Aperture notturne e visite speciali: il programma estivo di Pompei

Da fine giugno ad ottobre il Parco Archeologico di Pompei sarà animato da una ricca serie di appuntamenti, aperture notturne, visite tematiche ed eventi, che coinvolgeranno tutti i siti.

Il tutto si svolgerà secondo la normativa vigente e per partecipare è consigliata la prenotazione sul sito www.ticketone.it.

A Pompei la stagione estiva si è aperta con Pompeii Theatrum Mundi, rassegna ormai giunta alla quarta edizione che è andata in scena al Teatro Grande.

Il 3 luglio è partita poi la Notte Europea dei Musei che ha previsto l’apertura notturna dei luoghi della cultura (dalle 20 alle 23). All’irrisorio costo di 1 € è stato possibile fare una passeggiata nell’area monumentale del Foro oppure visitare in via eccezionale i depositi di Pompei.

A partire dal 6 agosto, invece, il venerdì e il sabato sarà possibile accedere all’area del Foro al costo di 5 €. Cuore della vita religiosa e politica della città antica, con i suoi monumenti (come il Tempio di Giove o il Tempio di Apollo) il Foro è uno dei luoghi più monumentali del sito.

Per chi volesse, sarà possibile prenotare una visita della durata di 45 minuti dedicata interamente alle grandi figure femminili come la sacerdotessa Eumachia o la Dea Fortuna (alle quali sono dedicati rispettivamente edificio omonimo e tempio vicino): ma si parlerà anche della vita e delle attività delle donne comuni.

Tra gli altri appuntamenti del Parco Archeologico, oltre a quelli già conclusi come la “Notte Europea dei Musei”, va segnalato l’apertura notturna straordinaria della Villa di Poppea, Villa Regina, Museo Archeologico di Stabia Libero D’Orsi-Reggia Di Quisisana. Anche in questo caso è consigliata la prenotazione sul sito www.ticketone.it.

Vanno citate poi le iniziative del programma “Campania by night”, che si propone la valorizzazione e la promozione del patrimonio culturale della Regione Campania,

A Stabia sarà possibile la visita alla Villa San Marco (venerdì 3 e sabato 4 settembre) e Villa Arianna (venerdì 10 e sabato 11 settembre). Tra i più bei esempi di dimore aristocratiche del territorio, grazie anche all’ausilio di una performance teatrale sarà possibile ripercorrere gli scavi di Stabia negli anni ’50, attraverso la figura di Libero D’Orsi, che ne è stato promotore e artefice. A Villa San Marco si racconterà l’aspetto personale e curiosità giovanili legate a D’Orsi; a villa Arianna, invece, si conoscerà D’Orsi come uomo di lettere e filosofia.

Alla Villa di Poppea di Oplontis, invece, domenica 5, sabato 11 e 18 settembre si terrà un vero e proprio viaggio teatrale itinerante a cura di Vicenzo Liguori, Le Memorie di Oplontis. I visitatori avranno modo di intraprendere un percorso all’interno della maestosa villa di Poppea a Torre Annunziata, attribuita alla seconda moglie di Nerone (accompagnati da attori teatrali e ballerini, oltre che con il supporto della tecnologia di un’app).

La visita si concluderà presso il Tablinium e il giardino della Villa, qui artisti e musicisti di strumenti antichi ricreeranno l’atmosfera dell’epoca.

A Boscorele presso Villa Regina il 12, il 19 e il 26 settembre saranno possibili una serie di visite guidate (che ricadono sotto il nome Parthenoplay). Il tutto sarà fatto all’interno degli ambienti della Villa Regina, esempio di fattoria rustica dedita alla produzione del vino.

Tutti gli eventi, aperture notturne e le visite speciali al Parco Archeologico di Pompei sono chiaramente indicate anche sul sito ufficiale: http://pompeiisites.org/comunicati/estate-2021-programma-degli-eventi-serali-del-parco-archeologico-di-pompei/.

Vanessa Vaia

5 x mille Survival
Vanessa Vaia nasce a Santa Maria Capua Vetere il 20/07/93. Dopo aver conseguito il diploma al Liceo Classico, si iscrive a "Scienze e Tecnologie della comunicazione" all'università la Sapienza di Roma. Si laurea con una tesi sulle nuove pratiche di narrazione e fruizione delle serie televisive "Game of Series".

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui