Lunedì 15 dicembre, alle ore 18, nella sala grande dell‘Una Hotel Napoli, in piazza Garibaldi 10, il cantautore Francesco Ruoppolo presenterà il suo ultimo lavoro, Gli occhi le mani il sorriso. Il disco rappresenta una tappa molto importante nel percorso dell’artista, che inizia, in età giovanile, con lo studio e la pratica della musica, fino a proseguire con l’insegnamento, in particolare ai più piccoli, e che culmina con la pubblicazione di due dischi: il primo, nel 2004, dal titolo Carte sparse, su etichetta Holiday music, e il secondo, nel 2005, Io, la mia chitarra e Napoli, con otto classici della canzone napoletana e un proprio inedito, sempre in dialetto, su etichetta APM production.

La partecipazione al Corso di perfezionamento per Autori di testi, sotto la guida di Mogol, costituisce, senza dubbio, il punto di svolta fondamentale nella sua formazione. Proprio dal paroliere lombardo, infatti, sembra aver mutuato quella grande capacità espressiva che mette efficacemente a frutto in questo album, non a caso considerato dall’autore stesso un racconto d’amore affidato alla musica, il veicolo più veritiero che io conosca.

Il disco contiene nove brani identiti, oltre ad una versione salsa di Lascia che sia un canto, pubblicato già in Carte Sparse, ed un omaggio a Domenico Modugno, con una versione in chiave elettro-tango di Dio come ti amo, con il quale il cantante pugliese, insieme a Gigliola Cinquetti, vinse la sedicesima edizione del festival della canzone italiana, nel 1966 a Sanremo.

Tutte le tracce rivelano un’impronta rock con venature pop, jazz, contaminazioni etniche ed elettroniche: la grande varietà proposta dimostra, così, l’eclettismo di Francesco, sempre alla ricerca, come conferma la sua biografia, di ulteriori esperienze da sperimentare. Su youtube il mix promo del suo ultimo album Gli occhi le mani il sorriso, corredato di foto che ripercorrono i momenti della realizzazione con i tanti artisti che hanno, con il loro talento, impreziosito l’album.

Danilo De Luca