che spinge i cittadini ad usare mezzi pratici ed “eco-friendly”, come ad esempio i monopattini elettrici.

In tale contesto si è creato la congiuntura ideale per il boom dei monopattini elettrici, che hanno iniziato a diffondersi in Italia nel 2019 e sono letteralmente esplosi nel 2020, anche sotto la spinta dell’effetto Covid-19.

Il 4 maggio ha sancito la fine del lockdown ma la pandemia continua a correre ancora oggi, quindi è necessario trovare modalità di trasporto alternative ai mezzi pubblici, dove si creano pericolosi assembramenti. Ecco quindi che i monopattini elettrici sono diventati la soluzione ideale per spostarsi in città senza inquinare e con una notevole riduzione sui costi del carburante.

Bonus da 500 euro per acquistare un monopattino elettrico

Il Governo ha intuito le grandi potenzialità dei monopattini, capaci di risolvere diversi problemi come il traffico, l’inquinamento ed il pericolo di assembramenti sui mezzi pubblici. Ha quindi varato il bonus mobilità da 500 euro, inserito nel Decreto Rilancio, destinato all’acquisto di biciclette (anche a pedalata assistita), veicoli per la micromobilità elettrica come segway, overboard e monopattini o per l’utilizzo di servizi di sharing mobility. Il bonus copre fino al 60% della spesa totale sostenuta per l’acquisto o per il servizio, fino ad un massimo di 500 euro. In questa guida al miglior monopattino elettrico è possibile avere una panoramica completa sui mezzi più gettonati del settore.

Il provvedimento, voluto dal Ministero dell’Ambiente e dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, è finalizzato ad incentivare forme di trasporto sostenibili. L’incentivo è retroattivo, quindi tutti coloro che hanno acquistato dal 4 maggio 2020 un mezzo compatibile possono accedere al bonus, che resterà in vigore fino al 31 dicembre 2020. I mezzi che rientrano nell’incentivo sono la bicicletta classica, la bicicletta a pedalata assistita, il segway, l’hoverboard, il monopattino ed il monowheel elettrico. Possono accedere al bonus i maggiorenni residenti nei capoluoghi di Regione, nei capoluoghi di Provincia, nelle città Metropolitane e nei comuni con più di 50.000 abitanti.

Cos’è e quali sono le caratteristiche principali

Il monopattino elettrico è un mezzo alternativo ed ecologico, dotato di una pedana, un manubrio e due ruote. Risulta ideale per i piccoli spostamenti in città o nelle metropoli particolarmente trafficate. All’occorrenza può essere utilizzato come strumento di svago nelle aree verdi, essendo considerato la principale alternativa alla bicicletta. Proprio per questo motivo è molto diffuso sia tra i giovani sia tra gli adulti, che lo utilizzano anche per andare al lavoro.

Non è particolarmente voluminoso, quindi può essere parcheggiato tranquillamente sia in strada sia in casa, ed ha una struttura solida ma leggera. Funziona a batteria e può essere ricaricato presso qualsiasi presa elettrica. I costi sono molto contenuti e si riduce in modo importante l’inquinamento atmosferico.

I vantaggi dei monopattini elettrici

I monopattini elettrici consentono spostamenti rapidi e veloci in città, quindi sono la scelta ideale per chi deve recarsi a lavoro e ha poco tempo a disposizione. Con i monopattini è possibile aggirare facilmente il caos ed il traffico cittadino, giungendo al posto di lavoro in orario. Sono piccoli e facili da parcheggiare, quindi non c’è neanche lo stress del parcheggio. All’occorrenza possono essere portati anche sui mezzi di trasporto, poiché sono leggeri e maneggevoli.

Come già evidenziato sono dei veri alleati della natura, poiché hanno un impatto zero sull’ambiente e richiedono solo una piccola ricarica elettrica per funzionare. La manutenzione richiesta è minima, quindi si riducono drasticamente i costi e le spese da sostenere. Con la diffusione dei monopattini elettrici i mezzi pubblici sono meno affollati, determinando un funzionamento migliore dei trasporti e riducendo i rischi di contagio.

Le problematiche

Non c’è rosa senza spine ed infatti, guardando l’altra faccia della medaglia, ci sono delle problematiche da analizzare legate soprattutto all’inciviltà ed al poco senso civico di alcune persone. Si sono purtroppo verificati alcuni incidenti proprio per la guida spericolata e sregolata di questi mezzi.

Il problema è legato anche ad una lacuna normativa, poiché non esistono leggi chiare sull’utilizzo di questo mezzo che si è diffuso da poco. Sono quindi state introdotte delle normative “ad hoc” per regolamentare l’utilizzo dei monopattini elettrici, equiparati alle biciclette ed in quanto tali sottoposti alle regole del Codice della strada.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui