Gomme moto
Fonte immagine: pixabay.com

Se in un auto le gomme rivestono un ruolo importante per ciò che riguarda la sicurezza e il comfort alla guida, nelle moto la loro importanza è moltiplicata per mille. È molto importante che non solo si montino gomme di qualità e in ottimo stato, ma che si verifichi costantemente il loro consumo. È sempre opportuno verificare lo stato del battistrada, dei fianchi e della spalla delle nostre gomme. Considerando il ruolo fondamentale degli pneumatici dobbiamo sottolineare che non è mai opportuno apportare modifiche alle nostre gomme. Ma che differenze ci sono tra gomme anteriori e posteriori? Quali sono le caratteristiche che le distinguono? È possibile invertire le gomme anteriori e posteriori tra loro?

Caratteristiche nel dettaglio

La gomma anteriore di una moto è solitamente più grande, ha, cioè, un diametro maggiore rispetto alla gomma posteriore ma è anche più sottile. La funzione principale del pneumatico anteriore è quella di sopportare l’impatto iniziale di eventuali dossi o buche sulla strada e aiuta anche il meccanismo di sterzo. Per questo il suo aspetto è più agile: permette di gestire il movimento della nostra moto con comodità e precisione. Le sue dimensioni sono state progettate per dare alla moto una migliore guidabilità.

La gomma posteriore di una moto è generalmente più piccola rispetto alla gomma anteriore e di solito è anche più larga. La funzione principale di questo pneumatico è quella di fornire trazione e potenza alla moto, poiché il motore è collegato a essa attraverso la catena e le ruote dentate. L’ampiezza del pneumatico significa che c’è più superficie di contatto con la strada.

Nel caso in cui la casa produttrice non specifichi che uno pneumatico è esclusivamente per uso posteriore e nel caso in cui le misure siano omologate per la nostra moto, possiamo pensare di montare in posizione anteriore anche gomme che normalmente si trovano in posizione posteriore. Al contrario se i produttori specificano la posizione per cui uno pneumatico è studiato non è mai opportuno disattendere tale indicazione poiché la tecnologia e la ricerca da cui i moderni pneumatici prendono vita puntano non solo a grandi performance ma anche a una elevata sicurezza. Il lavoro congiunto di due pneumatici giusti rende l’esperienza di guida non solo più sicura ma anche molto più piacevole.

Riassumendo

Caratteristiche Pneumatici posteriori

Potenza: il profilo più piatto di uno pneumatico posteriore è stato curato per aiutare l’accelerazione e la stabilità della tua moto.
Peso: la gomma posteriore sopporta più della metà del peso della moto, essendo proprio sotto il motore.
Lean: Poiché la ruota posteriore non gira, il suo angolo di piega è soggetto all’inclinazione della motocicletta nel suo insieme. Il che richiede uno pneumatico più robusto con un profilo più piatto.

Caratteristiche Pneumatici anteriori

Frenata: lo pneumatico anteriore fornisce fino all’80% della potenza frenante della motocicletta.
Manovra: gli pneumatici anteriori sono controllati manualmente e direttamente da te. Questo è il motivo per cui sono più stretti e hanno un diametro maggiore rispetto alle gomme posteriori: per aiutarti a manovrare più facilmente.

Quando cambiare le gomme della tua moto?

Non è insolito, per i motociclisti che fanno regolarmente lunghi tour, sostituire la gomma anteriore ogni due volte che cambiano la gomma posteriore. Questo perché la gomma posteriore assorbe molto più della metà del peso della moto, trasmette tutta la potenza del motore alla strada ed è quindi sottoposto a una maggiore usura.
Questa tuttavia non è una regola ferrea, il miglior modo per capire se le tue gomme devono essere cambiate risiede nella conoscenza della propria moto e dai segnali che lei ci invia. Segnali di avvertimento come vibrazioni, instabilità di guida, sfregamento o rumore dei pneumatici durante la guida sono tutti indici della necessità di effettuare un controllo. Questi alcuni dei valori da verificare:

  • Profondità del battistrada

In generale, dovresti sostituire le gomme quando la profondità del battistrada supera 1/16 di pollice.
La maggior parte degli pneumatici per moto è dotata di indicatori di usura del battistrada integrati. Questi indicatori sono impostati a 1/32 di pollice (0,8 millimetri): quando il filo è consumato fino a una profondità della scanalatura ancora inferiore, è un segno che deve essere sostituito. Se il tuo pneumatico non ha un indicatore, la moneta da 2 euro è un buon modo per misurare la profondità: se è minore del bordo della moneta la gomma deve essere sostituita.
La profondità del battistrada è un indicatore di quanto sia sottile il pneumatico. Come probabilmente saprai, i pneumatici che si sono assottigliati nel tempo sono soggetti a molti più danni da oggetti appuntiti. Una gomma con corda esposta o tessuto strappato è molto pericolosa da guidare.

  • I cerchioni delle ruote

I cerchi piegati generano una scarsa maneggevolezza e un maggior consumo di carburante. Se i pneumatici sono tubeless, saranno soggetti a una graduale perdita d’aria nel tempo. Ecco perché dovrebbero essere sostituiti non appena si evidenzia la deformazione.

  • Usura irregolare

Poiché il terreno su cui guidi non sarà costantemente uniforme, le parti diverse dello pneumatico sosterranno quantità diverse di usura.
Il tipo di usura più comune è quello sulla linea centrale del pneumatico dovuto alla guida continua in rettilineo autostradale. Per questo motivo gli indicatori di profondità del battistrada sopra menzionati spesso vengono visualizzati sulla linea centrale prima che sui bordi. Fai attenzione anche a qualsiasi scalping e coppettazione.

Quali tipi di pneumatici per moto esistono?

Anche gli pneumatici per moto sono suddivisi in base al loro utilizzo. Le persone guidano le moto per molte ragioni diverse: andare al lavoro, viaggiare, correre, andare fuoristrada, e l’elenco potrebbe continuare. Poiché ci sono così tanti tipi diversi di guida, gli pneumatici per moto sono spesso suddivisi in categorie.

  • Touring

Gli pneumatici da crociera sono pensati per lunghi viaggi in autostrada. Tendono a essere rigidi, spessi e pesanti. Questi pneumatici sono resistenti e robusti. Possono sopportare variazioni climatiche e sopportare molti chilometri.

  • Sport/Ipersport

Gli pneumatici sportivi, come suggerisce il nome, sono pneumatici progettati per sport specifici, come le corse su strada, il motocross e le gare di resistenza. Gli pneumatici da corsa sono progettati per una funzione specifica e spesso non funzionano bene al di fuori di quella funzione. Ad esempio, le gomme da pista sono molto veloci su una pista, ma non ottime per la guida su strada. Su una strada normale, non andranno bene perché non raggiungeranno la temperatura di cui hanno bisogno per ottenere una buona presa.

  • Sport Touring

Le gomme da turismo sportivo sono un po’ una gomma ibrida. Cercano di combinare il meglio di entrambi i mondi, dandoti accelerazione e velocità senza sacrificare la costanza e l’affidabilità degli pneumatici da crociera.

In definitiva è fondamentale, al momento dell’acquisto, tenere in conto, oltre che le misure omologate dalla casa produttrice della moto, le caratteristiche dell’uso che ne facciamo, il nostro stile di guida e il tipo di strade che percorriamo. È sempre più frequente incontrare blog che parlano di pneumatici e community in cui possiamo confrontarci per capire quali pneumatici, tra i tanti presenti sul mercato, fanno al caso nostro. È anche molto facile cercare le nostre gomme utilizzando ricerche generiche o specificando marca e modello direttamente nei siti di vendita online o paragonare i prezzi utilizzando i tanti comparatori, come ad esempio Prezzigomme. In linea di massima non è mai una buona soluzione scegliere gomme troppo economiche anche se ci sono marche emergenti che ci consentono di spendere il giusto con una buona qualità.

5 x mille Survival
Quotidiano indipendente online di ispirazione ambientalista, femminista, non-violenta, antirazzista e antifascista.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui