Milano - Fonte immagine: IULM Targhe MasterX
Fonte immagine: IULM Targhe MasterX

Milano, capitale indiscussa del fashion e della moda, è da sempre una delle mete più ambite da visitare sia dai turisti all’estero che dagli stessi italiani. Almeno una volta nella vita, nella to-do list di ognuno di noi, è presente un viaggio oppure una gita a Milano! Ma cosa fare? Che soluzione scegliere per gli affitti brevi Milano? In una città tanto cara, queste sono le domande più frequenti che ci si pone.

Per aiutarvi nella stesura del vostro itinerario, indipendentemente dai giorni in cui resterete a Milano, abbiamo preparato per voi un elenco di imperdibili cose da fare e da vedere, tutte l’una vicina all’altra, perché una delle doti della città è che per quanto sia immensamente grande, è possibile girarla anche a piedi.

In primis non è vero che questa città è famosa unicamente per le tante boutique degli stilisti d’alta moda; quello sicuramente farà sì che gli amanti della moda possano fare acquisti eccellenti, ma c’è anche tanto altro che vale la pena visitare a Milano. È infatti ricca di luoghi di interesse storico e culturale, a partire dalla maestosa Cattedrale del Duomo Milano che si trova in pieno centro storico; la terza cattedrale più grande del mondo dopo quella di San Pietro a Roma e quella di Siviglia. La costruzione del Duomo ha richiesto circa 500 anni; è iniziata nel lontano 1386 e fu terminata sotto il regno di Napoleone Bonaparte che ci teneva ad essere incoronato lì come re d’Italia. I turisti hanno la possibilità di visitare sia gli interni che gli esterni salendo fino in cima alla terrazza del Duomo (sia a piedi che in ascensore) ove si avrà una vista mozzafiato dell’intera città. Gli universitari, gli anziani, i bambini e le forze dell’ordine possono accedere a un tariffario ricco di scontistiche.

Partendo proprio da Piazza del Duomo vi suggeriamo di percorrere le piacevoli stradine che accompagnano sia San Babila che Via Torino, famose per i negozi e i franchising lì presenti. Da pochi mesi a questa parte ci sono state anche nuove aperture come FAO Schwarz, il celebre negozio newyorkese di giocattoli, Giochi Preziosi, marchio italiano conosciutissimo e ristorantini di prelibatezze fiorentine. Proseguendo sempre da Piazza del Duomo ci si ritrova nei pressi della Galleria Vittorio Emanuele II, una delle principali attrazioni dello shopping d’alta moda. Luminosa, fotogenica e ricca anche di ristoranti di lusso.

Alle spalle della Galleria si arriva in Piazza della Scala ove troverete il famoso Teatro dell’Opera, uno dei 3 teatri più prestigiosi d’Italia insieme al San Carlo di Napoli e alla Fenice di Venezia. Oltre al teatro c’è la possibilità di visitare anche il Museo della Scala con la sua collezione di strumenti musicali, documenti storici e costumi d’epoca.

Fonte immagine: Viator – https://www.viator.com/it-IT/Milan-attractions/Sforza-Castle-Castello-Sforzesco/d512-a725

Proseguendo lungo Via Dante si arriva all’ingresso principale del Castello Sforzesco. Esso fu edificato nel 1358 dalla famiglia Visconti per proteggere la città dai nemici veneziani.

Nel corso degli anni fu distrutto e ricostruito più volte, per cui al momento è possibile visitarne gli esterni (gratuitamente) e pochi interni che ospitano musei.

Tra i più importanti suggeriamo il Museo di Arte Antica con gli affreschi della famiglia Sforza, il Museo Egizio con la sua collezione di sarcofagi e mummie (più piccolo, chiaramente, del Museo Egizio di Torino), la Pinacoteca del Castello Sforzesco e il Museo degli strumenti musicali con opere provenienti da tutto il mondo.

Attraversando il Castello Sforzesco si arriva a Parco Sempione, definito “il polmone verde della città”. Ideale per chi vuole fare una breve sosta, gustare un gelato o bere un caffè.

Altre attrazioni visitabili ma leggermente più lontane dal centro sono: l’Acquario Civico di Milano, la Triennale, l’Arena Civica risalente al 1807 e l’Arco della Pace, l’arco di trionfo di Milano nato appunto per celebrare la pace, in una zona ricca di bar e locali per fare aperitivi. Esse sono raggiungibili con le linee metropolitane (a oggi ne sono quattro: rossa, gialla, verde e lilla e hanno una frequenza di circa un minuto/un minuto e mezzo l’una dall’altra) oppure con i mezzi di superficie, tram e autobus.

Anche il cimitero Monumentale vale la pena di essere visitato perché rappresenta un museo a cielo aperto con molte tombe artistiche e cittadini illustri della città. Indimenticabile è ad esempio la scrittrice Alda Merini, così come lo sono Dario Fo, Paolo Grassi, Giovanni Raboni e tanti altri contemporanei. All’entrata del cimitero invece ci sono le salme di Alessandro Manzoni, Salvatore Quasimodo, Carlo Cattaneo. Da novembre 2021 riposa lì anche Carla Fracci, celebre ballerina del Teatro della Scala.

Per gli amanti dell’arte, tappa obbligatoria è la Pinacoteca di Brera che ospita una delle più importanti collezioni d’arte in Italia. Essa si trova a Palazzo Brera, eretto su un ex convento, e tra i capolavori più famosi ci sono “Il Bacio” di Hayez, “Lo Sposalizio della Vergine” di Raffaello, “La Cena in Emmaus” del Caravaggio, opere di Modigliani e tante altre.

Fonte immagine: pinacotecadibrera.org

Un altro dei quartieri ideali per visitare Milano è sicuramente quello della movida serale, i Navigli. La zona è attraversata dai canali lungo i quali ci sono baretti, ristorantini e piccole librerie. Ve la suggeriamo sicuramente al tramonto poiché offre colori mozzafiato dal rosa all’aranciato, e poi ovviamente la sera per un aperitivo! Infine, ultima zona che manca all’appello – ma non ultima in ordine di importanza, è City Life, il quartiere verde divenuto famoso per la presenza dei Ferragnez e per Bosco Verticale, ricco di vegetazione, piccoli ristorantini ed edifici aziendali.

Quotidiano indipendente online di ispirazione ambientalista, femminista, non-violenta, antirazzista e antifascista.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui