Chiave della serratura
Foto di George Becker da Pexels

Si tratta di un inconveniente che capita davvero poche volte nella vita, ma è tremendamente fastidioso. Stiamo facendo riferimento alla serratura della porta di casa che si blocca, con la chiave che non gira più.

In questi casi, la prima reazione è sicuramente quella di innervosirsi, ma è fondamentale trovare il prima possibile quella lucidità necessaria per poter capire da cosa derivi effettivamente tale problematica. Se non si riesce ad aprire in maniera corretta la porta blindata, la cosa migliore da fare è quella di contattare immediatamente un esperto del settore, come ad esempio Fabbro Etruria il miglior fabbro a Firenze. Proviamo a capire, in ogni caso, le principali cause che possono portare a un simile problema.

La chiave si è incastrata nella serratura

Le chiave che sono state realizzate più di recente presentano sulla loro struttura dei fori di ridottissime dimensioni, che possono essere otturati per colpa dello sporco, che si deposita al loro interno e li può otturare sia per intero che anche solo in modo parziale.

In questa situazione, il principale difetto che si può notare è che la chiave fa una grandissima fatica a entrare all’interno della serratura, così come ad eseguire l’usuale movimento rotatorio. In casi del genere, il consiglio migliore da seguire è quello di portare a termine la lubrificazione della serratura usando uno dei tanti prodotti appositi che si possono trovare in commercio.

Il suggerimento migliore da seguire è quello di spruzzarne una quantità veramente limitata nella serratura, ma anche direttamente sulla chiave. In men che non si dica si potrà notare se la serratura avrà ripreso il suo normale funzionamento, oppure se il problema persiste ancora. Altrimenti si può provare anche con una soluzione “vecchio stile”. Ovvero, si deve sfregare la punta di una matita direttamente sulla chiave. Il motivo è semplice: la grafite di cui è composta la punta della matita corrisponde a uno di quei materiali che vengono di frequente impiegati per la lubrificazione della serratura. È chiaro, d’altro canto, che nel corso degli ultimi anni si possono trovare sul mercato tanti prodotti molto più efficaci. E l’olio? È da evitare a tutti i costi, dal momento che non farà altro che attirare la polvere e creare una sorta di impasto in cui la chiave troverà ancora maggiore difficoltà nella rotazione.

La chiave si è rotta all’interno della serratura

Un’altra situazione che può capitare piuttosto di frequente è che la chiave si vada a spezzare proprio all’interno del cilindro che si trova nella porta blindata. In questo caso, l’unica soluzione a disposizione per risolvere il problema è quella di provvedere all’estrazione della parte di chiave che si è rotta.

Per svolgere tale operazione, il consiglio da seguire è quello di sfruttare un ferro ad uncinetto, di quelli che vengono impiegati per lavorare a maglia, e seguire uno dei diversi tutorial che si possono trovare online. La cosa migliore da fare, però, è sempre quella di fare riferimento a una persona competente ed esperta in questo settore, che saprà provvedere all’estrazione della chiave con tempistiche molto ridotte e senza danneggiare il cilindro della porta blindata.

Il discorso è più complesso, invece, nel caso in cui proprio il cilindro della porta blindata si sia danneggiato. Possono essere svariate le ragioni. Ad esempio, il cilindro può essere stato oggetto di frequenti forzature, oppure è piuttosto datato o, ancora, nel corso del tempo potrebbero essere state portate a termine delle modifiche di carattere strutturale che, seppur lievi, impediscono una normale e corretta apertura. Anche in questo caso, l’unica soluzione a disposizione è quella di far riferimento a un tecnico, che dovrà provvedere alla foratura del cilindro per consentire l’apertura della porta di casa.

Quotidiano indipendente online di ispirazione ambientalista, femminista, non-violenta, antirazzista e antifascista.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui