Claudio Baglioni, festiva, Sanremo

Oramai volge al termine la 68° edizione del festival della canzone italiana che ogni anno prende luogo nel Comune ligure di Sanremo condotto da Michelle Hunziker e Pier Francesco Favino e coordinato dalla direzione artistica di Claudio Baglioni, vinto da Ermal Meta e Fabrizio Moro con il brano “Non mi avete fatto niente”.

Baglioni, definito da molti “dittatore artistico” ha voluto al centro del festival di Sanremo la musica italiana: l’intento era infatti dare spazio a quello che dovrebbe essere il fulcro di uno degli eventi più attesi dell’anno. E ci è riuscito alla grandissima, da vero “capitano coraggioso”. A prescindere dal fatto che Baglioni possa piacere o meno come artista della musica italiana, ha certamente fatto la sua lusinghiera figura, inutile negarlo. Soprattutto perché, chi segue Baglioni, sa benissimo quanto sia restio a concedere spazio ad altre personalità e quanto ci tenga alla sua persona e alla sua immagine.

Dopotutto, Claudio Baglioni ha esercitato il suo ruolo di direttore artistico del festival di Sanremo in maniera impeccabile: certamente non sono mancati momenti di protagonismo assoluto, ma ha voluto per un attimo mettersi da parte e dare spazio ai veri protagonisti della kermesse. Tra le altre, Baglioni taglia quest’anno il nastro dei 50 anni di carriera: dal prossimo settembre sarà in giro per i palazzetti di tutta Italia a festeggiare il traguardo con i fan di ogni età.

Tantissimi ospiti della canzone italiana hanno duettato con lui: a partire da Biagio Antonacci, Gianna Nannini, Gino Paoli, Giuliano Sangiorgi e i Negramaro e la suprema Laura Pausini. Tutti duetti impeccabili e certamente emozionanti: Baglioni ha fatto parte di tutte le generazioni e continuerà ovviamente a farlo. E la direzione artistica del Festival di Sanremo 2018 è stata anche questa una prova di maestria assoluta, in cui è venuto fuori il perfezionismo, la minuzia e la cura dei particolari che da sempre Claudio Baglioni ha messo al centro del suo lavoro.

E c’è da tener presente che anche il pubblico italiano ha gradito: il Festival di Sanremo di quest’anno ha toccato picchi di share pari al 53%, una cosa che non si ripeteva dal lontano 2005. Tutto merito di Claudio Baglioni? Certamente. Nulla è stato lasciato al caso, a partire dalle scenografie, dall’abbigliamento per finire alla disposizione della platea del teatro Ariston di Sanremo.

Alla fine di queste “notti di note” resta la magia e l’incanto che solo Claudio Baglioni è in grado di fare con la sua mania di perfezionismo e con la sua voglia di dimostrare che è davvero un artista poliedrico. Ironico al punto giusto, sarcastico quanto basta, sempre serio e preciso, Claudio Baglioni ha reso indimenticabile questo Festival di Sanremo così come ha reso indimenticabile le sue canzoni ricche di forza e di emozioni che scorrono lungo la schiena di ognuno di noi. Ed è innegabile la sua immensità artistica che mai smette di stupire e di sorprenderci. Dopotutto, da sempre ha augurato un “buon viaggio della vita”, ricordandoci in ogni momento che “strada facendo” “la vita è adesso”!

E se Sanremo è Sanremo, quest’anno Sanremo è Claudio Baglioni.

Arianna Spezzaferro

Avatar
Arianna Spezzaferro, nata a Napoli il 12/04/1993, è laureata in Lettere Moderne e specializzata in Filologia Moderna presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II. Amante della cultura umanistica, della filologia romanza e della lettura, aspira a diventare un'insegnante di Letteratura italiana, perché crede fermamente di poter trasmettere, in futuro, ai suoi alunni l'interesse vivo per tale disciplina. Attualmente scrive per Libero Pensiero News come coordinatrice della sezione Cultura e delle rubriche ed è docente di lettere nella scuola secondaria di II grado.

3 Commenti

  1. Brava signora Arianna Spezzaferro, complimenti, bel articolo e le sue parole , oserei dire che è una fan del nostro unico, meraviglioso, irripetibile Claudio Baglioni! Grazie aver potuto leggerla. Buona vita!
    Cinzia

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui