Rai cinque, questa settimana, si appresta a regalare al suo pubblico due grandi eventi celebrativi della musica e della letteratura. Partiamo da mercoledì 1° marzo, alle 21.25 Rai cultura proporrà Beatles Stories.

Rai, London, Beatles
The Beatles

Si tratta di un documentario che cercherà di rispondere a molte domande che hanno a che fare con la celebre band. Per esempio: John Lennon ha veramente incontrato Ghandi e scherzato con Ronald Regan? Paul McCartney ha incrociato Fonzie per le strade di New York?

Tutti quesiti a cui si potrà dare risposta grazie al cantautore Seth Swirsky che ha catturato gli incontri più improbabili, ma rigorosamente veri, dei Fab Four. Swirsky è cresciuto negli anni Sessanta adorando le canzoni dei Beatles, il loro sound e il loro stile. Nel 2004, videocamera alla mano, ha registrato su pellicola centinaia di ricordi e aneddoti raccontati in prima persona da coloro che per motivi vari e diversi hanno incrociato la loro strada con quella dei suoi miti. Da Sir Ben Kingsley a Sir George Martin, dal Beach Boy Brian Wilson all’astronomo Brian Skiff. Si tratta di persone che hanno conosciuto bene i Beatles, ma anche di coloro che hanno avuto un incontro fortuito, e indimenticabile, con i membri della band. Tra i protagonisti che interverranno nel documentario sui Beatles ci saranno gli attori Henry Winkler e Jon Voight, gli ex produttori discografici e tecnici dei Beatles in sala d’incisione Norman “Hurricane” Smith, Ken Scott e John Kurlander. E poi ancora i musicisti Smokey Robinson, Jackie De Shannon, Graham Nash, Davy Jones, Susanna Hoffs, Art Garfunkel e tantissimi altri. Swirsky è riuscito a raccogliere storie in luoghi inaspettati ascoltando vicini di casa, compagni, soci in affari, ex fidanzate che hanno svelato storie mai sentite prima. Tutto per raccontare il meraviglioso mondo dei Beatles.

Ma non finisce qui…

Altro appuntamento speciale, di tutt’altro genere, sarà quello con Marco Paolini che renderà omaggio a Jack London rievocandone l’immaginario e reinterpretando alcuni estratti dei suoi racconti e romanzi più noti. Lo spettacolo, in due parti, in onda sabato 4 e 11 marzo alle 21.15 sempre su Rai 5 si intitola Ballata di uomini e cani.

L’omaggio è rivolto sia a quel London che ha acceso l’immaginario di tante generazioni di adolescenti sia all’autore che si apprezza soprattutto in età adulta, e non solo per i suoi oltre cinquanta tra racconti, saggi e romanzi, ma anche per la sola rilettura dei suoi due testi più conosciuti. Come non ricordare “Il richiamo della foresta” o “Zanna bianca”.

Il progetto in memoria di London è un vero work in progress cominciato nel 2010 nei boschi, nei rifugi alpini e nei ghiacciai, che lentamente ha preso la forma di uno spettacolo teatrale, in cui ai tre racconti dello scrittore statunitense recentemente tradotti da Davide Sapienza si aggiungono le ballate composte ed eseguite alla chitarra da Lorenzo Monguzzi, affiancato in scena da Angelo Baselli al clarinetto e Gianluca Casadei alla fisarmonica. Le ballate sono ispirate ai vagabondaggi sonori e canori di Woody Guthrie con riferimenti al Verdi suonato dalle bande americane.

Tre appuntamenti imperdibili dunque, sulle tracce de I Beatles e di Jack London.

Per vedere in streaming Beatles Stories e Ballata di uomini e cani potrete sintonizzavi a questo link.

Enrica Leone

CONDIVIDI
Articolo precedenteLoreto Mare tra crisi e proteste: che fine farà la sanità pubblica campana?
Articolo successivoEscif: la natura esaurisce la batteria?
Mi chiamo Enrica Leone, sono nata a Lecco. Diplomata con maturità scientifica, ho intrapreso la carriera universitaria presso la facoltà di Giurisprudenza. Entusiasmo, iniziativa e dinamismo mi hanno da sempre spinto ad andare avanti nel lavoro così come nello studio. Adoro scrivere e questa passione mi ha portata ad intraprendere avventure di ogni genere per poter portare a casa interviste ed acquisire il giusto grado di esperienza, per rendere i miei articoli ancora più miei. Una passione che mi ha portata a pubblicare pochi mesi fa il mio primo romanzo: Basta avere coraggio, presso la casa editrice Arduino Sacco Editore. Non smetto mai di rincorrere i miei sogni ed il più delle volte questi diventano i miei obiettivi che cerco in tutti i modo di raggiungere. Alla scrittura, da poco tempo ho affiancato il lavoro di organizzatrice di eventi di beneficenza ed assistenza alla comunicazione. Mi piace il contatto con il pubblico. A detta di chi collabora con me, sono una persona estremamente precisa, metodica e puntuale. Attenta affinchè il compito affidatomi possa venir portato a termine nel miglior modo possibile e nel tempo necessario. Amo il cinema, la televisione (quella di qualità) e tutto ciò che ha a che fare con lo spettacolo ed è questo ciò di cui mi occupo.